Attacchi d'ansia fortissimi, paura e fobie di suicidio

Salve sono un ragazzo di 25 anni, premetto che nella mia vita sono stato sempre un soggetto abbastanza ansioso, ma ho saputo sempre gestirla.
Nel 2015 mi capitó in seguito alla perdita di un caro per tumore di soffrire di ansia e pensare che avessi anche io un tumore e stessi per morire.
Ricordo dopo 15gg di inferno, feci tutte le verifiche mediche negative e questa cosa mi passó partendo per una vacanza, insomma ritornai alla mia normalità.
Quest'anno purtroppo il mostro come lo chiamo io si è ripresentato, da un giorno all'altro pensai di avere un tumore al cervello in quanto mi sentivo spesso stordito, sbandamenti, giramenti di testa ecc.
Mi dicono che sono disturbi d'ansia e me ne convinco.
Nel frattempo purtroppo io e la mia compagna subiamo la perdita della nostra bimba a 14 settimane di gestazione, e stato traumatico, difficile, e molto doloroso vedere lei stare male e la mia ansia si e accentuata.
Ho cominciato ad avere ossessioni per il cuore, pensando di morire da un momento all'altro, intanto i sintomi di stordimento e testa vuota non mi sono passati quindi vivevo e vivo tutt'ora in stato di forte angoscia.
A volte vorrei restare sempre a letto solo per non sentire questo malessere.
Ma veniamo a qualche giorno fa in seguito a questi attacchi di ansia e angoscia mi metto a spulciare su internet e trovo un nuovo mostro la depressione, il medico spiegava che questa puó portare al suicidio ed io mi sono convinto che succederá anche a me.
Ho pensieri intrusivi in cui mi immagino di buttarmi giù che mi terrorizzano.
Penso che potrei commettere tale orrore solo perchè effettivamente quest'ansia non passa.
Ho sempre paura, non è vivibile.
Guardo la mia compagna, i miei genitori e mi si stringe il cuore pensando che se potessi commettere questo gesto loro ne rimarebbero distrutti.
Nessuno se lo aspetterebbe da me, e forse nemmeno io stesso.
Ma non capisco perchè ho paura di essere affetto da depressione grave adesso.
Il fratello di mia mamma alla mia stessa età ne soffrì e allora penso che è ereditario e che io non ce la far ad uscirne, che sono gia in depressione.
Mi manca l'aria pensare che non sono sano di mente, mai avrei immaginato, e non so se tutto ció fa parte di una derealizzazione che mi portano questi attacchi d'ansia... ho molta paura... il fatto che io ci pensi mi porterebbe a fare un gesto simile?
Io non voglio morire... ho sempre avuto paura di questo... ora perchè ho paura che potesse succedere?
Spero in una vostra risposta.
Rivoglio la mia serenità, la mia solaritá, la mia vita!
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 192 21
Per questi pensieri di tipo ossessivo ci sono terapie efficaci. Non serve a niente fare tanti esami o chiedersi il perché queste cose succedano. Serve telefonare a uno specialista in psichiatria, privato o pubblico, accordarsi per un appuntamento, sia pure con le difficoltà del momento di pandemia, e seguire le indicazioni. Prima lo farà e prima potrà stare meglio.

Franca Scapellato

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta dottoressa, ma secondo lei se questi pensieri si fanno largo nella mente potrei mai realizzarli? Io ho il terrore di poterlo fare ma ci penso costantemente e mi convinco che la situazione di malessere mi porterà a fare tale errore!
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 192 21
Questo timore, che è infondato, fa parte del disturbo ossessivo. La rassicurazione che l'evento temuto non si realizzerà non serve a niente, la mente ricomincia subito a produrre altri pensieri ossessivi; l'unica soluzione è la terapia.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto