Utente 361XXX
Salve, gentilissimi dottori. Soffro di dismorfofobia grave (come diagnosticato dai tre chirurghi plastici, che mi hanno visitato, e dallo psichiatra e psicoterapeuta, che mi hanno preso in cura). La terapia psicofarmacologia, che sto seguendo, é questa: Efexor 150 mg, Depamide 300 mg, Eutimil 20 mg, Stilnox e Delorazepam GTT (50 al giorno: 15 di mattina, 15 di pomeriggio e 20 di sera). Per attacchi di fame forti lo psichiatra mi ha detto di sospendere l'assunzione dell'Eutimil. Sono scomparsi gli attacchi di fame, ma mi sento molto ansioso e triste (sto avendo spesso crisi di pianto per l'ansia e pensieri suicidari). Sto a prendere l'efexor dal 7 Dicembre 2018 e grazie a questo medicinale sono stato bene per molto tempo. Ma da alcune settimane è successo che le mie ossessioni sul pensiero di essere un mostro di faccia siano peggiorate. Le mie domande sono le seguenti: la sospensione della paroxetina può portare ad un peggioramento dell'ansia e della tristezza, e a pensieri di morte? So benissimo che sul web non siano fattibili prescrizioni, ma mi sento di chiedervi: per la dismorfofobia oltre un farmaco ssri o snri occorrerebbe un neurolettico? Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
I sintomi che lamenta sono normali sintomi da sospensione.

La terapia eventualmente va discussa con il suo prescrittore che ha stabilito questo trattamento attuale e non altri.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it