Utente 440XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 25 anni. La diagnosi l'ho indicata nel titolo soprastante.
Sono seguito dal Cps dal 2013 e ho provato diversi psicofarmaci senza successo.
Mi è stato proposto anche di fare delle sedute di stimolazione magnetica transcranica e ho fatto anche sette sedute di terapia elettroconvulsiva senza però miglioramenti dell'umore.
Io ora sto facendo la seguente cura da qualche mese senza benefici, nel senso che continuo a sentirmi piuttosto depresso, infelice, con poche energie e poca voglia di fare: zarelis 225 mg 1cp, resilient 83 mg 1cp e 20 gtt En al bisogno.
Ora, la mia psichiatra mi ha proposto di iniziare un'altra cura che vi scrivo per avere un vostro parere:
Mattino: Sertralina 50 mg 1cp da aumentare a 100mg dopo 10 giorni, Lamictal 50 mg 1cp, Bupropione 150 mg 1cp a pranzo, e la sera Resilient 83 mg 1cp; poi 20 gtt di En al bisogno.
La psichiatra mi ha spiegato che il cambio dello Zarelis alla Sertralina serve per vedere se quest'ultimo ssri possa aiutarmi appunto come antidepressivo, poi l'introduzione del Lamictal in aggiunta al Resilient sarebbe un ulteriore stabilizzatore d'umore, e il Bupropione invece mi ha detto che è un farmaco che potrebbe aiutarmi a darmi un po' più di spinta, di energia.
Secondo voi, questa cura, come la giudicate? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Come mai leterapie fisiche sono state proposte prima di altre farmacologiche (abbastanza classiche) su una diagnosi poi così vaga ? Le terapie fanno pensare a un disturbo bipolare. Se così fosse non è detto che l'antidepressivo come categoria sia un farmaco necessario o opportuno. Io ripartirei dalla definizione della diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 440XXX

La mia più recente diagnosi è quella che ho scritto, mentre quando ho fatto la prima visita presso il Cps la diagnosi era di depressione maggiore con disturbo borderline... Comunque prima della terapia elettroconvulsiva sono stati provati molti farmaci, ne cito quelli che mi ricordo: Anafranil, laroxyl, Cymbalta, paroxetina, cipralex, efexor, Mirtazapina, amisulpride, fluoxetina, depakin chrono, quetiapina, Zyprexa; alcuni di questi li ho dovuti interrompere dopo qualche giorno dalla prima assunzione per gravi effetti collaterali, altri invece li ho assunti per periodi più lunghi, ma di piccoli benefici nulla.
Adesso mi è stata data la cura che ho scritto in precedenza ma quello che non mi convince è il cambio dello Zarelis con un altro appartenente alla categoria ssri, perché di antidepressivi ne ho provati quasi tutti ma sembra non siano efficaci, anche a pieno regime, solo il Litio sinceramente mi sembra che mi abbia ridotto un po' di angoscia.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora non era non specificato, ma borderline. Poiché ciò appartiene all'ambito bipolare, è da riconsiderare appunto la composizione delle terapie, che altrimenti comprendono farmaci dall'effetto potenzialmente opposto sul disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 440XXX

E quindi cosa intende con "riconsiderare appunto la composizione delle terapie, che altrimenti comprendono farmaci dall'effetto potenzialmente opposto sul disturbo"??
Quali sarebbero i farmaci con effetto opposto sul disturbo??
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
per esempio stabilizzatori e antidepressivi su una diagnosi di disturbo bipolare
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 440XXX

Nel senso che se la diagnosi più adeguata a me sarebbe davvero un disturbo borderline, intende che gli stabilizzatori d'umore sarebbero più adeguati rispetto a degli antidepressivi? Giusto?

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Potrebbe essere, perché rientra nella sfera dei disturbi bipolari.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 440XXX

E quindi questo Zarelis a 225 mg che assumo da quasi un anno che senso avrebbe?

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Rispetto ad una diagnosi di depressione, ce lo ha, ma se la diagnosi è diversa, potrebbe non essere adatto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 440XXX

Ho capito, la ringrazio di tutto e magari proverò a chiedere maggiori chiarimenti alla psichiatra che mi segue. Grazie