Ansia e panico

salve,ho 27 anni,da quando ho 19 anni dopo aver scoperto di soffrire di esofagite da reflusso gastrico,non avendo avuto neanche un raffreddore fino a quell'età,sono diventato fragile e soffro di ansia e attacchi di panico.quando racconto i sintomi al mio dottore,mi dice che è una cosa ereditaria,quando nessuno nella mia famiglia soffre di questo disturbo....praticamente i disturbi mi vengono tipo una volta al mese(scherzando li paragono al ciclo mestruale femminile)perchè mi durano tutta la giornata con intervalli di 2 ore diciamo e mi durano dai 5-10 secondi?ed in eccezione, mi vengono ho quando mangio cose sbagliate,certe volte risalto per un semplice spavento,dopo un paio di bicchieri di alcol(eppure prima non era così,non facevo una vita proprio regolare)non bevo quasi mai,solo in ricorrenze speciali,in macchina o autobus non posso permettermi di addormentarmi perché anche se il sonno è forte al risveglio cominciano i sintomi.,sembra strano ma certe volte accuso i sintomi lievi dopo aver sentito una parola non detta bene,ad esempio qualcuno dice "benne"anziché dire bene o certe volte quando sono in macchina e sento la radio e c è un cd che salta ho una frequenza che non prende bene,mi da troppo fastidio e mi vengono in mente subito i sintomi di ansia...i sintomi che ho sono giustamente quelli elencati anche in questo sito..paura di impazzire,tachicardia,sempre in tensione,non riesco a concentrarmi su quel che faccio,sul mio futuro,mi preoccupo di tutto,da un po' di tempo penso molto solo a me stesso e poco rispetto a prima a fidanzar,famiglia ecc,facendo il dj non sopporto certe volte mi da fastidio qualche suono in una canzone che subito mi sale l'ansia,quando qualche volta esco fuori paese,mi scappa sempre la pipì in continuazione...allora una mia domanda è,che posso fare per far passare tutto ciò?(dimenticavo che già ho fatto delle cure tra ansiolitici e antidepressivi,per conseguenti perdite di lavoro,ma le cure mi hanno giovato solo quando prendevo i farmaci),cosa mi consigliate di fare?riesco a prendere la vita abbastanza bene,convivendo con questi disturbi,ma voglio uscire una volta per sempre da tutto questa ossessione.....scusatemi se sono stato lungo.....ringraziamenti anticipati a tutti...
[#1]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
>>> allora una mia domanda è,che posso fare per far passare tutto ciò?
>>>

Quello che può fare chiunque si trovi a lottare con se stesso per l'ansia: smettere di lottare e rivolgersi a uno psicologo psicoterapeuta. I farmaci non sempre sono risolutivi, a volte è necessario affiancare una psicoterapia, meglio se di tipo specificamente adatto all'ansia.

Si rivolga a uno psicologo di persona per un parere.

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio per la risposta..Sulla mia domanda avevo dimenticato di scrivere che in passato sono stato da uno psicologo specifico per l' ansia e sinceramente dopo aver fatto le prime 2 sedute a 100 euro a seduta e voleva che ci andassi per mesi e l'uniche cose che mi faceva fare,erano degli esercizi che si possono trovare anche in internet non ci sono andato più(potrei anche sbagliarmi) e lo stesso sono uscito da quello stato diciamo.Ora dopo un bel po' di anni mi è ricomparso questo problema,comunque posso dirle che oggi pomeriggio sono stato dal mio medico curante,che mi ha prescritto una visita neurologica e fino ad allora mezza compressa di xanax al mattino e mezza la sera....perchè gli ho detto che avevo difficoltà i primi minuti quasi ad uscire da casa che subito avevo respiro corto,ansia,attacchi di panico,così fino al giorno della visita mi curo con questi..la ringrazio ancora per la sua risposta e stato gentilissimo
[#3]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Di che esercizi si trattava?

Di che tipo di psicoterapia si trattava?
[#4]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile Signore,
Da quanto riferIsce la sua sintomatologia e' abbastanza invalidante e la sua giovane eta' depone per l'opportunita' di affrontare il disturbo con un approccio combinato ( psicoterapia e farmaci) Naturalmente per affrontare il disturbo occorre una valutazione specialistica che puo' effettuare in una ASL a prezzi contenutissimi.
Si informi presso la su ASL sulla procedura da seguire per avere dei colloqui psicologico/psicoterapeuticci e una visita psichiatrica per un inquadramento farmacologico.
Ci tenga informati. I migliori saluti

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#5]
dopo
Utente
Utente
gentilissimi per le continue risposte.Rispondendo al professor Santonocito,gli esercizi che parlavo erano esercizi di respirazione,pensare di stare calmo parlando quasi con i muscoli del proprio corpo.....Per il dottor Esposito,non capisco la sua frase"la sua sintomatologia è abbastanza invalidante e la sua giovane età ecc ecc"cosa vuol dire,mi devo preoccupare?scusate l'ignoranza.Stamattina vado a prenotare la visita neurologica ma già che so che devo uscire da casa ,ho subito la testa pesante e non mi trovo per niente bene,domani dovrò andare per forza a lavorare,ma sono i primi minuti fuori poi pian pian mi tranquillizzo un po'....vi terrò informati...grazie per l'appoggio che date a chi soffre di questi disturbi.....
[#6]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Se soffre d'ansia è probabile che non abbia bisogno del neurologo, ma dello psicologo psicoterapeuta.

Gli esercizi di respirazione sono generici, NON specifici per l'ansia. Perciò quella che ha fatto non è una psicoterapia specifica per l'ansia.

Le psicoterapie specifiche per l'ansia prevedono compiti comportamentali specifici, ossia concepiti apposta per il particolare tipo d'ansia di cui la persona soffre. Sarebbe la differenza, per fare un paragone, fra un antibiotico ad ampio spettro (generico) e uno specifico per uccidere un determinato batterio, su cui il generico potrebbe non essere efficace.

Ma perché possano essere efficaci, i compiti devono essere assegnati di persona, non online.

Esempi di terapia specifica per l'ansia sono la comportamentale e la breve strategica. Può documentarsi leggendo qui:

https://www.medicitalia.it/minforma/psicoterapia/533-mini-guida-per-la-scelta-dell-orientamento-psicoterapeutico.html

http://www.giuseppesantonocito.it/art_psicoterapia.htm

Ci tenga informati dopo che avrà deciso di rivolgersi di nuovo a uno psicologo.
[#7]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile Signore, lei riferisce una sintomatologia che "limita" la sua liberta',la sua serenita',, per uesto si definiscono invalidanti.

..i <sintomi che ho sono giustamente quelli elencati anche in questo sito..paura di impazzire,tachicardia,sempre in tensione,non riesco a concentrarmi su quel che faccio,sul mio futuro,mi preoccupo di tutto,da un po' di tempo penso molto solo a me stesso e poco rispetto a prima a fidanzar,famiglia ecc,facendo il dj non sopporto certe volte mi da fastidio qualche suono in una canzone che subito mi sale l'ansia,quando qualche volta esco fuori paese,mi scappa sempre la pipì in continuazione>

La mio era percio' una esortazione ad "occuparsi" (non a preoccuparsi in modo sterile.
Va benissimo che lei si rechi alla ASL ma faccia richiesta di una visita psichiatrica e di una consulenza psicologica-psicotgerapeutica ( anche io penso che il neurologo non sia lo specialista più" indicato per la situazione che ci riferisce).
Poi Ci faccia sapere, se vuole. I migliori saluti.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Rispondo sia al dottor Santolocito sia al dottor Esposito,ringrazio ancora per il tempo dedicato sia a me che a tutti,sinceramente anche il medico curante non era molto d'accordo,però io gli ho detto di farla perché anche come scritto nelle mie discussioni precedenti,non capisco il perché del disturbo di una persona che dice una parola male,tipo dire "benne" e non "bene"o quando sento un cd è salta e ci sono quelle interruzioni fastidiose,quando bevo qualcosa di alcolico(anche un sorso)certe volte subito ansia o attacchi di panico,questi almeno di come li capisco io le cose,non sono sintomi scritti e cercati su internet come sintomi che portano ad uno stato di ansia o di panico,per questo vorrei fare una visita neurologica e ripeto tutto questo dopo che a 19 anni mi hanno riscontrato di soffrire di reflusso gastroesofageo......non avendo mai avuto nessun tipo di malattia,neanche il raffreddore(certo togliendo orecchioni e altri che mi sono venuti da piccolissimo e che io non ricordo).Stamattina mi sono informato e come al solito del vivere nel sud Italia,nel mio paese hanno tolto l ASL e per informazioni ed altro dovrei andare fuori città,la visita stamattina non lo potuta prenotare perché mancava innternet,ora vedo su ASL dei paesi vicini e vediamo cosa mi dicono...ancora grazie
[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve,vi informo che ho prenotato la visità neurologica e me l hanno messa per il 24 di agosto 2012,il mio dottore mi aveva detto massimo una decina di giorni e te la fanno.....comunque mi sembra un bel po' tardi perciò chiedo al dottor Esposito come dovrei procedere per andare,parlare con un ASL vicino al mio paese,si parla prima con qualcuno e mi devo recare direttamente nel posto e dire il mio problema?gradirei una risposta da ki mi può aiutare....grazie ancora e buona serata a tutti
[#10]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Prima di dire la sua difficoltà deve trovare il referente medico o psicologo adeguato.
Nelle ausl, cìè lo sportello prenotazioni, chieda soltanto di prenotare una visita sia neurologica o psichiatrica , che una valutazione psicologica.
Consideri, che anche in alcuni ospedali, può trovare il reparto di psicologia

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#11]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Egregio Signore, se ha la richiesta del medico curante telefoni al CUP (Centro Prenorazione Visite Regionale) della sua regione e li' le daranno le disponibilita' più' prossime.
Ci faccia sapere se ha risolto.
I migliori saluti.
[#12]
dopo
Utente
Utente
salve gentili dottori,volevo informarvi che stamattina sono andato nell'ASL vicino il mio paese e la visita neurologica del 24 agosto 2012,l'hanno passata a 14 giugno 2012 cioè fra 3 gg....naturalmente viso il vostro aiuto e come detto da alcuni dottori,vi farò sapere sulla visita e domanderò per un consulto psichiatrico come da voi suggeritomi....ancora grazie per i consigli.....buona giornata a tutti
[#13]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Lieti di averla indirizzata, ci dia notizie, se crede
[#14]
dopo
Utente
Utente
salve gentili dottori,vi informo che oggi pomeriggio ho passato la visita neurologica nella sede dell'ASL vicino il mio paese e sinceramente sono rimasto molto giù di morale.I motivi sono che ho spiegato a questo dottore le cose che anche ho detto a voi,cioè che dopo avermi diagnosticato la gastrite ho incominciato ad accusare questi sintomi, ansioso,nervoso,attacchi di panico,quindi certe volte difficoltà ad uscire da casa per paura di sentirmi male....prima mi a fatto delle domande sulla mia vita,poi nel mentre mi visitava,battito cardiaco,con una lucina negli occhi e altro,sentiva(spero)e non diceva niente,gli ho chiesto pure del come mai primo(sempre prima della gastrite)bevevo alcolici o fumavo qualche canna ed era tutto nella norma diciamo,dopo come spiegato a voi ci ho provato a farlo e sento i classici sintomi dell'ansia e attacchi di panico,e lui mi ha detto che prima il mio corpo c'era abituato,ma cosa vuol dire che da un giorno all'altro il mio corpo non era più abituato?Poi gli ho chiesto che(come detto da alcuni di voi)potevo prendere in considerazione anche uno psicologo e subito lui mi ha detto"perché a te pare che lo psicologo ti risolve i tuoi problemi?"e li mi è caduto il mondo addosso,non sono riuscito a dirgli più niente,ero nel pallone proprio...mi ha dato una cura da seguire per un mese per poi presentarmi di nuovo da lui per vedere come va ma mi ha consigliato di farla per molto tempo la cura(domani vi scrivo la cura perché non capisco molto bene la scrittura del dottore,ma super giù sono farmaci che mi aveva scritto il mio medico curante)dimenticavo,gli ho detto pure che l'anno scorso avevo fatto una cura per l'ansia e nel mentre gli attacchi di panico mi venivano lo stesso e lui non mi ha risposto.Ora non so se chiedo molto,ma vorrei dire,che negli ultimi 8 anni ho preso troppi farmaci,certi anche forti per il mio corpo,per curarmi la gastrite,ma non ci sono dei farmaci al naturale per curare l'ansia?visto che si parla di fare una cura a lungo tempo?devo andare per forza da uno specialista per richiedere più attenzione(sembrava che aveva fretta di finire con me perché c'erano altre persone da visitare,ed ero quasi intimorito nel parlargli),una cura omeopatica,uno psicologo,consigliatemi voi perché mi sento troppo giù di morale...vi prego.....grazie a tutti
[#15]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Più che: "Vada da uno psicologo", che cosa si aspetterebbe che le dicessimo?
[#16]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio per la risposta,ma lei si metta nei miei panni,lei mi dice che va bene uno psicologo,oggi alla visita mi hanno detto che lo psicologo non risolverebbe i miei problemi,io cosa dovrei fare!nulla da togliere per il lavoro che fa lei dottor Santonocito....ma volevo sapere anche se ci sono cure naturali per curare ansia e attacchi di panico....per questo mi sento più confuso di prima ....comunque grazie ancora
[#17]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
E se ci sono cure "naturali" lo viene a chiedere a noi psicologi?

Semmai lo deve chiedere in area medicine non convenzionali.

La psicoterapia non è una cura "naturale", è una cura di prima scelta, come la farmacoterapia, per i disturbi d'ansia.

Le ho già dato tutte le informazioni che le servono alla replica #6, non ha che da rileggerla e seguire i link.

Se qualche neurologo pensa che la psicoterapia non serva, questo è un problema del neurologo, non siamo noi ad aver bisogno di convincerla del contrario.
[#18]
dopo
Utente
Utente
salve allora,la cura che mi hanno prescritto ieri è:xanax,6 gocce,3 volte al giorno dopo i pasti.efexor capsule da 75,una capsula al giorno dopo i pasti,anche il mio dottore mi ha detto che lo psicologo non fa al caso mio,che la mia ansia si deve curare con i farmaci ed una terapia lunga da seguire.Ho letto la mini-guida del dottor Santonocito,ma se io andassi nell' ASL vicino il mio paese e mi informassi per avere delle consulenze con qualche psicologo,potrei parlargli prima casomai di intraprendere casomai la cura psicologo-farmaci o dovrei pagare qualcosa prima lo stesso?grazie
[#19]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Se si rivolge alla Asl pagherà il ticket per il primo colloquio, come per qualunque altro specialista.

Se poi le verrà suggerita una psicoterapia dovrà pagare il ticket per le sedute che farà.
[#20]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo, sento molta diffidenza nelle sue parole e mi dispiace per Lei.
Vorrei se posso darle qualche spunto sul quale riflettere:
L'approccio medico cura "la malattia" e questo spiega la lapidaria frase del neurologo
<perché a te pare che lo psicologo ti risolve i tuoi problemi>
Ha perfettamente ragione, lo psicologo non "risolve i problemi dei pazienti" motu proprio, ma crea delle condizioni, attraverso i suoi interventi, affinche' sia il paziente (cioe' una persona, non una patologia) a risolverli, se si impegna a farlo. Perche' le terapie psicoterapeutico hanno bisogno per ottenere un risultato del desiderio di guarire del paziente. Senza tale desiderio, si, restano solo le medicine, che lavorano sul corpo e non sulla "psiche".
Un'ultima osservazione, più' di una volta lei ha parlato del "pagamento".
A tale proposito vorrei che considerasse che il pagamento delle psicgerapie garantisce proprio che da parte sua sia attivo quel "desiderio di guarire" che sugella il loro successo.
Spero di averle dato dei punti di vista interessanti per lei.
I migliori saluti.

P.s. In quanto psicologi , non medici, non utilizziamo i farmaci e non possiamo darle pareri sulla cura del neurologo.
[#21]
dopo
Utente
Utente
sempre mille grazie per le risposte,allora rispondendo alla dottoressa Esposito,stavolta non è come le altre volte che dicevo poi ci vado dallo psicologo nel mentre avevo un po' di timore di andarci,stavolta voglio andarci dallo psicologo,anche se tanti partendo dal dottore o neurologo mi hanno detto che non si risolve niente,perché conoscendomi e vi prendo l'esempio dell'anno scorso che sempre a causa della gastrite e perciò del limitarmi a mangiare certe cose tipo cioccolata e altre cose,mangiavo tutti i giorni pasta in bianco ed ero dimagrito parecchio,poi quando sono andato dalla nutrizionista mi ha spiegato che la gastrite e soggettiva da persona a persona e come per magia se prima come mangiavo la cioccolata e partivo dal presupposto che mi faceva male,mi faceva male,dopo nella dieta fatta dalla nutrizionista mangiavo la nutella tutti i giorni e non mi succedeva niente,perciò penso che mi farà parecchio bene farmi seguire anche da un psicologo,rispondetemi se sbaglio?....per il fatto del pagamento,scusatemi ma non navigo nel l'oro anzi tutt'altro,come la maggior parte delle persone nel presente,per questo ho detto al dottor Santonocito se nelle ASL si poteva fare una cosa del genere,perché un conto è pagare 90/100 euro a seduta da uno psicologo privato(come avevo fatto per 2 sedute un po' di anni fa)un conto è pagare il ticket per ogni seduta,sperando che i risultati fossero gli stessi,giustamente come dite voi l'impegno mio deve essere primario in tutto...oggi stesso se cè la faccio andrò a prenotare la visita all ASL....TANTISSIME GRAZIE ANCORA.....
[#22]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo,
Nelle. ASL grandi c'e'la possibilita' di accedere a dei pacchetti di psicoterapie pagando un ticket modesto (meno di 50 euro) per un certo numero di colloqui (dipende dalle Regioni e dalle ASL, quindi vada a informarsi presso la sua ASL, e chieda presso quale struttura viene effettuato tale servizio, nonche' le modalita' di accesso (richiesta medico curante etc).
Esistono anche delle associazioni di volontariato che effettuano questo servizio pagando una quota associativa.
Quindi si attivi in questa ricerca (utilizzando le stutture e le associazioni presenti nella sua zona e nelle vicinaanze), che mi auguro sia coronata da successo.
I migliori saluti.
[#23]
dopo
Utente
Utente
salve,volevo informarvi che ho prenotato una visita psichiatrica nella ASL vicino al mio paese per il 14 luglio,ho chiesto pure come detto dalla dottoressa Esposito se in quella ASL avevano quel tipo di pacchetto che pagando un solo ticket si poteva usufruire di un certo numero di colloqui e mi hanno detto che per ora devo passare questa visita poi si vede,ma non ne sono tanto sicuro,eppure un paese che ha più di 100.000 mila abitanti dovrebbe avere una sede ASL grande(ma da siciliano so che in Sicilia tutto può succedere)grazie ancora...vi terrò informati...
[#24]
dopo
Utente
Utente
salve a tutti,come va?comunque dopo tanto tempo mi faccio sentire,sinceramente perché avevo dimenticato questo contatto con voi,perchè dall ultima volta ke mi sono fatto sentire ora lavoro,anche se di notte,xciò o poco tempo per stare davanti al pc.comunque volevo informarmi ke quel famoso 14 luglio ho discusso con una psichiatra nel ASL vicino al mio paese e abbiamo deciso di farmi seguire da uno psicologo,infatti già ho fatto 2 sedute,la terza il 6 settembre e tutto sommato già il pensiero di percorrere questa strada mi fa stare un po' meglio e spero di arrivare alla fine con ottimi risultati......ora volevo chiedervi una cosa,anzi due.una vi ringrazio tutti x avermi fatto prendere questa strada e l altra è,siccome ho fatto già 2 sedute dalla psicologa nell ASL vicino il mio paese,ancora non mi hanno chiesto nemmeno un euro x queste sedute,come mai?cosa significa,ke dovrò pagare tutto a fine percorso?fatemi sapere e grazie ancora a tutti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio