Utente cancellato
Gentili medici

Sono un ragazzo di 23 anni con un passato di severo disturbo ossessivo compulsivo risolto dopo anni di tentativi farmacologici con anafranil 10mg, fluoxetina 20mg e Entumin 5 gocce insieme a 30gg di En.
Con questa terapia sono tornato alla vita e sono stato bene per un anno ma da ottobre ho iniziato ad avere disturbi del sonno.
Mi svegliavo alle 2 di notte e non riuscivo a prendere sonno.
Si è provato ad aumentare le benzodiazepine ma i recettori erano assuefatti Enon facevano nulla. Allora mi è stato dato il Largactil a 50 mg ma ha funzionato solo per un mese.
Da novembre dopo aver perso il lavoro e dopo situazioni personali complicate sono caduto in una profonda depressione che ad oggi mi toglie la voglia di vivere, di uscire, non provo piacere per nulla, vedo tutto il futuro buio.
Allora è stato provato ad aumentare la fluoxetina ma inefficacemente.
Ora lo psichiatra a
mi ha detto he l'unica alternativa che ci rimane per uscirne, data anche una mia forte ipersensibilita agli psicofarmaci e agli effetti collaterali metabolici, sono 50 mg di Anafranil suddivisi a pranzo e a cena insieme al Lamictal da portare a 150mg.
Ho pensieri di autolesionismo.
L'altro giorno con un vetro rotto mi sono sfregiato tutto il braccio.
Il medico dice ch
ela combinazione anafranil e Lamictal può essere vincente perché in alcuni casi il Lamictal ha dimostrato di potenziare la funzione antidepressiva e di regolare l'umore.
Voi nella vostra esperienza la pensate allo stesso modo?
Vi prego non datemi una risposta vuota come fidati del tuo psichiatra.
Voglio solo un altro parere perché sono in preda alla disperazione e con continui impulsi a farmi del male.
In attesa di un vostro riscontro

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gli impulsi e l’agito, sebbene possano essere riconducibili a depressione, possono essere un sintomo specifico che andrebbe trattato con lo scopo di stabilizzazione in modo più deciso.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it