Fobie e o

Salve,
Sono una ragazza di 18 anni ed ho un problema alquanto serio..circa un anno fa ho cominciato a soffrire di attacchi di panico legati all'idea della morte..nel senso che qualsiasi cosa che potesse ricondurmi a questo pensiero faceva sí che venissi assalita dal terrore più totale le cui manifestazioni erano: tremolio, tachicardia,pianto e insonnia. Ho deciso, perció, di rivolgermi ad un neurologo che mi ha detto che il mio problema consisteva nel disturbo fobico ossessivo. Ho cominciato una cura ma il mio stato di salute nn è affatto migliorato, anzi..alla paura della morte è subentrata quella di poter essere lesbica o bisessuale. .questa ossessione è divenuta cosi insisente e intensa che a volte sembra che sia realtà, cioè il fatto è che nn si tratta solo di un semplice pensiero ma la mia debolezza è che provo a immaginare cosa si prova a essere in quel modo..anche alla vista di una ragazza. ho cambiato neurologo, il quale non mi ha parlato di disturbo fobico ossessivo ma di ansia e depressione, per cui ho deciso anche di affidarmi ad una psicologa. Vorrei aggiungere anche che sono fidanzata ma non ho mai fatto l'amore: non nego di avere paura della prima volta. Vorrei un altro parere esperto. Grazie in anticipo
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4.3k 101 45
<<ansia e depressione, per cui ho deciso anche di affidarmi ad una psicologa>>

Gentile Ragazza,
che tipo di percorso terapeutico sta effettuando, quindi?
Assume dei farmaci?
La psicologa che la segue è anche psicoterapeuta? Che lavoro state svolgendo insieme?


Saluti.

Dr.ssa Paola Scalco, Psicoterapia Cognitiva e Sessuologia Clinica
ASTI - Cell. 331 5246947
https://whatsapp.com/channel/0029Va982SIIN9ipi00hwO2i

[#2]
Dr. Fernando Bellizzi Psicologo, Psicoterapeuta 1.1k 37 6
Gentile Utente,

se chiede a troppe persone rischia solo di aumentare la confusione e, per assurdo, di consolidare ulteriormente i suoi pensieri *ossessivi*, che nell'incertezza generale diventano una certezza.

Credo che dovrebbe lasciarsi un margine di tempo congruo per vedere gli effetti dei colloqui con la psicologa e dovrebbe evitare di chiedere al di fuori di quel rapporto.

Anche perchè questa Sua ansia di sapere e di fare in fretta, è molto probabilmente frutto di ansia.

Si dia il tempo di costruire il clima di fiducia con la psicologa e di lavorare su argomento alla volta, per evitare confusione.

Dr. Fernando Bellizzi
Albo Psicologi Lazio matr. 10492

Insonnia

L'insonnia è un disturbo del sonno che comporta difficoltà ad addormentarsi o rimanere addormentati: tipologie, cause, conseguenze, cure e rimedi naturali.

Leggi tutto