Ansia forte e depressione

Buongiorno gentili dottori sono un ragazzo di 24 anni alla quale la vita non è stata abbastanza generosa.
Circa tre anni fa ho iniziato ad avere nella mia vita un’ansia cronica.
Che per tutti i giorni non mi lasciava.
Mi portava a sentire sintomi fisici e non solo.
Purtroppo riconosco di non avere avuto una situazione familiare presente.
Mi rendo conto di aver subito delle mancanze che oggi mi portano a questo.
Per di più non riesco ad affrontare le situazioni.
Ho una costante voglia di piangere.
Di stare male.
Ho un perenne vuoto allo stomaco e molto spesso vivo in un senso di irrealtà.
E vi voglio chiedere.
Sicuramente avrò bisogno di una terapia psicologica e non solo.
Ma mi chiedo cosa posso fare per restare a galla.
Per eliminare i pensieri intrusivi che mi affliggono, le paure e le ipocondria.
Come faccio a superare queste situazioni, la rottura con una ragazza che mi è successa da poco che mi ha reso tutto più pesante.
Vi chiedo un aiuto perché è molto difficile andare avanti.
E cerco di sopprimere i miei pensieri.
Ma aime sento che sto facendo la cosa più sbagliata di questo mondo, poiché la notte mi ritornano a galla e mi rovinano sonno e riposo.
Grazie in anticipo.
Ma ho bisogno di sapere cosa posso fare e cosa posso pensare.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.2k 967 62
Se soffre da tre anni di questa sintomatologia dovrebbe aver avuto un contatto con uno specialista per un trattamento specifico.


Se non lo ha ancora fatto deve effettuare una terapia psichiatrica per l’introduzione di una terapia specifica.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si le ho fatte, ma per via di altre situazioni , interrompevo o addirittura non credevo alle cure che facevo. Pensa che sia grave? Pensa che riesca ad uscirne grazie 1000

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto