Utente 505XXX
Buongiorno Gentili Dottori, vorrei sapere per quanto tempo é valida una ricetta privata per psicofarmaci? Premetto che sono un militare ed ho 33 anni. Soffrendo ormai da diverso tempo di umore depresso, ho deciso di rivolgermi ad uno Psichiatra privato che mi ha diagnosticato depressione reattiva, prescrivendomi su ricetta bianca Brintellix 10 mg al mattino e Tavor oro 1 mg a sera e rivalutazione dopo 6 mesi circa. Il problema é che il medico curante si é subito opposto alla prescrizione del Brintellix su ricetta SSN in quanto mi ha riferito che non é tenuto a prescrivere questo tipo di farmaci anche se prescritti da uno specialista quindi se avessi voluto iniziare la terapia avrei dovuto pagare per intero il farmaco. Mi chiedo se sia mai possibile una cosa del genere? Fatto sta che dopo tre mesi ho sospeso di botto la terapia in quanto anche la farmacia da cui acquistavo il farmaco con ricetta privata, mi ha detto che la sua validità ormai era scaduta e sarei dovuto ritornare dallo specialista che al momento era fuori.

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la ricetta bianca con la dicitura ripetibile ha una durata limitata, per gli psicofarmaci e altre categorie si riduce ulteriormente, quindi è corretto quanto afferma il farmacista,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Intanto la ringrazio Dottor Nicolazzo. Dovrei quindi continuare a pagare il farmaco per intero ed andare a visita dallo specialista ogni tre mesi? Perché se così fosse mi sembra un po' troppo onerosa come cura. Può il medico curante opporsi alla prescrizione di psicofarmaci?

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Il medico di base può stabilire di non prescrivere una terapia assumendosene la responsabilità.
Probabilmente ha ritenuto che lei non sia depresso.

In questi casi è però utile pensare di cambiare medico di base, oppure se le spiegazioni non le sono sufficienti segnalare la cosa alla Asl di pertinenza.


La ricetta ha una durata di un mese se sopra è presente una benzodiazepina con al massimo tre ritiri, potrebbe durare anche di più senza la benzodiazepina. Le regioni a volte applicano una normativa differenziata.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/

https://wa.me/3908251881139

[#4]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in tutto questo la cosa singolare se non vogliamo dire anomala è la non prescrizione su ricettario del Servizio Sanitario dell'antidepressivo da parte del suo medico di famiglia, a ciò dovrebbe seguire da parte dello stesso sanitario una motivazione più che plausibile,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#5] dopo  
Utente 505XXX

Grazie tante Dottori, celeri ed esaustivi come sempre! Colgo l'occasione per augurarvi una Buona Pasqua! Cordiali Saluti