Utente
Buongiorno

cercherò di descrivere i sintomi e la mia storia.
Per capire di che disturbo io possa soffrire.

Fin dal 2013 ho accusato saltuariamente ansia, piu da prestazione, nulla di cui mi sono lamentato.

Una leggera ipocondria di natura cardiologica dopo diagnosi di Prolasso mitralico, e da quel momento durante le visite non riesco a stare calmo

Nel 2016, in occasione dell'inizio della mia attività lavorativa accuso problemi x dormire, nel senso che una notte non riesco a dormire e da quella notte ossessivamente pensavo che non sarei più riuscito a dormire, presi benzodiazepine senza controllo, a bassi dosaggi (10 gocce max) ogni notte.
Dopo 1 anno mi rendo conto che non erano quelle che mi facevano dormire, così smetto di assumerle, senza ripercussioni.


tutto bene fino a fine 2019, quando inizio ad avvertire strane "sensazioni" e pensieri bizzarri tipo surreale o irreale.
Fino a che un giorno ho un attacco di panico.
La sera, mi reco in PS dove mi danno 15 gocce EN al bisogno, senza riscontrare nulla a parte ansia e forte tachicardia.
Si succedono giorni in cui sto bene, e giorni in cui ho ansia.
non da attacco di panico, ma duratura e costante, con tachicardia.


Trascorro i primi mesi del 2020 abbastanza bene, con una ricaduta dei sintomi verso agosto, sintomi molto forti e invalidanti, forte senso di derealizzazione, pensieri ossessivi, in particolare l'ossessione di essere malato, pazzo, forte ansia, e difficoltà a dormire.
Gli episodi piu forti avuti di notte mentre non riuscivo a dormire, era come una sensazione di forte tensione dentro la testa, una corda tesa, che percepivo anche fisicamente, risolte con 20 gocce di EN
Sempre da agosto iniziano gli sbalzi di umore, giornalieri

Decido di andare da uno psichiatra, il quale non rileva nessuna patologia in particolare, se non uno stato ansioso accompagnato da leggeri stati ossessivi.
Terapia 5 gocce di Laroxyl 10 gocce di EN, alla sera.
Situazione migliorata.
Non ho piu avuto episodi gravi, permangono qualche volta i pensieri ossessivi, qualche volta ansia, e l'umore è meno ballerino.


Familiarità lato paterno x depressione (padre, non grave) e zie (forme abbastanza gravi depressive).


Se do uno sguardo indietro alla mia vita fino ad oggi, sul lato psichiatrico ritrovo dei punti in comune

Sbalzi di umore: vi erano dei mesi in cui ero piu energico e dei mesi in cui non lo ero, e si ripercuoteva in tutto, sonno, energie, studio, lavoro.

Pensieri ossessivi: difficoltà a lasciare andare gli avvenimenti e a lasciarsi condizionare dal passato, credendo che sia migliore del presente.

Ansia: che non ho mai compreso, se è causa o conseguenza.


Di cosa soffro?
Di qualche patologia dell'umore?
di ansia?
di disturbi ossessivi?

Lo psichiatra al 2ndo incontro mi ha consigliato di continuare la terapia di prima visto i miglioramenti (rispetto ad agosto)

Io ho deciso di tenere un diario dei sintomi in modo da potere valutare un particolare andamento, se cio puo essere utile.

Grazie a chi risponderà

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"il quale non rileva nessuna patologia in particolare, se non uno stato ansioso accompagnato da leggeri stati ossessivi."

Come niente in particolare ? Rileva quello che riportato lo psichiatra, che significa niente di particolare. Comunque, con a cura dice di star bene. Ma dalle domande che si pone sembrerebbe che la parte ossessiva sia attiva ancora, del resto il farmaco non è antiossessivo. Però perché chiede della diagnosi se è Lei stesso che riporta la diagnosi fatta ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
perchè è lo stesso psichiatra che non ha fatto una diagnosi e non ha impostato una terapia mirata alle ossessioni, ma piuttosto all'ansia e al mal di testa (che non è la componente che mi da piu fastidio ed è comunque sporadico) questo quello che mi ha detto. Comunque mi fido e contintuo la terapia anche perchè un pò meglio sto.

Mi ha anche chiesto di effettuare ECG per controllo intervallo QTc, come mai? Lui non è entrato troppo nel merito.

Questi pensieri ossessivi, possono influire sull'umore e farlo oscillare in maniera così brusca come succedeva prima della terapia?

grazie.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
L’ecg è richiesto per usa i farmaci.

Il problema è che la terapia è bassa e casuale, nonostante si rilevi una problematica sottostante.

I trattamenti vanno mantenuti a dosaggi terapeutici efficaci.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4] dopo  
Utente
Ok, ma esistono farmaci anti ossessivi specifici?

grazie

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo che esistono, apposta si notava la cosa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"