Utente
Gentile medici sono stato in cura con paroxetina 20 mg per 2 anni con una risoluzione dei miei problemi completa dovuti ad una caratteristica ereditaria, mio padre soffre dei miei stessi disturbi.
Purtroppo la paroxetina mi ha portato invadenti disfunzioni sessuali...Ho provato a passare alla sertralina ma purtroppo anche a 50 mg il farmaco mi innervosiva troppo.
Sono stato con la sertralina per circa 4 mesi.
Adesso assumo cipralex da circa 3 mesi.
Dopo 5 giorni al dosaggio di 5 gocce il farmaco già ha cominciato a dare effetti positivi che si sono sempre più sviluppati al dosaggio di 10 gocce.
Per circa 20 giorni ho avuto gli stessi benefici della paroxetina, non so per quale motivo però l effetto curativo è calato e sono ormai 10 giorni che non sento più l' effetto pieno che mi ha portato ad una scomparsa dei sintomi del doc ansia.
Non so se nei prossimi mesi il farmaco farà sempre più effetto, di solito tutti gli ssri che ho provato mi hannonsempre guarito al dosaggio minimo consigliato.
Con
Il cipralex non capisco perché per 20 GG ha funzionato bene ed adesso non mi ha ristabilito quella sicurezza.
Che avevo come la paroxetina Questi farmaci funzionano ad accumulo la paroxetina è un farmaco credo più potente.
Non vorrei che con il cipralex avessi un effetto più blando e quindi dovrei ripassare alla paroxetina.
Il cipralex non mi sta dando effetti importanti sul calo libido e disfunzioni sessuali.


Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La sua interpretazione del funzionamento del cipralex è scorretta. Non ha funzionato apparentemente fino ad ora. Un miglioramento nei primi giorni non è l'effetto terapeutico atteso, può essere dovuto a fattori vari, e comunque anche se fosse dovuto al farmaco in sé, non coinciderebbe con la tempistica giusta.
Non funzionano ad accumulo, neanche questo è giusto. Non si accumula niente, i livelli di un ssri sono gli stessi dopo 10 giorni e dopo 100.
Può semplicemente darsi che a questo farmaco non risponda, almeno a questa dose.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Grazie della pronta risposta dott.Pacini. per accumulo intendevo che il farmaco manifesta nel tempo effetti sempre più positivi sui sintomi. Quando presi la paroxetina dopo 2 mesi il medico curante volva aumentarmi il dosaggio ma dopo altri quindici giorni a medesimo dosaggio ho avuto una completa guarigione. Cmq crede che con escitalopram occorre mediamente un dosaggio più alto rispetto alla paroxetina. Il Cipralex sta comunque funzionando bene pensieri sotto controllo ho soltanto un po' più di ansia ed un effetto leggermente più blando riguardo la sicurezza interna.

Grazie buon lavoro

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I dosaggi in mg non si paragonano tra molecole diverse. Ciascuno ha la sua gamma di dosi efficaci, e che siano maggiori non ha niente a che vedere con l'efficacia.
L'efficacia è genericamente paragonabile in base agli studi sui campioni clinici.
Quindi vedrà Lei il bilancio, da come parlava inizialmente sembrava non fosse soddisfatto, mentre invece ora sembra il contrario.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
Il farmaco funziona soltanto ancora non manifesto quella completa sicurezza che ho avuto con la paroxetina. Non so se 50 giorni possa essere un tempo ragionevole per effettuare paragoni visto che la paroxetina l ho utilizzata per ben 2 anni. Il cipralex tiene bene sotto controllo i pensieri ma ancora non mi fornisce quella proprietà rilassante. Non so se con il tempo diverrà sempre più efficace. Dopo un anno di paroxetina riuscivo anche a scalere a 15 mg. Più che altro mi dispiacerebbe aspettare 5 mesi e poi effettuare di nuovo una sostituzione.

Grazie buon lavoro

[#5] dopo  
Utente
Gentili medici , il cipralax che sto assumendo a 13 gocce tiene sotto controllo i pensieri ma mi sembra più attivante rispetto alla paroxetina.
La paroxetina tra gli ssri è quello che ha uno spettro di azione più ampio mi sembra che sia anche quello più noradrenergico , porgo una domanda magari stupida

Anche se i farmaci di prima linea per il doc e fobia sociale sono gli SSRI mi sembra naturalmente da ignorante che alcuni SNRI tipo venlafaxina a dosaggio minimo consigliato ha più somiglianza con la paroxetina rispetto ai colleghi della stessa classe tipo sertralina escitalopram.

Purtroppo non posso tornare alla paroxetina per via delle forti disfunzioni sessuali. Personalmente ho consultato vari medici che non si sono rivelati utili , esempio un medico mi prescrisse la sertralina in quanto riteneva che fosse quello con meno disfunzioni sessuali quando invece statisticamente è esattamente il contrario.

Neanche posso permettermi di cambiare tutte le molecole del mondo.

Grazie buon lavoro.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"è quello che ha uno spettro di azione più ampio mi sembra che sia anche quello più noradrenergico "
No.

" venlafaxina a dosaggio minimo consigliato ha più somiglianza con la paroxetina rispetto ai colleghi della stessa classe tipo sertralina escitalopram."
No.

Sta paragonando due farmaci con la fretta di volerlo fare quando già sa che è presto per trarre conclusioni su ogni aspetto.
Lascerei perdere i ragionamenti su aspetti che invece non può capire in quanto tecnici, rischia di capirli male e di utilizzare termini in maniera fuorviante per il medico che deve valutare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#7] dopo  
Utente
Gentile dott.Pacini io andrò avanti con questa cura, le posso garantire che ho girato molti medici che non mi sembra si siano dimostrati molto preparati. Quando manifestai al primo psichiatra i problemi avevo 22 anni circa , io medico neanche era stato in grado di fare una diagnosi DI DOC. Fortuna dopo è uscito il digitale e mi sono informato , quando ho chiesto io personalmente dopo 22 anni che era il caso forse di utilizzare un antiossesivo il medico specialista mi prescrisse la paroxetina che ha cambiato completamente la mia vita. I medici mi hanno fatto buttare 20 anni in piena sofferenza con rimurginazioni, ogni esame universitario ansia anticipatoria una settimana prima...un inferno .Inoltre mi sono bastate piccole dosi.....di ssri

Scusi Mi sono dilungato sulla mia storia personale.

La ringrazio come sempre buon lavoro.

[#8] dopo  
Utente
Gentile dott.Pacinni mi permetto di chiederle un consiglio. Il Cipralex a dose 10 gocce funziona bene. Quando prendevo il dropaxin dividevo la dose in 10 gocce colazione 10 gocce dopo cena. Credo L emivita del cipralex permette una sola assunzione. Quando prendo la dose la mattina ho un ottima copertura fino alle 6 di pomeriggio. La sera ricompare ansia tremori interni è come se il farmaco finisse di coprirmi bene come avviene durante la mattina. Adesso non sò se dipende ancora da una completa stabilizzazione del farmaco, o se sia preferibile dividere nuovamente la molecola tra mattina e sera. Come ho letto in molti consulti viene indicato che non c'è molta differenza. Mi sembra strano che la sera svanisca questa copertura. Dopo la assunzione il cipralex comincia a funzionare immediatamente.

Grazie buon lavoro

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'effetto terapeutico non dipende da una copertura della fascia oraria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"