Utente 110XXX
Gentili Dottori e lettori,

sono un ragazzo di 31 anni e chiedo il vostro aiuto perchè mi trovo davanti a un bivio. Da un annetto abbiamo regalato un pc portatile a mio padre, quasi 60enne, affinchè si alfabetizzasse informaticamente. Nell'arco di pochi mesi di distanza, sono stato costretto a ripristinare il pc di mio padre poichè infetto da virus di tipo trojan. Ieri mi sono insospettito e ho fatto una cosa grave: conoscevo la sua password email e ho controllato la casella di posta. Non l'avessi mai fatto... ho scoperto che da circa 2-3 mesi mio padre, l'uomo mite, gentile, tutto d'un pezzo, risponde a inserzioni di incontri da specifici siti per omosessuali. Nei messaggi che scrive agli inserzionisti (uomini dai 24-40 anni), si definisce "alle prime esperienze" e cerca incontri...

Non ho nulla contro l'omosessualità, anzi, ma il fatto che mio padre sia "a caccia" mi lascia senza parole. Oggi a lavoro ero uno zombie... non so che fare.
Da una parte mi vergogno per aver violato la sua privacy e mi rendo conto che devo far finta di nulla, lasciare che questo segreto "muoia con me" : mio padre è un uomo silenzioso, pudico e se gli dicessi qualcosa "morirebbe" per l'imbarazzo.
Dall'altro lato ho paura però che il suo "inseguire" questa fantasia lo trascini in un oblio di senza anima, che passano da un'avventura all'altra, per non parlare poi dei problemi di salute a cui potrebbe andare incontro (rischio HIV,Hpv, etc...).

Mio padre è una brava persona, la cui vita sessuale con mia madre è forse inesistente, e non voglio che si faccia del male, che si autodistrugga.

Grazie mille per l'attenzione

[#1]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile utente,

comprendo bene il suo sconcerto di fronte ad una scoperta che penso proprio non lascerebbe indifferente nessuno.

Del resto è possibile che entrare in possesso di un pc a proprio uso esclusivo e con connessione ad internet abbia consentito a suo padre di scoprire un vero e poroprio "mondo" con il quale non sarebbe mai entrato in contatto se non avesse avuto l'occasione di trincerarsi dietro allo schermo di un computer.

Questo vale per lui, ma anche per tanti altri che incappano in contenuti e fantasticano esperienze che mai avrebbero fatto parte della loro vita non avendo la possibilità di utilizzare la Rete.
Per esempio succede che le persone anziane entrino in contatto per la prima volta con la pornografia e/o con contenuti pornografici particolarmente "spinti", di cui prima non sospettavano nemmeno l'esistenza, così come con la possibilità di "incontri particolari" che mai avrebbero organizzato di persona e privi di questo ausilio.

E' dunque possibile che suo padre sia stato stuzzicato dalle infinite possibilità che Internet offre in quest'ambito e che abbia deciso di provare - o probabilmente solo di fantasticare - un'esperienza nuova e diversa.

Il suo sconcerto di figlio è comprensibile, ma provi anche a pensare che suo padre è una persona come tutte le altre, con le sue debolezze e curiosità , e che se sta conducendo una vita di coppia insoddisfacente è facile che cerchi una via d'uscita che gli consenta di provare di nuovo certe emozioni.

Che tipo di rapporto ha con lui?
Siete in confidenza o non avete mai parlato di argomenti legati al sesso e questa sarebbe la prima volta?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]  
Dr.ssa Franca Esposito

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo, comprendo il Suo stupore per questa scoperta inopinata.
Ma vorrei suggerirLe di lsciare trascorrere qualche giorno prima di prendere qualsiasi decisione.
Forse il Suo sconcertio ha due aspetti: che Suo padre sia in cerca di incontri e che siano di tipo omosessuale.
Tenga presente che una cosa e' "essere in cerca" e un altra e' realizzare un incontro davvero.
Rifletta qualche giorno e poi se vuole ne riparliamo. E' d'accordo?
Cordiali saluti
Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#3] dopo  
Utente 110XXX

Grazie mille Dottoresse per il vostro tempestivo supporto. Ho letto attentamente i vostri messaggi, chiari... a fredda riesco a vedere la situazione dai tutti i suoi punti di vista.

Per rispondere alla Dr.ssa Massaro, sia io che i miei fratelli non abbiamo mai parlato di argomenti inerenti il sesso con mio padre, anzi... ricordo quando il più piccolo di noi, quasi 20anni fa, gli chiese che cosa significava "fare sesso", lui si imbarazzò e cambiò argomento. Penso che mio padre abbia dei problemi affettivi... mia madre è una donna forte e negli ultimi 10-20 anni ha eretto tra loro un muro, annientando la passione, la sessualità. In tutta onestà ho passato al microscopio il pc di mio padre (come lavoro faccio l'ingegnere informatico)... per un attimo ho avuto paura che ci fosse dell'altro, magari di più grave... ma per fortuna no.

Per il momento ingoierò questa mia scoperta, cercherò di non pensarci. Come voi dite può essere per lui una forma di evasione e non voglio privarlo delle sue fantasie. Non ne ho il diritto.

[#4]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Ci rifletta un po', come ha suggerito la d.ssa Esposito, prima di decidere se e come intervenire.

Non posso però non farle notare che suo padre, affidando a lei il propio pc perchè lo ripristinasse, non poteva non immaginare che i propri segreti fossero potenzialmente scoperti.
Questo sarebbe stato valido in ogni caso, ma tanto più visto che lei è un ingegnere informatico.

Non posso stabilire che tipo di significato potrebbe avere tutto ciò, ma forse suo padre ha deciso di correre il rischio contando sulla sua discrezione.

In riferimento al titolo della sua richiesta penso che si tratti di una semplice curiosità e non che suo padre possa essere omosessuale: per quanto succeda che persone con questo orientamento si sposino e solo successivamente si dichiarino gay o lesbiche, mi pare di capire che suo padre si sente probabilmente solo e che ha avuto semplicemente l'inaspettata occasione di fantasticare su esperienze mai fatte prima (come lui stesso ha scritto nelle mail che lei ha intercettato).

Bisognerebbe poi però vedere se, giunto al dunque, deciderebbe di andare fino in fondo piuttosto che di tirarsi indietro. Un conto sono le fantasie, un altro la loro attuazione.

Ripensandoci a mente più fredda, ha concretamente il timore che possa fare qualcosa di pericoloso per la propria salute?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#5]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
la scoperta di una presunta omosessualità di suo padre o comunque di una vita online, non deve essere affatto facile da accaettare .
Consideri che il web facilita la realizzazione di fantasie, cha magari, per circostanze , scelte di vita, opportunità, non si erano mai nemmeno potute esplorare.
Sedimenti ancora un pò il suo sentire, per evitare agiti , mossi dalla preoccupazione e dallo sconforto e poi decida se parlare con lui.
Consideri che se pur in ansia, lei è sempre il figlio, non il padre, un suo intervento, se pur amorevole, potrebbe essere destabilizzante.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it