Rumori ad un orecchio


Buongiorno, sono un uomo di 38 anni e da circa 15 anni soffro di ansia ,da tempo mi curo per gli attacchi di panico ma recentemente cioè da circa 5 mesi avevo terminato una cura farmacologica che mi aveva portato a stare decisamente bene. Verso Natale a causa dello scoppio di un piccolo petardo l'orecchio ha cominciato a darmi problemi acustici fastidiosi ma nel giro di un mese l 'orecchio e ' migliorato tantissimo tanto da farmi pensare che sarebbe con il tempo guarito come diceva il mio otorino.Dopo questo mese però sono nuovamente caduto nel vortice del panico e mi sono decisamente fissato a pensare continuamente a quel rimasuglio di problema uditivo che era rimasto vivendolo come una cosa insostenibile che avrebbe rovinato la mia esistenza ed il problema si è' acutizzato anche se in maniera un po' diversa.
Donando chi ne sa qualcosa:
Può essere che le mie ansie amplifichino decisamente il problema uditivo?
Grazie tutti coloro che leggono il mio commento e magari esprimono un suo parere.
Buona giornata !
[#1]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Buongiorno a lei, essendo un soggetto ansioso potrebbe darsi che questo piccolo incidente abbia riacceso una sua tendenza ad ascoltarsi ed anche ad .. amplificare ogni sensazione del suo corpo ora usl versante auditivo.. Forse sarebbe bene chiarirsi con uno psicoterapeuta le cause, anche lontane della sua ansia, ad evitare che ad ogni variazione del suo benessere si riaccenda l'allarme.. perchè essere in ansia significa essere sempre all'erta, come in trincea sta un soldato che si difende e teme i cecchini.. vita scomoda, non crede ?

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#2]
Dr.ssa Mirella Di Calisto Psicologo, Psicoterapeuta 42 1
Caro Signore,
purtroppo non è raro che un malessere fisico si converta o si connetta con una difficoltà psicologica e viceversa: corpo e mente sono da considerarsi come intimamente interconnessi alla creazione di quell'irripetibile unicità che ognuno di noi costituisce.
Per quanto riguarda quindi il suo caso, è possibile ipotizzare che le ansie si siano connesse ai problemi uditivi così come questi abbiano in qualche modo risvegliato le sue ansie in un circolo vizioso da manuale....
Per scoprire il fondamento di quest'ipotesi le consiglio di procedere facendo prima tutti gli accertamenti specialistici riguardanti lo stato della parte fisica al momento attuale (per questo si rivolga al medico di base e pensate insieme se è il caso di fare anche una visita neurologica, in grado di scoprire se vi sono stati danni anche ad un livello più profondo dell'orecchio). A questo potrebbe affiancare anche un percorso di sostegno psicologico che l'accompagni durante e dopo l'iter nella gestione dell'ansia.

Le faccio i migliori auguri e resto in ascolto,

Dr.ssa Mirella Di Calisto
Psicologa Clinica e Psicoterapeuta

[#3]
dopo
Attivo dal 2014 al 2019
Ex utente
Vi ringrazio tantissimo per avermi risposto tempestivamente, da qualche giorno ho preso un appuntamento da una dottoressa psicologa psicoterapeuta per farmi seguire per via delle mie forti ansie, vorrei farvi un'ultima domanda: è possibile risolvere problemi di ansia e attacchi di panico con la psicoterapia cognitivo comportamentale?
Grazie di nuovo e buona giornata a tutti!
[#4]
Dr.ssa Mirella Di Calisto Psicologo, Psicoterapeuta 42 1
Caro Signore,
volendoci soffermare solo sugli aspetti tecnici, la terapia cognitivo-comportamentale, ha la caratteristica di agire direttamente sui sintomi del paziente in modo aggressivo ed in breve tempo.
Mi sento d'aggiungere a questo che ogni percorso psicoterapeutico è diverso e non solo per il tipo di tecnica o di Scuola psicoterapeutica seguita dall'esperto. Ci sono innumerevoli fattori che concorrono alla buona riuscita di un percorso. Tra questi, ormai lo sappiamo grazie alla ricerca in ambito clinico, è di grande importanza la qualità della relazione che s'instaura tra chi chiede aiuto e chi lo fornisce.

Di nuovo i migliori auguri per questo suo nuovo percorso,
[#5]
dopo
Attivo dal 2014 al 2019
Ex utente
Farò sicuramente tesoro della sua risposta, stasera vado al primo incontro ed il suo consiglio non verrà tralasciato.
Prossimamente spero di poter lasciare un messaggio positivo....ci provo con tutto me stesso!
Grazie 1000 a tutti !

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio