Utente
Gentili dottori,
Vi saluto e vi ringrazio anticipatamente.
Sono un ragazzo di 20 anni, come giá scritto in un post in ambito cardiologico a gennaio mi fu diagnosticata una miocardite tramite RMN con mezzo di contrasto. Il primo holter cardiaco che mi misero segnava circa 15.000 extrasistole sopra ventricolari con presunta canalopatia.
Il giorno in cui seppi la risposta dell'Holter mi entrò un forte senso di ansia e decisi di andare al pronto soccorso. Durante il tragitto non riuscivo a respirare bene finché mi prese un mezzo svenimento dove persi quasi coscienza e subito dopo in preda al panico e tachicardia mi precipitai al PS, dove l'ecg risultava tutto in regola e gli esami del sangue pure. Mi dissero che si era trattato di un attacco di panico. Il giorno dopo mi calmai e come consigliato dal cardiologo mi tenni a riposo cercando di non prendere frescate e prendendo Almarytm per le extrasistole finché non sarei guarito! Per 3 mesi tutto ok (nei quali mi sono sempre tenuto sotto controllo a livello del cuore) finché un giorno dopo una lunga corsa salii in treno ed ero in ansia poiché il cuore mi andava a mille! Mentre ero a sedere in treno cominciai a sudare e ad un certo punto mi si informicolò improvvisamente la tempia sinistra così forte quasi da sentire dolore e credendo mi si fosse bloccata la vena mi alzai in preda al panico e andai subito ad un finestrino a cercare aria!! Dopo circa 15 minuti di panico riuscii a calmarmi!!in questi giorni nel giro di 2 settimane sono finito 3 volte al PS per palpitazioni (credo dovute da ansia ) dove mi hanno dato qualche ansiolitico e mi hanno detto che gli esami erano perfetti! Gli ultimi 2 holter cardiaci che ho fatto nel giro del mese di aprile e maggio hanno evidenziato uno la scomparsa totale delle extrasistole e l'altro 11 extrasistole sopra ventricolari ed i cardiologi mi hanno assicurato che sono quasi guarito e che é tutto perfetto ( anche se sempre in cura con Almarytm )! Il mio più grande dubbio però é questo: ultimamente mi prendono dei momenti (che durano circa 10 secondi) preceduti da ansia o a volte anche così dal nulla in cui improvvisamente mi sembra di svenire, che il cuore mi si blocchi e che non mi arrivi più il sangue alla testa! In questi bruttissimi momenti in cui credo di morire da un secondo a un altro e come stessi per svenire non riesco a stare fermo ma anzi mi viene da fuggire, e se sono sdraiato di alzarmi e di chiedere aiuto!!! Quello che voglio chiedervi é: possono essere secondo voi attacchi di panico o magari é probabile che in quel momento il cuore mi si blocchi e non arrivi il sangue al cervello? Non riconosco inoltre i miei sintomi di DAP con quelli degli altri, poiché mi dicono tutti che con gli attacchi di panico viene da sdraiarsi, da stare fermi e tremare... Io invece scatto subito cercando di chiedere aiuto quasi come se dovessi scappare e dopo queste sensazioni non riesco a stare fermo ma devo camminare su e giù per tranquillizzarmi! Sento anche le gambe molli!!

[#1]  
Dr. Armando De Vincentiis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
(..)In questi bruttissimi momenti in cui credo di morire da un secondo a un altro e come stessi per svenire non riesco a stare fermo ma anzi mi viene da fuggire, e se sono sdraiato di alzarmi e di chiedere aiuto!!! Quello che voglio chiedervi é: possono essere secondo voi attacchi di panico o magari é probabile che in quel momento il cuore mi si blocchi e non arrivi il sangue al cervello?(..)

gentile utente questa lettura le farà capire come funziona il processo che, probabilmente ed inconsapevolmente, lei attua ad ogni crisi
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/816-la-trappola-del-panico.html
saluti
Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

se il medico ha escluso che il problema sia di causa fisica è plausibile che il fenomeno che descrive dipenda dall'ansia, che si esprime in maniera diversa in ogni soggetto che ne soffre.
Il fatto che altri ne soffrano in maniera differente dalla sua non significa che i vostri problemi siano di diversa natura.

Al PS ha parlato con uno psichiatra?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#3] dopo  
Utente
Gentili dottori,
Vi ringrazio per le vostre risposte!
Al pronto soccorso non mi hanno mai fatto parlare con nessuno, nemmeno con una cardiologa ( dal momento che credo che i miei attacchi di panico siano dovuti a questi problemi che ho avuto al cuore).
L'ultimo si é appunto verificato durante un corso di misericordia (soccorritore II livello) dove (dopo dolori sottosternali forse dovuti a gastrite) subito ho chiesto se potevano attaccarmi ad un monitor perché avevo paura che il mio cuore facesse scherzi, e appena mi hanno detto che il monitor non c'era perché l'ambulanza era in servizio, tempo 5 minuti , mentre ero a parlare con un volontario che mi tranquillizzava ed ero in piedi mi sono come bloccato, senso di svenimento improvviso come se cadessi in terra da un momento all'altro e mi é venuto come spontaneo allungare le braccia chiedendo aiuto e dicendo che non mi sentivo affatto bene e cominciarmi a muovere in su é giù non riuscendo per 5 minuti a stare fermo..temendo che questo sintomo si fosse ripetuto... Finché a forza di camminare su e giù piano piano mi sono tranquillizzato....le gambe non me le sentivo più...la mia più grande paura é che questi sintomi non siamo dovuti ad un attacco di panico ma a qualcos'altro....

[#4]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Quelli che descrive sembrano essere attacchi di panico, ma chiaramente deve essere un medico a certificare che non sono malesseri dovuti a cause fisiche.
Ho visto che in Cardiologia le sono state suggerite possibili cause gastriche e tiroidee, oltre che ansiose, per l'extrasistolia benigna che presenta: ha effettuato accertamenti anche in questi ambiti?

Visto che le è stato prescritto un ansiolitico ha provato a prenderlo?
Se sì, si è sentito meglio?

La dinamica che ci rifersce:

"Il giorno in cui seppi la risposta dell'Holter mi entrò un forte senso di ansia e decisi di andare al pronto soccorso. Durante il tragitto non riuscivo a respirare bene finché mi prese un mezzo svenimento dove persi quasi coscienza e subito dopo in preda al panico e tachicardia mi precipitai al PS, dove l'ecg risultava tutto in regola e gli esami del sangue pure. Mi dissero che si era trattato di un attacco di panico"

fa pensare che la diagnosi di miocardite e l'extrasistolia riscontrata strumentalmente le abbiano fatto prendere un grosso spavento e abbiano innescato una serie di preoccupazioni per la sua salute.
Tali preoccupazioni la portano a mantenere una costante attenzione rivolta al corpo, che la conduce ad amplificare ogni suo segnale e a spaventarsi non appena qualcosa cambia.
Tutto questo è tipico delle persone ansiose.

Perchè non prova a parlarne anche di persona con uno psicologo?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#5] dopo  
Utente
Si dottoressa, ho fatto gli esami della tiroide e sono tutti nella norma.
Lunedì ho la gastroscopia perché da un pò di tempo credo di soffrire di gastrite o di esofagite (anche se senza reflusso) per cui mi sto curando con omeprazolo.....anche se dubito che un pò di gastrite mi possa causare i sintomi che le ho descritto!! E per quanto riguarda il cuore sono seguito da due cardiologi che mi hanno rassicurato in tutti i modi!!
Comunque secondo lei i miei sintomi potrebbero essere ricollegabili ad attacchi di panico??

[#6]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
In linea di massima ansia e stress possono produrre qualunque sintomo fisico:
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio di cuore dottoressa!!
É stata davvero chiara con il suo articolo!
Ringrazio anche il Dottor De Vincentiis!
Vi auguro una buonanotte!
Cordiali saluti!

[#8]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Spero che considererà seriamente la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo per affrontare e risolvere il problema.

Se vuole ci tenga aggiornati.
Le faccio tanti auguri,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#9] dopo  
Utente
Buonasera gentili dottori,
Ho nuovi aggiornamenti che spero vi faccia piacere "ascoltare".
Lunedì ho fatto la gastroscopia dove non mi é stato trovato assolutamente niente di strano o anomalo: tutto completamente nella norma. Inoltre oggi ho fatto la prima visita dallo psichiatra come gentilmente consigliato dalla Dr.ssa Massaro anche se é stata solo di "introduzione". Il prossimo incontro é tra 2 settimane. Nel frattempo i dolori al braccio sinistro e sotto l'ascella sinistra sono scomparsi lasciando però spazio a continui giramenti di testa e cefalea durante la giornata! Ed i soliti terrori improvvisi
(Preceduti o meno da ansia) con senso di svenimento e paura di morire persistono anche se meno frequentemente, e di questo sono contento, anche se lo sconforto mi accompagna sempre durante le giornate. Inoltre nonostante la gastroscopia abbia escluso ogni possibile "malattia", la sera dopo cena continuo a sentirmi la pancia e lo stomaco pienissimi ( come stasera nonostante abbia mangiato solo mezza pizza) con continui rutti, che prima non facevo mai! Mia madre insiste nel dirmi che la mente fa brutti scherzi e che é tutto dovuto dall' ansia... A me sembra strano che l'ansia possa riempirmi lo stomaco o causarmi cefalea e giramenti di testa quasi tutti i giorni ma cerco di convincermi sperando che sia davvero così!! Per la cefalea prendo Momentdol!
Vi ringrazio per l'attenzione!

[#10]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
L'ansia può "riempire lo stomaco" mediante l'aerofagia e ostacolando la digestione, con conseguente fermentazione dei cibi che rilascia gas e gonfia stomaco e intestino.

Per quanto riguarda la cefalea, questa può dipendere dalla contrattura dei muscoli di testa e/o collo nell'area nella quale si percepisce il dolore.

Lo psichiatra cosa le ha detto?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#11] dopo  
Utente
Salve gentile dott.ssa Massaro,
Scusi se le rispondo in ritardo!
Lo psichiatra (presso cui a breve dovrei effettuare una seconda visita, e che tra l'altro conosce bene i due cardiologi che mi seguono) mi ha detto che secondo lui i sintomi sono tutti riconducibili ad ansia ed attacchi di panico, escludendo ogni causa organica, dopo aver visto tutti i referti! Ho inoltre effettuato il 30 maggio un test sotto sforzo (ergometrico) dove mi hanno detto che devo stare tranquillissimo e dove mi hanno solo riscontrato un blocco di branca dx incompleto! Per quanto riguarda gli attacchi ora credo di stare meglio dal momento che momenti di terrore improvviso e duraturo non ne ho più vissuti...tuttavia credo che l'ansia mi avvolga durante l'arco di tutta la giornata! Anche oggi ad esempio mi é bastato andare a camminare un pò con la mia ragazza per avvertire subito un continuo senso di sbandamento, abbassamento della vista, affaticamento ( come se non mi arrivasse bene il sangue alla testa) e paura che il cuore si fermasse! Eppure sono sempre stato uno sportivo,...ed adesso non riesco nemmeno più ad andare a camminare....inoltre la sera non riesco più ad addormentarmi prima di mezzanotte per la paura di morire nel sonno (dopo aver sentito di un caso di un 14enne sanissimo a Treviso per aritmia).....sicuramente sono tutte paranoie....però queste sensazioni sono convinto di sentire....colpa delle somatizzazioni?
La ringrazio per la pazienza e cordialmente la saluto.

[#12]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Non penso che lei immagini sensazioni che non esistono, ma che le senta davvero amplificandole a causa dell'enorme attenzione che vi concentra.
Un piccolo fastidio può diventare fonte di enorme angoscia se tutta l'attenzione è concentrata proprio lì ed è accompagnata da pensieri di malattia/morte.

In questo caso:

"oggi ad esempio mi é bastato andare a camminare un pò con la mia ragazza per avvertire subito un continuo senso di sbandamento, abbassamento della vista, affaticamento (come se non mi arrivasse bene il sangue alla testa) e paura che il cuore si fermasse!"

è possibile che per motivi ambientali (caldo e/o umido, luminosità dell'ambiente) lei abbia avvertito un malessere che ha subito amplificato e che in precedenza non avrebbe nemmeno colto, o avrebbe liquidato con una battuta.

Chiaramente poi nel momento in cui si spaventa possono sopravvenire le modificazioni che si presentano normalmente in presenza della paura, come l'aumento del battito cardiaco e della pressione e la sensazione di svenire (che a volte è percepita come tale, ma dipende da un rialzo pressorio).

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#13] dopo  
Utente
La ringrazio molto Dott.ssa Massaro per la risposta!
Le auguro buon proseguimento!