Situazione terapia

Buonasera, la mia storia inizia 6 anni fa che dopo un periodo di forte stress iniziò a soffrire di fortissimi attacchi di panico, ansia tutti i giorni e una forte ipocondria (paura di avere tumori, di iniziare a soffrire di schizofrenia ecc ecc...).
Dopo un periodo dove ho provato a stringere i denti non ne potevo più e inizio un percorso di psicoterapia e contatto uno psichiatra.
Lo psichiatra mi prescrive escitalopram 10mg al giorno.
Dopo due mesi di assunzione del farmaco senza nessun risultato (solo effetti collaterali) e senza che lo psichiatra mi calcoli decido di cambiare psichiatra che mi toglie escitalopram e mi prescrive 20 mg di daparox.
Grazie a questo farmaco inizio a stare meglio ma mai al 100%, quindi la psichiatra mi aumenta il dosaggio a 30 mg al giorno.
Ho assunto il farmaco per 4 anni a tale dosaggio ma ogni tanto l’ansia e i pensieri intrusivi tornavano e mi facevano stare male.
Dopo l’ennesimo momento no a dicembre 2022, con tantissima ansia e somatizzazioni decido di contattare nuovamente la psichiatra che decide di togliere la paroxetina (al ritmo di 5 mg ogni 30 giorni) e introdurre lo zolft fino al dosaggio di 75mg.
Da gennaio a ora stavo molto bene, con dei momenti di leggera ansia ma che si risolveva entro poche ore, tant’è che con la psichiatra parlavamo che se tutto continuava così a gennaio 2024 potevamo anche decidere di diminuire un po’ il dosaggio.
Purtroppo da un paio di settimane l’ansia è tornata molto forte facendomi sprofondare di nuovo nella tristezza (vivendo il tutto come un fallimento), con momenti di pianto, diarrea e forti sbandamenti.
Io sono veramente disperato perché pensavo che tutto iniziasse ad andare per il verso giusto è che forse sarei riuscito a liberarmi dai farmaci e dall’ansia.
La mia domanda è se la terapia sia corretta e questi momenti fanno parte del processo, o come dovrei procedere.
Premetto che non ho mai assunto benzodiazepine per un periodo continuativo, solo qualche goccia di xanax nei momenti di forte panico, ma adesso saranno almeno 2 anni che non assumo nessun tipo di benzodiazepine.
Grazie mille a chi risponderà.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Il dosaggio della terapia sarebbe ancora basso per cui è logico che ci siano dei fenomeni ancora presenti.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto