Utente 491XXX
Buon giorno ho 23 anni e sono una studentessa. Circa 3 settimane fa mi sono recata dal mio psichiatria, perché avvertivo sintomi di insonnia, paura di affrontare gli impegni, e sensazione di angoscia(mi trovavo in vista di un esame universitario molto difficile e frustrante per me) Ero già in cura con citalopram da 10 gocce, per un DOC ed ansia collegata ad esso, insieme ad psicoterapia cognitivo comportamentale . Il mio psichiatra mi ha aumentato a 15 gocce, durante tutto questo periodo festivo ho notato notevoli miglioramenti. Purtroppo adesso che mi ritrovo davanti ad un periodo di forte stress, in vista alla sessione d'esame tutti sintomi si sono ripresentati. Secondo voi devo aspettare ancora un po' prima che il farmaco faccia effetto? Non riesco a capire perché io ricada sempre in questo inganno della mente e non riesca mai ad emergere dal mio stato negativo

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La ricaduta non è mica una scelta di ricadere, o un non aver capito come non ricadere...
Si tratta di un disturbo come un altro, se si manifesta ci affligge.
Il suo psichiatra ha giustamente adeguato la cura, e non prima di un mese si vede bene il vero vantaggio dell'aumento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it