Problemi con ex fidanzata

Salve, vorrei chiedervi un consiglio. Io e la mia ex siamo stati insieme 5 anni, pur amandoci follemente, a causa di vari problemi ci siamo lasciati più di una volta (se avevamo un problema familiare, economico, di studio, non riuscivamo a comunicare in modo pacifico). Sono due anni che siamo stati insieme senza litigare, poi io ho dovuto prendere la sofferta decisone di partire per l'estero. Ci siamo lasciati quando ho preso l'aereo. Nonostante dopo pochi giorni io le abbia detto che sarei ritornato perchè non posso stare senza di lei, è iniziato il calvario. Questa volta lei sembra fermamente convinta di non voler ritornare con me. Mi ripete che mi ama ma con 'la ragione' ha deciso di non voler stare con me. Devo rassegnarmi ad averla persa? Cosa potrei fare per fare? Scomparire? L'ultima volta che ci siamo visti mi ha detto che per la prima volta mi ha abbracciato senza provare rancore e che si è resa conto che davvero sonocambiao (inpratica, io non volevo crearmi una famiglia mente lei si, ora ho cambiato idea. Io ho 29 anni e lei 30.
Spero di essermi spiegato e scusate se vi disturbo, ma sono tre mesi che soffro per questo, ho perso circa 10 chili di peso per l'inedia.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Gentile Utente,

mi pare da quanto scrive che i problemi della coppia non siano riconducibili soltanto a problemi di comunicazione sui quali non vi è la capacità di chiarire...

Mi pare che tutto sia un po' più complicato perchè pensare di voler costruire un pezzo della propria esistenza accanto a qualcuno è importante, ma se queste idee in una coppia non collimano c'è davvero un problema. In altri termini la coppia non deve avere le stesse idee proprio su tutto, ma su alcuni valori certamente sì.

Ora Lei dice però di aver cambiato idea a riguardo. Lo ha comunicato alla Sua ex?
Che cosa è accaduto?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Lei mi ha detto che si è resa conto che io veramente sono maturato in questo senso. L'ultima volta (martedì scorso) le ho scritto anche una lettera in cui le dicevo che è mia intenzione avere un futuro con lei, tipo sposarci e restare nella nostra città. Purtroppo venerdì, le ho mandato un messaggio in cui le esponevo la mia gelosia verso un suo amico. Lei mi ha richiamata per dirmi che stavo sbagliando a farmi queste idee. Alla mia domanda se mi ama ancora lei ha risposto più o meno così: non dovrei dirtelo, perchè questo non cambierà la mia decisone perchè è presa con la ragione, ma ti amo ancora.
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Che cosa conta di fare adesso?
Come crede che potrebbe reagire questa donna?
[#4]
dopo
Utente
Utente
La prima volta che ci siamo lasciati, lei per attirare la mia attenzione mi fece ingelosire e dopo poco ritornammo insieme. Poi dopo sei mesi mi lasciò lei perchè aveva dei sensi di colpa verso il suo ex (che aveva lasciato due mesi prima di sposarsi, lo lasciò perchè non lo amava e lui entro in depressione). Questa seconda volta ci sentivamo e vedevamo spesso ma non tornavamo insieme. Poi io conobbi un'altra proprio quando lei si decise a stare con me. Ci furono 8 mesi di tira e molla con entrambe che finirono la stessa settimana: entrambe mi lasciarono per un altro. Io naturalmente andai da lei. Inizialmente lei mi disse che sarebbe stato inutile insistere con lei perchè ora stava con uomo che la trattava da principessa. Lo lasciò dopo un mese e quando ci vedemmo ritornammo insieme. Da quel momento non ci siamo più lasciati. Io però sono stato un immaturo (poco prima di conoscerla mio padre era morto improvvisamente e in me era nata la paura di legarmi alle persone). Avevo paura del sentimento che ci legava, non lo accettavo e quindi non vedevo un futuro, cosa che lei sapeva. Ora che realmente ho superato questo timore (questo grazie all'esperienza che ho fatto all'estero), lei non vuole darmi un'altra possibilità.
Io rispetto alle altre volte, in questi due mesi, ho cercato di comportarmi da persona matura, ho vitato scenate e gesti d'amore eclatanti ma fine a se stessi. Sono stato sincero, le ho epresso il mio amore e le mie intenzioni serie. Nonostante tutto lei resta ferma nella sua convinzione.
Io adesso avrei deciso di non chiamarla più e di non avere più contatti con lei. E' la giusta decisione?
Aggiungo che lei mi disse qualche settimana fa che vedermi le faceva troppo male. Io già una volta le ho detto che non l'avrei chiamata più, e lei il giorno dopo mi contattò su facebook postandomi delle mie foto che aveva modificato.
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
"Io adesso avrei deciso di non chiamarla più e di non avere più contatti con lei. E' la giusta decisione?"

Gentile utente,

nessuno psicologo può prendere una decisione al posto Suo e neppure permettersi di giudicare una Sua scelta. Potremmo solo capire insieme le motivazioni che muovo tale decisione.

Mi pare però di capire che ci sono tanti attori sul palcoscenico, non soltanto voi due e che spessissimo altre persone entrano sulla scena ricoprendo ruoli molto importanti e non semplici comparse: dice che la Sua ex stava per sposarsi con un altro uomo e poi, a soli due mesi dalle nozze, cambia idea.

Come mai tutta questa confusione? E quante energie dissipate da entrambi? Tutto ciò serve per ingelosire l'altro?

Invece quando, come adesso, cercate di parlarvi serenamente, c'è una frattura totale. Lei che spiegazioni si dà?
[#6]
dopo
Utente
Utente
La questione del 'stava per sposarsi' si riferisce a prima che ci incontrassimo (lei aveva 25 anni).
Lei mi ha confessato che tutte le volte che ci siamo lasciati, si è avvicinata ad altri per farmi ingelosire. Questa volta dice che la sua amicizia non ha questo scopo, mi ha presentato questo ragazzo con cui ho parlato apertamente. Nonostante io le abbia detto che anche se una semplce amicizia, avrei preferito non sapere che cosa fanno, più di una volta, mentre parlavamo lo ha menzionato.
In realtà riusciamo a parlare serenamente l'uno con l'altro, ridiamo, scherziamo e ci abbracciamo. Facciamo anche battute sulla situaione che stiamo vivendo.
Lei non è la mia prima ragazza con cui mi lascio. La fine di una relazione non riesco maia gestirla, ci soffro sempre, ma c'è chi dopo un tira e molla di un mese mi ha detto che non mi amava più e chi ha alzato un muro di silenzio e indifferenza che mi hanno fatto rendere conto che fosse tutto fiito e andare avanti. Con lei nonè la prima volta che è capitato come ho già detto prima, ma questa volta vedo in lei più convinzione nella sceta presa, ma nonriesco a darmi pace per il fatto che lei dice ancora di amarmi (anche se non lo dice esplicitamente).
Quando appunto martedì ci siamo abbracciati e mi ha detto che è la prima volta da tanto tempo che non provava rancore nei miei confronti, io le ho detto che è successo perchè non mi ama più, e leimi ha risosto: non può essere semplicemtente che sia passato il rancore?
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Potrebbe essere, ma a me sembra importante capire adesso quale sono le vostre aspettative sul futuro, sulla vostra storie, sull'altro.

Una consulenza di persona potrebbe aiutarvi, non crede?
[#8]
dopo
Utente
Utente
Il problema è che ora lei non vuole ritornare con me.
Io sono andato già in passato dallo psicologo, mentre ora lei è in terapia per curare la sua ansia e altri problemi.
Adesso io sto vivendo davvero un periodo critico, non riesco a dare l'ultimo esame all'università e vivo con mia madre e il so compagno (con cui vado d'accordo) nella casa di lui che purtroppo si trova in un paese vicinissimo alla mia città, ma non avendo più la macchina ho problemi a spostarmi. In questi tre mesi ho perso molti chili e piango spesso.
Sento molto la mancanza di lei e davvero non riesco a capire se sia veramente finita. Ecco perchè ho chiesto una consulenza sul sito, la domanda che mi pongo in queste settimane, un tarlo che mi sta distruggendo, è il fatto di voler capire se la ragione realmente può prevalere sui sentimenti, se ho qualche possibilità di ritornare con lei o devo arrendermi al fatto di non poter rimendiare ai miei errori nonostante ci siaancora dell'affetto tra noi
[#9]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Gentile Utente,

comprenderà che da qui è difficilissimo risponderLe, ma anche se un Collega La incontrasse di persona, perchè tale decisione dipende da una terza persona che non sta parlando con noi e di cui non sappiamo bene quali motivazioni e intenzioni abbia...

Ad ogni modo, dal momento che questo evento La sta destabilizzando e che comunque è importante concentrarsi anche su tutto il resto, una consulenza di persona potrebbe esserLe utile per far luce sulla Sua confusione.

Saluti,

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test