x

x

Ansiolitici e agonismo

Buongiorno dottori, sono in cura da 1 settimana con Xanax 10 goccie 3 volte al giorno a seguito di diagnosi di ciclomania, i sintomi erano ansia mattutina e crisi di panico, con alcuni attacchi di nervosismo nei momenti di forte stress, sto finendo gli studi e nel mentre mi sto sposando e facendo casa nuova, lavorando 3 volte a settimana.

La mia domanda è, siccome sono agonista nel triathlon se la terapia possa darmi problemi con l'attività sportiva e nello specifico il giorno della gara, a seguito di forte sforzo fisico.

Inoltre chiedo se possa compromettere la mia attività lavorativa e di studente nella memoria e concentrazione.

Grazie
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 185 26
La diagnosi che riferisce non esiste. La terapia che sta assumendo, oltre ad essere sottodosata, e quindi probabilmente inefficace, è sintomatica: riduce la sintomatologia ansiosa, ma non agisce sulle cause: alla sospensione i sintomi tornano. Dopo alcune settimane perde efficacia e può dare assuefazione. Può provocare sonnolenza. Si rivolga a uno specialista in psichiatria.

Franca Scapellato

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottoressa e grazie della risposta, mi scuso, la diagnosi è ciclotimia, il medico psichiatra ha detto che questa con Xanax è la dose iniziale poi valutarne l'aumento, sto contattando un centro studi cognitivo comportamentale per iniziare un percorso terapico psicologico, ho fatto anche l'esame della litiemia risultata o,10 meq/l.
Le crisi di ansia e attacchi di panico mi insorgono ogni qual volta devo fare qualcosa di importante( esame, scegliere un pavimento per casa, partecipare ad una gara sportiva)
Devo confessare che sono abbastanza spaventato dalla possibilità che questo disturbo bipolare possa compromettere la mia vita.
Grazie
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 185 26
A che cosa serve il dosaggio del litio se non lo sta assumendo? Se l'ha fatto di sua iniziativa ha speso soldi per niente, se glielo ha prescritto lo psichiatra si rivolga a un altro specialista, e' un esame che non ha senso. La diagnosi e i sintomi che descrive non concordano, e la terapia, oltre che sottodosata, non e' indicata. La psicoterapia cognitiva invece puo' dare ottimi risultati nella gestione dell'ansia e degli attacchi di panico e migliorare la capacità di concentrazione. Non sto dicendo che la psicoterapia e' indicata e i farmaci no, sto dicendo che la terapia che assume adesso non e' adeguata.

Franca Scapellato

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottoressa la ringrazio, inizierò il percorso cognitivo comportamentale e mi farò valutare dal nuovo psichiatra del centro, la ringrazio del suo aiuto.