Utente 222XXX
buon giorno, qualcuno mi sa dare una definizione ben precisa di cosa sia il doc da relazione?

[#1]  
Dr.ssa Antonella Allegrini

20% attività
0% attualità
12% socialità
IMOLA (BO)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Direi che siamo nell'ambito del Disturbo Ossessivo Compulsivo, in cui però sia le ossessioni che le compulsioni, rigurdano esclusivamente la vita di coppia o relazionale.
Dr.ssa Antonella  Allegrini

[#2] dopo  
Utente 222XXX

EBBENE DOTTORESSA IO HO QUESTO DISTURBO CHE VA E CHE VIENE, DURA MEZZA GIORNATA POI RIESCO A CONVINCERMI CHE TUTTO E' APPOSTO, IO CON LA MIA RAGAZZA STO BENE MA A VOLTE MI ASSALGONO MILLE DUBBI ,DI NON ESSERE INNAMORATO, PAURA DI PROGRAMMARE LA VITA ASSIEME A LEI , PAURA CHE NON SIA LA RAGAZZA GIUSTA PER ME... POI CI STO INSIEME PERCHE' PREMETTO HO PIU' VOGLIA DEL SOLITO DI VEDERLA.
E' POSSIBILE RISOLVERE QUESTI PROBLEMI, PREMETTO CHE IO NON HO NESSUNA VOGLIA DI FARMI SCAPPARE QUESTA RAGAZZA.

[#3]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

indipendentemente da quale contenuto abbiano i pensieri ossessivi è possibile intervenire per liberarsene con una psicoterapia.

La soluzione è questa, se vuole evitare il rischio di mandare a monte una relazione alla quale tiene è meglio che si rivolga ad uno psicologo per parlare di persona di quello che le sta succedendo e di questi dubbi fastidiosi che la tormentano.

Cordialmente,

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#4]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
chi le ha fatto la diagnosi?
Un disturbo che va e viene, ha sempre un disagio di fondo, da analizzare e risolvere all'interno di un possibile percorso psicoterapico, senza mettere a repentaglio la sua relazione di coppia.
Saluti
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5] dopo  
Utente 222XXX

LA DIAGNOSI ME L'HA FATTA LA MIA PSICOTERAPEUTA CHE SEGUO DA 5 SEDUTE, MI HA DETTO CHE IL MIO E' UN DISAGIO FAMILIARE,CHE MIA MAMMA HA SEMPRE AVUTO LA TENDENZA A LAMENTARSI E IO TENDO A IMITARLA.
POI MI HA DETTO DI ALLONTANARMI UN PO' DALLA MIA RAGAZZA E SE REALMENTE QUESTA PER ME NON VA BENE DI NON DISPERARE CHE NE TROVERO' UN'ALTRA,QUESTE PAROLE PERO' MI METTONO ANCORA PIU' DUBBI E MI FANNO STAR PEGGIO. CHE NE PENSATE?

[#6]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Non conoscendo direttamente la situazione non è possibile pronunciarsi, ma di sicuro ha fatto bene a rivolgersi ad una psicoterapeuta: cerchi di avere fiducia nel lavoro che state facendo e chiarisca con lei quello che le crea dei dubbi.
Parlare con lei di tutto quello che la turba e la infastidisce è necessario perchè il lavoro che avete appena iniziato porti a dei risultati.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#7]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Cinque sedute sono davvero pochissime, prosegua con il lavoro terapeutico, vedrà che le sarà di grande giovamento.
Saluti
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it