Dispnea, ansia e stress

Salve dottori.


Sono un ragazzo di 25 anni, alto 1, 85 e peso circa 70 kg, fumatore ma da qualche tempo ho abbandonato le sigarette tradizionali per passare ad un riscaldatore di tabacco e non pratico attività fisica da circa 2 anni.


Sto scrivendo perché da alcuni giorni avverto una lieve sensazione da dispnea.


Premetto che sono un soggetto ansioso e ipocondriaco già da anni per via di vari accaduti nella mia vita come il problema di alcolismo di mio padre e la separazione dei miei genitori e in più in questo mese dovrei diventare papà di una bellissima bambina, non che la cosa mi dispiaccia ma, il carico di stress è parecchio pesante.



Circa 10 giorni fa ho effettuato la prima dose del vaccino AstraZeneca, e come da prassi i seguenti 2 giorni li ho passati con una leggera influenza e per la maggior parte del tempo senza febbre.



Da circa 5 giorni avverto un lieve sentire di dispnea, che si presente in maniera totalmente casuale sia a riposo sia dopo essere stato in movimento, ma come parecchio tempo fa sotto consiglio della mia psicologa ho eseguito il conto dei respiri in 1 minuto e i respiri non superano mai i 16.



So che la mia ansia e la mia ipocondria portano all’aumento dei sintomi, ma tra tutte le situazioni che sto vivendo, questa cosa in più mi debilita molto e non riesco a vivere al meglio.



Da buon ipocondriaco ho eseguito una ricerca su internet e ho letto che la dispnea è legata a svariate patologie gravissime ma anche ad ansia e stress.



La sensazione che provo è del tutto sporadica e non ha momenti precisi, in pratica provo una lieve difficoltà a respirare e nel momento in cui me ne accorgo il carico d’ansia sale.

La notte dormo tranquillamente senza nessun problema e senza svegliarmi ma dal momento in cui mi sveglio, questa sensazione si presenta di punto in bianco e persiste nel tempo e più volte durante la giornata, ripeto, non avverto fame d’aria in maniera grave, ma solo in maniera lieve e il numero dei miei respiri non supera mai i 16 al minuto, anche se percepisco un po’ il naso otturato e un po’ di muchi in gola, ma in questo periodo di solito soffro di una lieve allergia, e proprio 10 minuti fa ho fatto circa 15 starnuti.



Tempo fa circa 2 anni ho eseguito parecchi esami, sia cardiaci, sia respiratori e anche una RM alla testa, tutti gli esami sono nella norma.



Quindi mi chiedo se questo disturbo è dovuto al mio stress o a qualche patologia fisica.



Soffro anche di cervicale e lombo sciatalgia per via della mia postura dovuta al mio lavoro molto sedentario e anche al mio stile di vita che è uguale al mio lavoro.



Quindi avvolte avverto anche dei capogiri anche se credo che siano dovuti alla cervicale dato che sono seguiti da una rigidità al collo.



Vi ringrazio in anticipo per la vostra risposta.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
La sintomatologia ansiosa sta aumentando a causa di diversi fattori.


È utile che si rivolga ad uno specialista in psichiatria per un trattamento specifico dei suoi disturbi.



Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2018 al 2022
Ex utente
Salve dottore.
Grazie mille per la risposta.

Quindi le mi dice che non c’è nessuna patologia organica ma è tutto dovuto dal mio ’stato d’animo’’?

Grazie ancora.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto