Uomo separato ed età nuova frequentazione

Salve, vi scrivo per chiedere un parere sul comportamento di una persona che mi stà vicino e di cui vorrei capire meglio le intenzioni. Cercherò di fare un breve riassunto, lavoriamo insieme, lui 11 anni più grande di me, separato da circa 6 mesi. Forte stima e simpatia reciproca, io decido di dichiararmi ma forse perchè troppo presto o forse per mancanza di interesse lui non ne vuole sapere. Nel corso dei mesi il nostro rapporto inizialmente raffreddato torna quello di prima, ma anzi ancora più inteso. Esempio: prima della dichiarazione siamo usciti qualche volta a pranzo, dopo la dichiarazione ha rifiutato categoricamente ogni mio invito, dopo le due settimane di "pausa" natalizia mi ha invitato lui a pranzo 3 volte nel giro di 5 giorni...tra le chiacchere che facciamo mi dice che con l'amica con cui si frequenta le cose non vanno tanto bene, mi racconta in parte di lei (nome, professione, separata con un figlio, vivono a 70 km di distanza). Ci tiene a precisare mille volte che è solo un'amica, e non è assolutamente la donna che gli fà battere il cuore, fatto stà che dopo qualche giorno mi racconta che hanno provato ad uscire insieme con i rispettivi figli ( ha usato l'espressione "una specie di famiglia allargata") e che è stato un disastro e hanno litigato parecchio.

Infine vengo a sapere, non dà lui, un dettaglio che mi lascia un pò perplessa:ha 7 anni in più di lui, (praticamente potrebbe essere mia madre) e la cosa che mi stupisce è il fatto che le donne con cui è stato prima da sempre sono più giovani, anche di qualche anno, ma mai più vecchie. Non sò se questo suo cambiamento possa essere solo una sua nuova sperimentazione o altro...voi che dite? Grazie mille
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

se lei è interessata a questa persona dovrebbe fare chiarezza sulle sue intenzioni, cercare di comprendere quanto sia importante e solida l'altra relazione.

Rispondere alla sua domanda relativa all'età, non credo sia importante. Forse lo è più per lei che non si sente più una figura "ideale" per quest'uomo, visto che le sembra aver cambiato target?


Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Io a questa persona sono interessata, ma lui mi ha detto chiaramente di essere ancora molto scottato dalla separazione (è stato lasciato) e che non esiste una donna che gli può far dimenticare l'ex- moglie. Su questo lui è stato chiaro e lo ha ribadito anche di recente parlando direttamente di questa persona. Io credo di dovermi adeguare al ruolo che lui si sente di poter sostenere con me: quello della confidente.

Se lui con questa persona fosse felice, capirei chiaramente che è una relazione importante e che magari lui ha cambiato target, ma il fatto che lui non sia felice e me lo venga a dire (sottolineo di sua spontanea iniziativa, io non gli chiedo mai nulla di questa frequentazione), sapendo bene i sentimenti che ancora provo per lui è un atteggiamento che non capisco, o almeno io nei suoi panni mi comporterei diversamente.
Mi viene più da pensare che sia stato un esperimento naufragato...e quindi mi chiedo...si stà nuovamente guardando intorno???

Aggiungo grazie mille per il parere....ma vorrei davvero sapere secondo voi come interpretare questo cambio di rotta... tra le mille ipotesi che mi sono fatta è che essendo lui separato non vuole coinvolgermi in una relazione a metà per "colpa" del figlio, ma che preferisce stare con persone che sono più simili a lui...
[#3]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

il fatto che lei si senta nel ruolo della "confidente" non fa ben sperare, anche perché lei si è dichiarata e lui in un certo senso si è "ritirato" come se questo coinvolgimento fosse eccessivo.

La sua posizione potrebbe essere gratificante per certi aspetti, ma sicuramente non è completa ed è lontana da una relazione di coppia.

Il "cambio di rotta" può essere ininfluente, ma forse questa persona cerca in questo momento un partner "speculare" per età, figli e status. Una persona più somigliante a lui e con la quale potrebbe condividere i medesimi problemi.

[#4]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
<...sapendo bene i sentimenti che ancora provo per lui è un atteggiamento che non capisco, o almeno io nei suoi panni mi comporterei diversamente.>

Gentile Utente,
sarebbe opportuno chiarisse direttamente con questa persona il motivo delle vostre frequentazioni e delle confidenze che le fa sui suoi rapporti, continuando così rischia di tormentarsi nell'attesa.

Sembra evidente che il comportamento di questa persona la confonda, da una parte non è pronto ad impegnarsi, dall'altra la cerca e le fa confidenze personali, meglio chiarire.

Cosa la frena dal farlo?

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#5]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Mi frena la paura che dopo lui torni freddo e distaccato. Credo che lui senta molto senso del dovere verso di me, per l'età e per il lavoro. Per cui sono convinta che quello che mi dice a mente fredda sia frutto di questo senso del dovere e quindi lui si senta molto frenato con me per questo. Quando si lascia andare invece si confida, alcune volte cerca anche il contatto fisico (spesso mi appoggia le mani sulle spalle o sul collo, quasi abbracciandomi). Se gli dico che mi confonde con questi comportamenti è probabile che torni freddo per paura di farmi male.In più ha già tanti grossi pensieri, il figlio, l'ex-moglie, il lavoro....vorrei cercare di essere un pò la sua isola felice, e non di mettergli altri preoccupazioni. Si chiama masochismo....lo sò.... Grazie mille per il parere
[#6]
Attivo dal 2013 al 2020
Psicologo
Gentile Utente,
da quello che scrive si evince l'interesse che nutre per quest'uomo, tuttavia continuate a relazionarvi in una maniera ancora non definita: è amicizia? è l'inizio di una frequentazione? è altro?
Lei dice che quest'uomo non è ancora pronto per una relazione, crede di poter sostenere ancora il ruolo di " confidente" pur nutrendo un genuino interesse per lui?
Questo potrebbe essere per lei uno spunto di riflessione, per iniziare a gestire al meglio questa situazione.
[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Ragazza,
Ci scrive da novembre palesandoci gli stessi dubbi e perplessità' , ma a quanto pare questo amore non decolla in nessuna direzione.
Da quanto leggo, lei ha tanta pazienza e speranza, ma lui e' abbastanza ambivalente e sfuggente, perche' accontentarsi?

Senso del dovere, razionalità' , scarsa passionalità' , mi sembrano il contro altare del coinvolgimento e Dell' amore, rifletta....

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#8]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Credo che questo sia stato il motivo principale per cui gli ho confidato da subito il mio interesse. Sicuramente non pretendevo che volasse tra le mie braccia, ma almeno che lui fosse consapevole dei miei sentimenti, dato che non ho mail voluto giocare al ruolo dell'amicona con secondi fini.Sicuramente è amicizia, quella c'è già da molto tempo, direi almeno due anni. Per me sarebbe l'inizio di una frequentazione se volesse vedermi anche fuori dal lavoro.
Ad oggi per me il male minore è ascoltarlo, cerco di commentare il meno possibile, più che altro ascolto, in fondo lui ha molto bisogno di essere ascoltato. Sicuramente è difficile il ruolo di confidente, ma sarebbe molto peggio se lui smettesse di parlarmi.
Vorrei cercare di capire meglio cosa pensa lui...
[#9]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Ascoltarlo?
Ma lei non e' una santa, crocerossina, psicologa.....e' una donna coinvolta , innamorata e non ricambiata,mm perche' farsi del male gratuitamente?

Credo che lei sia stata abbastanza chiara, forse e' il momento di cambaire ruolo e di guardarsi dentro e soprattutto " altrove" !!!!
[#10]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Gent.ma Dr.ssa Randone, la mia riflessione in merito è che molti degli uomini o donne che vengono lasciati, dopo molti anni di convivenza e di amore, ci mettano molto tempo per elaborare questa sorta di lutto e a ritrovare il coraggio di lasciarsi andare. Mi sbaglio?
[#11]
Attivo dal 2013 al 2020
Psicologo
Gentile ragazza,
sono assolutamente d'accordo con la collega. Se è coinvolta non può esserci amicizia con questa persona.
I suoi sforzi, il suo ascolto e il suo aiuto hanno lo scopo di mantenere un legame a tutti i costi con quest'uomo che però non ricambia come lei desidera intimamente.
[#12]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Mi dispiace contraddirla, ma spesso le separazioni iniziano molto prima del divorzio giuridico, quello psichico spesso avviene molto prima , quando la coppia inizia a perdere le prime foglie ed a non stimarsi ed amarsi piu' .
Anche i tradimenti sono effetti e non cause di cippie gia' naufragate .

A volte ci vuole tempo per un' adeguata elaborazione del lutto, ma nel caso del suo Collega, sembra che lui abbia gia' ' guardato altrove.

Credo che aspettarlo, amplificherebbe il suo livello di dolore e delusione, se ci fosse stato altro, lo avrebbe gia' capito, questo e' un mio parere con gli ovvi benefici del dubbio e del mezzo telematico
[#13]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Vi ringrazio per il supporto e i pareri su cui rifletterò. Nulla mi vieta di guardarmi intorno, questo è palese, ma nei suoi confronti non me la sento di abbandonarlo ai suoi problemi, cercherò magari di fargli capire che mi sento a disagio su alcuni argomenti. Ma di più non posso fare.

Ripeto che forse o molto probabilmente sbaglio ma se non ci fosse proprio nulla, perchè tornare ancora più bisognoso di prima, dopo essersi distaccato? Ripeto non sono io a chiedergli morbosamente della sua sua vita, e lui che me ne parla....e non è sua abitudine farlo con tutti. Per questo suo atteggiamento ci dovrà essere un motivo...

[#14]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

se questa persona le parla e si confida con lei della sua ex-moglie o dei problemi con questa attuale compagna coetanea, evidentemente non riesce a separarsi né dall'una né dall'altra, con le quali è profondamente invischiato.

La fine di una relazione durata anni non si risolve nel giro di pochi mesi, indipendentemente da chi ha preso la decisione di "rompere" il rapporto.

Lei in questo caso rappresenta il "terzo polo", quindi rischia in un certo senso di essere triangolata come forse già sta succedendo.
[#15]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Buongiorno e grazie per il parere, mi chiarirebbe meglio il termine "Triangolata" ? Grazie
[#16]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Gentile Utente,

solo un termine per spiegare che in realtà non è una comunicazione "esclusiva" tra voi due, ma ci sono altri elementi che la compongono.

Questa persona potrebbe dare un senso "strumentale" alla vostra relazione, un modo, come le dicevo in precedenza, per ricevere semplicemente conforto.

Tale comportamento è chiaramente incentivato dal fatto che lei si presta molto bene in questo ruolo.

[#17]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Anche se doloroso da sentire, significa " adoperata' come supporto psicologico, conforto, sfogo.....
Se fosse amore, coinvolgimento, passione, altro.....la comunicazione sarebbe elettiva
[#18]
dopo
Attivo dal 2012 al 2013
Ex utente
Capisco bene il vostro parere e capisco il lato negativo di questa possibilità. Sinceramente penso che venire "adoperata" come supporto per sfogo o conforto abbia anche dei lati positivi, perchè penso che evidentemente in me vede qualcosa che in altre donne non vede. Non è un sentimento fisico o carnale, però credo che oggi giorno avere la confidenza e la fiducia di una persona non sia poi una cosa di cui vergognarsi. Inoltre aggiungo un dettaglio, perchè mi sembra che la discussione sia un pò divagata: quando io ho un problema o una difficoltà, lui c'è sempre per ascoltarmi o darmi un consiglio o un aiuto pratico, sia che si tratti di qualcosa di personale ma anche lavorativo.Sinceramente mi sentirei usata se questo non avvenisse...

Io non sò se amo quest'uomo lo trovo intellettualmente e fisicamente attraente e vorrei conoscerlo meglio al di là del lavoro, tutto qui per il momento. Scusate e torno alla mia domanda, a cui quasi nessuno ha risposto, il fatto che si sia interessato a una relazione anomala per i suoi canoni, può essere l'espressione di qualche meccanismo in particolare?
Grazie
[#19]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Affatto!
nessuno le risponde perchè non si può risposndere a chi non chiede e non vuole essere letto.
Ripondiamo a lei, che tenta di leggere patologia in una possibile attrazione di quest'uomo verso altro dai suoi canoni e da lei.
saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio