x

x

Ritiro sociale per dolori farmaci e reazioni

Soffro di artrosi e fibromialgia e quest'anno a causa del freddo sono uscita di casa praticamente solo per andare a lavorare, con grande fatica. Mi sono stati prescritti, per i dolori e per "rischio di ritiro sociale", brintellix 10 mg da portare a 20 dopo 10 gg e duloxetina 30 mg da portare a 60 dopo 10 gg. Assumebo già Pregabalin 100 che mi è stato fatto mantenere la sera alle 22. In seguito all'assunzione dei due antidepressivi, nel giro di 10 gg ho sviluppato gradualmente prima feci molli e poi dissenteria ora liquida e di cui ancora soffro dopo aver interrotto il secondo farmaco su consiglio del medico, ma sono a ormai due settimane di dissenteria, anche se governabile nei tempi da un paio di giorni. Evidentemente non ho ancora smaltito il farmaco ma mi chiedo, oltre a quanto durerà, se dovrò invece togliere anche il brintellix. Quali potrebbero essere altri farmaci possibili? Grazie del vostro tempo, un ennesimo sabato mattina sotto il piumone con le gambe gelate.
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.7k 208
Se il disturbo dell'alvo sta persistendo a distanza di molti giorni dalla sospensione del farmaco, evidentemente non era questo il colpevole, ed è stata solo una coincidenza.
Tenga conto che la duloxetina (Cymbalta) è fortemente indicato per i suoi disturbi, e non andrebbe subito bocciato.
Ascolti il consiglio del suo psichiatra.
Auguri

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, quindi avendolo smesso solo il 20 febbraio devo aspettare. Sul Brintellix associato alla duloxetina lei cosa ne pensa? Non me la sono sentita, vista la dissenteria, di portarlo a 20. Cercherò di anticipare l'appuntamento col medico ma è con la Asl... e mi farebbe piacere sapere qualcosa prima per non andare in ansia. Non le chiedo di dare un giudizio sul collega è la sua prescrizione, ma di tamponare con un parere autorevole in attesa del controllo.
Grazie
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.7k 208
Il suo medico non è raggiungibile telefonicamente? Da qui non posso darle consigli operativi sulla cura. Le posso dire comunque che non ci sono motivi di preoccupazione. Se non si sente di ritornare alla prescrizione originaria aspetti di sentire lui, male che vada avrà perso qualche giorno.