Il mio corpo si ribella

Gentilissimi, ho 54 anni e da un paio di anni mi stanno succedendo di tutti i colori, il mio corpo sembra ribellarsi; dal novembre 2013 ho scoperto di avere l'ipb istruttiva alla prostata con PSA sempre alto (quel che basta per dovermi sottoporre spesso al massacro psicologico del test), ho scoperto di avere un glaucoma all'occhio sinistro (in netto peggioramento dall'anno scorso), una lieve, ma anche questa in peggioramento, carenza respiratoria, il colesterolo alto e, proprio stasera, al ritiro dell'istologico, ho un polipo intestinale adenomatoso seppure di basso grado.
È' incredibile vero?
Leggete ancora un po' per favore. 5 anni fa e' morta la mia ex moglie di tumore (l'ho vista morire nel letto consumata dal cancro), ho visto, 4 anni fa, morire mia mamma con l'alzheimer dopo atroci e lunghi patimenti, ho avuto grossi litigi con mio padre subito dopo la morte di mia madre che mi hanno portato ad eliminare qualsiasi rapporto con lui (adesso faticosamente e parzialmente ripristinati), mio figlio è' entrato in una sorta di depressione arrivando a non bere e mangiare quasi più per quasi un anno (adesso la situazione alimentare si è' aggiustata ma il rapporto con lui non va bene per niente).
Mi fermo qua.
Esiste un plausibile legame tra i miei accadimenti e il mio decadimento fisico?
Cosa posso fare?
Grazie per la pazienza.
[#1]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
Non esiste una causa, ma immagino, più d'una.

Psiche e soma sono correlati, se si ammala l'uno segue l'altro e viceversa.

Lei però mette tutto nel calderone: le sue malattie, suo figlio, la sua ex moglie e così via, è come se facesse un ripasso delle sciagure subite.

Il classico bicchiere mezzo vuoto...

Non ci dice niente delle cause cose buone:
Ha un lavoro?
Una nuova compagna?
Altri figli?
Una passione?
Un hobby?

Come mai il rapporto con suo foglio e così deteriorato?


Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si, ha ragione, vedo il bicchiere mezzo vuoto; ma non è sempre andata così.
I rapporti con mio figlio sono stati molto burrascosi fino a che abbiamo vissuto insieme; viene seguito da uno psicologo da oltre 6 anni dal quale esce spesso il termine COMPORTAMEMTO BORDERLINE. Adesso vive in città con aLtra compagni di università e sia lui che io stiamo meglio. Ma non va ancora perfettamente in quanto non studia, non da esami, ha 24 anni ed è sempre al terzo anno di psicologia. Ma rispetto all'anno scorso che era diventato scheletrico abbracciando la macrobiotica ai massimi livelli sono contento. Non ho altri figli obiettivamente nessun hobby e una compagna (non convivente). Ma la mia non e' un'esistenza grigia; mi entusiasmo anche nel fare le piccole cose come andare a ballare, una cena con gli amici, un successo sul lavoro età etc.
Però da due anni qualsiasi esame clinico faccia viene malino.
Mah! Pensare che fare gli esami clinici prima era solo una perdita di tempo.

L'anno scorso di questi tempi un professore urologo mi aveva quasi prognosticato un tumore, mancava solo l'istologico. Sono entrato veramente in crisi.
Sono andato da uno psichiatra che mi ha detto che è normale il mio atteggiamento, non è' depressione perché alla base un motivo esiste. Infatti, cambiato urologo (uomo meraviglioso), non ho più avuto bisogno del lexotan.

A proposito,, dormo pochissimo. Crollo la sera e mi sveglio alle 3 di mattina, a quell'ora leggo quasi sempre cose di medicina, cancri, malattie, rimedi. Vedo sempre Medicina 33 etc etc.

Ma, ripeto, sono anche molto attratto dalle emozioni che la vita riesce ancora a darmi.

Scusi se sono stato un po lunghetto.
Grazie per l'attenzione.
Saluti
[#3]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Caro Signore,
Quanto Lei ci riferisce, tutti i traumi che ha subito, e il Suo essere comunque interessato a quei piaceri che rendono la vita "lieve" come andare a ballare o gustare una cena fra amici, fanno ipotizzare che Lei abbia dei disturbi psicosomatici.
E' il corpo, solo il corpo a farsi interprete e portatore delle conseguenze dei dispiaceri che Lei manda giu' con apparente disinvoltura.
Secondo il modello psicodinamico a cui faccio riferimento, sarebbe il caso che Lei consultasse uno psico terapeuta psicodinamico che operi secondo un modello psicosomatico.
Con lui riuscira' a reindirizzare l'espressione delle Sue emozioni in modo sano, consapevolizzando l'impatto che hanno su di Lei. Perche' non La colpiscano nel modo inconsapevole in cui stanno operando ora.
Ci faccia avere Sue notizie appena stara' meglio!
I miei auguri.

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottoressa , mi documenterò per trovare un professionista con le caratteristiche da Lei indicate.
Per adesso La ringrazio per la cortese attenzione e sarà mia cura aggiornarLa.

Buona serata .
[#5]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Anche io le suggerisco in accolto che vada oltre la sintomatologia.

Un mistero collega potrà aiutarla davvero.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio