x

x

Potrebbe configurarsi un problema d’ansia?

Buongiorno Dottori mi rivolgo a voi perché la situazione sta diventando veramente insopportabile.
Sarò il poi breve possibile nel spiegare la problematica.
Parto dal presupposto che durante il periodo estivo ho sempre avuto dei giorni in cui mi sentivo poco bene con debolezza, tachicardia e sensazioni di svenimento, ma erano fenomeni occasionali.
A luglio del 2021 ebbi un episodio simile ma rimase isolato.
Il problema è cominciato a fine luglio quando andai ad effettuare la prima dosa di vaccino.
Nei 15 minuti di attesa successivi comincio ad avvertire tachicardia sensazione di svenimento e non riuscivo a tenere fermo mani e gambe.
Nel giro di un paio d’ore il tutto passa contatto il medico curante che mi dice di non preoccuparmi e che si è trattato di un attacco di panico.
Da quel giorno inizia il mio calvario, tutti i gironi h24 inizio ad avvertire o seguenti sintomi:
Tachicardia, sensazione di svenimento, annebbiamento della vista, extrasistole, dolore addome e petto e vampate di calore, astenia h24.
A quel punto il medico mi fa fare alcuni accertamenti tra i quali analisi del sangue, eco addome è un ecg tutti negativi.
Con l’arrivo di settembre i sintomi si attenuano ma comunque restano e nel mese di ottobre si riacutizzano con la comparsa del formicolio a mani e gambe, fitte alla testa e dispnea.
Il medico mi prescrive visita neurologica, e visita cardiologica e test da sforzo più analisi della tiroide il tutto risulta negativo, i sintomi vanno avanti poi a dicembre contraggo il Covid è la situazione precipita, sto praticamente sempre a letto perché come mi alzo mi sento svenire, piano piano la situazione migliora a gennaio del nuovo anno per poi peggiorare a marzo dove ai sintomi precedenti si aggiunge la nausea, il medico mi prescrive altra visita cardiologica, un rx torace e una tac encefalo senza mdc, tutto risulta negativo.
Ora i sintomi sono ritornati in maniera ancora più forte, premettero che in tutte queste visite ho avuto sospetto diagnostici multipli (poi smentiti dalle analisi) mi hanno liquidato con crisi vagali e che non c’è niente da fare e che ci devo convivere.
Generalmente quando ho questi sintomi basta sdraiarmi sul letto e nel giro di una decina di minuti mi ripetendo.
Ieri però così non è stato nel senso che già dalla mattina ho avuto mani fredde, colorito pallido, sensazione di svenimento e successivamente forte sudorazione mi sono sdraiato la situazione è migliorata ma non completamente scomparsa per poi riacutizzassi in maniera ancora più forte in serata con stessi sintomi della mattina più forte fame d’aria e nonostante mi sia ritirato immediatamente e messo a letto i sintomi si sono solo attenuati e anche stamattina mi sono svegliato con senso di irrequietezza ansia e a volte è come se per qualche secondo il respiro si fermasse.
Vorrei sapere se essere il caso di un disturbo ansioso visto che il mio medico mi ha liquidato e alla stessa domanda che ho posto a voi ha risposto dicendo potrebbe.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,5k 921 271
Non capisco perché, nell'ipotesi tra l'altro iniziale che fosse panico, nessuno però abbia poi provato una terapia per il panico, o comunque incluso una visita psichiatrica per definire la questione.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Guardi , inanazitutto la ringrazio per la celere risposta , l’ipotesi del panico ,inizialmente presa in considerazione, è stata successivamente messa in secondo piano perché secondo il medico gli attacchi di panico durano un periodo determinato di tempo , mente nel mio caso i sintomi durano h24 con poi momenti di acutizzazione , però alla mia domanda se poteva essere un disturbo di panico la risposta è stata potrebbe essere , senza darmi nessun’altra indicazione , sinceramente questa superficialità mi ha dato molto fastidio,più volte il mio medico quando io gli ho detto di stare mela tendeva a sminuire dicendo che se fosse stato qualcosa di grave sarei già morto .Io ormai preso la decisione di consultare lo specialista in tal senso , volevo capire come muovermi .So bene che a distanza e senza una visita diretta è impossibile fornire una diagnosi , vista la vostra esperienza nel campo volevo sapere se i sintomi descritti precedentemente quindi sudorazione , sensazione di svenimento,tachicardia , tremori e formicolii , mani molto fredde sono compatibili con un disturbo di panico
[#3]
Dr. Giovanni Blengino Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 180 10
Buongiorno,
considerati i reperti organici negativi, é possibile. Faccia una valutazione psichiatrica per un corretto inquadramento diagnostico e terapeutico.
Saluti,

Dr. Giovanni Blengino
Medico Psichiatra
Torino

[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,5k 921 271
Gli attacchi di panico hanno una durata, ma in certe fasi vanno e vengono ripetendosi nella stessa giornata e lasciando comunque una situazione di ansia.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto