Zoloft che continua a funzionare solo marginalmente

Gentili dottori, sono una donna di 37 anni, soffro di ansia generalizzata e fobia sociale (diagnosticate dallo psichiatra) cui si associa un umore spesso molto basso, tanto da fare pensieri molto brutti, come voler sparire dalla faccia della terra e così via.
Inoltre ho notato che ho frequenti e repentini sbalzi di umore.
Tuttavia la diagnosi è stata quella che vi ho scritto poc'anzi (non so se può essere utile, ma mio padre soffre di ansia generalizzata, ipocondria e disturbo ossessivo compulsivo, mentre mia nonna soffriva di disturbo bipolare).
La mia terapia attuale consiste in 100 mg di zoloft al mattino, e 0, 5 mg di delorazepam al mattino, e 0, 5 la sera.
Assumo lo zoloft a dose piena da 4 mesi circa, e, siccome l'effetto è sempre stato parziale, e gli attacchi di ansia continuavano, mi è stato aggiunto l'en da circa dieci giorni.
Con questa aggiunta le cose vanno meglio, ma gli sbalzi di umore, l'umore depresso e gli attacchi di ansia in determinate situazioni non si sono risolte.
Ultimamente purtroppo, a causa di eventi personali negativi, cui si è aggiunto di recente il lutto di una persona molto cara, il tutto è peggiorato.
Ho chiamato diverse volte il mio medico ma la sua risposta è sempre la stessa, ossia aspettare un altro pochino e poi rivalutare, e questo va avanti da tempo, perchè sostanzialmente non vuole cambiare nulla in quanto per lui questi sono i farmaci migliori ed al dosaggio più alto possibile.
Ho fatto le analisi del sangue e vanno bene (anche i valori della tiroide) sono alta circa 1, 60 e peso intorno ai 52 kg.

In passato ho usato la paroxetina, efficace prima totalmente a 20 mg poi solo parzialmente seppure aumentata a 30 mg, però mi fece ingrassare moltissimo in seguito usai l'escitalopram, ma non sortì alcun effetto neppure dopo mesi a dosaggio pieno...La mia domanda è: ha senso insistere con questa terapia sperando che possa diventare pienamente efficace?
c'è questa possibilità?
Se devo prendere medicine voglio che perlomeno mi tolgano i sintomi, altrimenti che senso ha?
Mi potete consigliare come muovermi?
Grazie.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 991 63
In realtà in caso di non funzionamento della terapia i dosaggi potrebbero essere portati in aumento fino al raggiungimento di una stabilità maggiore.

La presenza di aumento di peso con la paroxetina, la espone con la sertralina alla medesima possibilità.

Teoricamente, quindi, la terapia va cambiata.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2018 al 2020
Ex utente
Dott. Ruggiero , lei pensa che , non avendo funzionato se non marginalmente , a 100 mg , lo zoloft potrebbe funzionare ad una dose maggiore ? Oppure lei opterebbe per un cambiamento di terapia ? In questi casi quali classi di farmaci si possono usare ? perchè a detta del mio medico non esistono altre alternative

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto