Vivere mi fa male

Salve, tra un mese compirò 20 anni. Arrivata a questo punto tiro le somme e penso di essere felice. Di fatto ho tutto quello che servirebbe a definirsi "felici". Ho un ragazzo che amo dell'amore più immenso, e lui da due anni che sta con me mi ha sempre dato tutto, pur avendo dovuto affrontare l'estate scorsa la morte di suo padre (malato terminale da ben 8 anni) e la morte di sua nonna la settimana scorsa, eventi che continuano a segnarlo, ad essere la sua questione esistenziale. Frequento un'università che amo, studio lettere classiche, ho un lavoro occasionale in una libreria, faccio volontariato in ospedale come clown di corsia, la mia famiglia sta bene, seppur i problemi economici rendano l'atmosfera in casa molto tesa e nervosa, a casa non sento la mia privacy, sento di non avere uno spazio dove nascondermi e rifugiarmi dalle frequenti urla inutili, mentre avrei solo bisogno di pace e silenzio in un mio spazio. Ma penso che questo non c'entri, potrei essere la persona più fortunata di questa terra e credo che il mio malessere rimarrebbe. Mi sento un disastro, sono troppo, troppo, troppo emotiva. La vita quotidiana diventa un tormento. Persino l'aria a volte mi urta. Sono un disturbo psicosomatico con le gambe. Colite continua, macchie rosse sulla pelle, caduta di capelli, insonnia e BATTICUORE che mi mozza il fiato e mi chiude lo stomaco. Il mio meccanismo dell'ANSIA si innesca in maniera debilitante per le minime cose. Ho il TERRORE delle malattie, anche un banale raffreddore mi butta nel panico, odio mangiare, fatto legato al mio passato da bulimica e alla mia frustrazione nel portare avanti una dieta vegana che viene derisa dalla mia famiglia e malvista dal mio medico, vorrei vivere di aria.
Leggo moltissimo, faccio danza da anni ( classica e jazz), scrivo poesie, ascolto molta musica, tutte attività così belle da straziarmi alla stregua di qualcosa di doloroso. La complessità della vita e la direzione che voglio dare alla mia, mi confondono e mi spaventano, le forti emozioni di qualsiasi tipo mi fanno venire voglia di mettermi a piangere e a tremare in un angolo. Vorrei vivere tutto e molto intensamente, ma questo, mi fa male, e non so perché. So solo che la cosa più ardua è condividere momenti con me stessa, quando rifletto e rifletto così a lungo senza trovare senso o via d'uscita alla mia condizione. Peso 40 kg e sopporto il peso di questa vita così grande, meravigliosa e dannatamente dolorosa. Come posso liberarmi delle mie ansie? Vivere leggera, senza che gli sguardi della gente per strada mi feriscano, senza che i rumori forti mi facciano venire voglia di piangere, magari smettendo di fumare?
Domande troppo difficili? Non lo so...
grazie
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Cara ragazza, il quadro che descrivi è molto complesso e merita un aiuto specialistico consultando un Collega specializzato in psicoterapia, meglio se ad indirizzo dinamico.

Ansia, somatizzazioni, ipocondria, problemi alimentari, non possono essere risolti on-line o semplicemente smettendo di fumare, implicano un percorso approfondito per integrare l'immagine di sé e imparare a gestire quindi le tue ansie che sono profonde e pervasive.

>>Di fatto ho tutto quello che servirebbe a definirsi "felici"<<
questo è importante, ma come vedi non serve a farti stare meglio, perché dovresti entrare in contatto con le emozioni più profonde, per comprenderle e gestirle.

Ti sei poi rivolta ad un Collega di persona?






Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
Mi trovo assolutamente in sintonia con quanto scritto dal Collega.

Già nel 2012 ci scriveva per condotte autolesionistiche, immagini ancora irrisolte....

O sbaglio?

Anche la psiche, se non curata, peggiora....

Ascolti i nostri suggerimenti e si rivolga ad un nostro Collega, anche presso l'ospedale o la ausl.

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test