Bullismo

Buonasera, vorrei chiedere un consiglio. Dall'adolescenza ho cominciato a subire episodi di bullismo, come risate sul mio aspetto fisico ed il modo mi vestire, le prese in giro, lo scherno fine a se stesso e simili. Ma anche adesso da adulto la situazione non è molto migliorata: i colleghi mi prendono in giro sia quando sono presente ma soprattutto quando sono assente, non riesco a sostenere lo sguardo delle persone quando sono in giro e cosa più imbarazzante di tutte è quando ridono di me anche i ragazzini, gli adolescenti. Un episodio accaduto poco fa è che mentre ero fuori e stavo tornando da una passeggiata questi ragazzini, una decina in tutto, appena sono passato si sono messi a ridere indicandomi e gridando "è passato il rachitico". Mentre i passanti invece che aiutare sorridevano e se ne andavano. Io non ho detto nulla, come al solito, ma perché ho sempre paura delle reazioni. Chi lo sa se questi ragazzini erano armati o pronti a menare le mani? In dieci contro uno non avrei potuto fare granché. E chiamando la polizia cosa avrei risolto? Ai minorenni davvero fanno qualcosa? Insomma sono davvero disperato tanto che non vorrei uscire di casa perché nonostante gli anni che passano sono sempre preso di mira da queste prese in giro. Cosa posso fare? Vi chiedo un consiglio grazie
[#1]
dopo
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

Lei domanda: " Cosa posso fare? "
Posso chiederLe che cosa fa Lei? Credo che con questi ragazzini ha fatto bene ad ignorarli, ma al lavoro che cosa succede? Come mai i colleghi parlano male di Lei, a Suo avviso?
E Lei come reagisce a tutto ciò?

Capita in tutte le relazioni sociali, oppure si tratta di qualcosa legato principalmente al lavoro?

Oltre ad essere magro, quali sono altri aspetti del Suo fisico che diventano bersaglio di prese in giro?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazzo,
Lei ha 26 anni. Non e' un ragazzino. E' un uomo.
Questo inquadramento del Suo "reale" lo sottolineo affinche' Lei consapevolizzi che dare importanza a dei ragazzini non e' solo una cosa inopportuna, ma controproducente.
Se in qualche modo questi ragazzini hanno ricevuto un feed back da Lei questo si` li portera' a considerarLa un soggetto idoneo ad essere schernito!
Ci aveva pensato a questo?
Se Lei ha subito episodi simili in adolescenza e non li ha metabolizzati potrebbe darsi che abbiano lasciato delle tracce in Lei. Che andrebbero rielaborate e superate.
Certo non puo' portarsele appresso per tutta la vita! La porterebbero a vivere in una veste di "vittima" di chiunque riesca a farLa sentire tale.
Il "ruolo" della vittima puo' avere origini lontane, nell'infanzia. E da cosa origini va affrontato! Per non dovere affrontare una vita piena di minacciosi "bulli" che vengono creati dalla propria esigenza che essi esistano!
Ci faccia sapere!

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#3]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Concordo con le Colleghe , che bambino che adolescente è stato Lei, e come è stata la sua carriera scolastica per un verso e la sua storia familiare dall'altra?
A parte il fatto che l'aspetto fisico si può migliorare, il che fa bene a tutti, ma questo suo vissuto di marginalità, insicurezza ,non pensa che possa essere vissuto, perchè compreso ,in modo meno doloroso?
Cerchi di darsi aiuto , cominci ad andare dal medico di base e poi cerchi con lui come farsi aiutare da un Collega anche in una struttura pubblica..
Spero che Lei ci ascolti e cerchi veramente di darsi aiuto , perchè è da Lei che deve partire il cambiamento e la riscossa, coraggio, molti auguri davvero..

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Provi a leggere queste letture, troverà parecchi spunti di riflessione.


https://www.medicitalia.it/news/psicologia/6350-il-bullismo-colpisce-ancora-ragazzino-sui-binari-di-un-treno-adoperato-come-bersaglio.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#5]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio per la completezza delle vostre risposte. Proverò a seguire i consigli e a dare una svolta alla mia vita. Grazie ancora
[#6]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

l'unico consiglio che sento di poterLe dare è quello di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta per poter affrontare e risolvere la problematica che ha descritto qui.

Cordiali saluti,

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio