x

x

Schizofrenia e umore depresso

Gentili Dottori,
mio padre di 73 anni, diagnosticato schizofrenico con deliri di tipo mistico religioso, assume da un anno e mezzo 12 gocce di serenase, i deliri e le allucinazioni vengono tenute a bada molto bene anche a questo dosaggio, ma ultimamente presenta umore depresso, mancanza di appetito e di forze, ieri mi ha riferito che gli pesa fare qualsiasi cosa.
Passa molto tempo delle sue giornate in casa seduto sul divano con la tv accesa, a volte dorme e molte altre noto che pur avendo gli occhi chiusi pensa, rimugina.
Ho notato che ogni piccolo problema o stress che si presenta, viene vissuto in modo esagerato.
Potrebbe essere un possibile effetto collaterale del farmaco?
se si come è possibile tenere a bada entrambi i sintomi, visto che gli antidepressivi agiscono sulla dopamina aumentandola, mentre il serenase la abbatte?
Ci sono dei farmaci che agiscono per entrambi i problemi?
Aggiungo, per essere precisa, che questa depressione nel corso degli anni ogni tanto riaffiora, sopratutto dopo periodi di problemi o stress, ma poi gli passa.

Ringrazio anticipatamente
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
La cura della depressione nella schizofrenia è possibile, sia con farmaci antidepressivi che utilizzando alcuni antipsicotici atipici.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore,
la ringrazio per la risposta,da quello che scrive mi pare di capire che la sua depressione non rientra tra gli effetti collaterali del Serenase, ma a una comorbilità con la schizofrenia e quindi dovrebbe associare un farmaco antidepressivo al Serenase? In casa abbiamo il Solian prescritto dal Medico due anni fa,ma sul bigiardino leggo che non deve essere associato al Serenase,quindi quale altro antidepressivo sarebbe utile valutare per evitare di cambiare antipsicotico che ha entrambe le funzioni?
Aggiungo che mio padre è anche ansioso,ha sempre preoccupazioni eccessive e quando deve fare qualcosa, diventa irrequieto fino a quando non porta a termine la questione.
Grazie
Cordial Saluti
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
Non ha senso associare quei due, ma non dovete fare associazioni di vostra iniziativa. Il medico provvederà a giudicare se è fattibile e ha senso trattare sintomi non psicotici non una medicina diversa o altro tipo di modifica.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref