Perchè quando finisce un amore si sta così male?

Ciao a tutti, dopo un periodo di tira e molla con il mio moroso abbiamo deciso di non sentirci piu..
lui mi sembrava molto distaccato l'ultima volta che ci siamo sentiti... dopo 3 4 giorni, per me un tempo interminabile, visto che noi eravamo abituati a sentirci tutti i girono gli ho scritto, questa cosa mi ha fatto male.

Io non capisco perchè devo stare così male per lui, mentre lui vive così bene e felicemnte senza di me, io soffro e nn capisco un giorno penso una cosa e un giorno ne penso un altra.

Ho pensato a come potrà essere la mia vita in futuro alle cose che voglio. ma questo non mi ha dato sollievo. Continuo a soffrire e il tempo non passa mai, non riesco a stare da sola, perchè penso troppo a lui.

Come si fa a smettere di stare male?
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara ragazza,

la fine di una storia provoca un distacco che può far soffrire esattamente come si soffre quando si perde una persona cara e si vive un lutto.

E' quindi perfettamente normale passare un periodo più o meno lungo di sofferenza, che serve ad archiviare quanto successo e ad andare oltre riorganizzando la propria quotidianità e rivolgendo la propria attenzione ed emotività altrove.
Probabilmente è passato ancora troppo poco tempo perchè tu riesca a farlo.

La reazione alla fine di una storia d'amore è comunque soggettiva e dipende da quale posizione si occupa (essere chi molla o chi è mollato fa una grande differenza) e da quanto si è investito nel rapporto, con sogni e progetti per il futuro.

Se è stato prevalentemente lui a decidere di chiudere è comprensibile che non ti sembri che stia male come stai tu, per quanto ci sia sempre la possibilità di una discrepanza fra quello che prova davvero e quello che mostra all'esterno.

In che senso ci dici che "un giorno pensi una cosa e il giorno dopo un'altra"?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Per esempio la sera dormo molto poco e male, e per esempio l'altra notte come al solito mi sono svegliata e mi sono detta non lo amo e sono ritornata a dormire. Stanotte si sono svegliata e crisi profonda, perchè lui non vuole piu che io faccio parte della sua vita, lui è piu felice senza di me. e anche nel corso della giornata penso, svariate volte cose del genere.
[#3]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Quanto tempo è passato da quando vi siete lasciati?

Vedo inoltre dall'altro consulto che hai paura di poter essere incinta: è ancora così?
[#4]
dopo
Utente
Utente
Nono, non era per me quello è così che ho scoperto questo sito :) che mi sembra molto utile ! be un mese e qualcosa... in teroia... ufficialmente che proprio ci siamo detti basta una decina di giorni..
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

per qualunque evento ciascuno di noi tende ad attribuire un significato personale e quindi il tuo star male dipende da come tu hai costruito e ti stai rappresentando mentalmente la questione.

Per quanto riguarda il cambiare idea repentinamente direi che si tratta di una soluzione che la mente umana attua in casi come questo e che è del tutto normale: serve per cercare di dare un senso e cercare di superare ("non lo amo più", come se ci fosse lo sforzo di dire che non t'importa più).

E' una reazione sana che serve per andare avanti.

Sappi però che, come ti ha già detto la Collega Massaro, è normale sentirsi tristi: bisogna eleborare la perdita della persona amata.

Saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#6]
dopo
Utente
Utente
Io capisco che devo elaborare la perdita della persona amata, però non mi sembra giusta la mia reazione. Cioè perchè la mia mente continua a farsi male? essendo perfettamente consapevole che non esisterà piu niente tra di noi? cioè mi sembra un atto di "masochismo" diciamo. Cioè io nn ho mai sofferto così in tutta la mia vita..
Vorrei ricomnciare a essere felice levandomi lui dalla testa.
Comunque ringrazio tutti per il vostro interesse.
E speriamo che passi tutto.
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

anche la mente ha bisogno dei propri tempi per risistemare e ritrovare equilibrio.
In questi casi il tempo è un fattore che aiuta. Porta pazienza.

Ti faccio tanti auguri.
[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Cara Ragazza,
il dolore per la perdita va analizzato ed adeguatamente elaborato, ogni individuo poi in base alle proprie risorse interiori ed esperenziali, reagisce in maniera del tutto personale e soggettiva.
Quello che succede di solito dopo la fine di un amore, viene deto "Lutto dell'immaginario", in un bellissimo libro di R.Barts ( frammenti di un discorso amoroso), oltre al lutto per la perdita dell'amato, si dovrà elaborare il lutto per le parti di noi contenute nell'altro, cioè come la relazione la faceva sentire e vibrare.
Cari saluti

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#9]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Il problema non è che ti sembri "giusto" o "non giusto", perchè un conto sono le considerazioni razionali (non serve soffrire, tanto ormai è finita) e un altro conto la reazione emotiva (ci soffri comunque).

Si tratta di un'esperienza che bene o male tutti hanno fatto nella vita: non ti resta che accettare che per un periodo i tuoi pensieri saranno ancora rivolti all'accaduto e che quando sarai pronta per andare avanti ti renderai conto che non ci starai più pensando nè soffrendo come prima.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio