Principio di erezione involontaria e inopportuna

Salve.
Sono una persona di 33 anni felicemente fidanzato,ma ieri pomeriggio mi è accaduto qualcosa che non mi era mai accaduto prima e mi ha lasciato un po' scosso.
Mi spiego: mia sorella di 27 anni aveva litigato con mia madre ed era andata a piangere in camera sua. Io sono andato per consolarla e tirarle su il morale. Fin qui tutto normale. Lei si lamentava di non avere la fiducia dei miei. io, alla fine del mio discorso di consolazione, ho pronunciato questa frase: io mi fido di te, guardandola negli occhi. E' stato li che, non so per quale motivo, ho sentito che il pene iniziava a formicolare e come se stesse iniziando a gonfiarsi. A quel punto mi sono subito scosso e ho lasciato la camera, mostrando disinvoltura. Specifico che l'erezione non è mai stata raggiunta e controllandomi, nonostante il senso di rigonfiamento, la forma del pene era quella normale a riposo. Non riesco però a spiegarmi questa reazione, anche perché in quella circostanza ovviamente non ero eccitato né avevo stimoli sessuali, cosa che mi fa schifo e ribrezzo al solo pensarci. E' stato come se il pene abbia reagito da solo a quella era una bellissima situazione di condivisione di affetto fraterno. Sono ancora abbastanza scosso. E' come se la mente inconsciamente abbia decontestualizzato le parole. Non lo so, come se in remoto, nonostante io fossi concentrato e partecipe affettivamente alla situazione, la mente abbia pensato inconsciamente a quelle parole che nei film si dicono due amanti guardandosi negli occhi e poi magari baciandosi. Non lo so! So solo che questo non mi era mai successo prima e ora ovviamente voglio cercare di capire se questa sia una cosa, non dico normale, ma almeno possibile che possa succedere.
Vi ringrazio anticipatamente delle eventuali risposte.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

è possibile che accada, ma ritengo che l'aspetto da controllare maggiormente sia questa Sua preoccupazione.
Non legherei affatto quanto accaduto ad eccitazione sessuale o coinvolgimento sessuale con Sua sorella.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr.ssa,
la ringrazio per la risposta.
Posso chiederle a cosa legherebbe l'accaduto? Anche perché ora sono curioso di capire.
La cosa che tengo a specificare è che probabilmente dal testo che ho scritto traspare una preoccupazione maggiore di quanto in realtà ci sia stata. Voglio dire: non ho passato la notte insonne e, da quando è accaduto il fatto, non sono stato li a pensarci sopra continuamente. Solo che essendo una cosa mai capitata prima, con una sorella poi, ci sta che uno si preoccupi. Tutto qui.
Di nuovo grazie per l'interessamento e la risposta.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103


La reazione del pene può essere legata anche ad una forma di intimità psicologica, di condivisione profonda,
quale quella che stava sperimentando nel momento in cui la reazione del pene si è fatta sentire.

Niente di preoccupante.

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Buona sera,
l’uomo va incontro a dei fenomeni detti erezioni spontanee, eventi assolutamente fisiologici che non corrispondono ad uno stato di eccitazione.

Si può avere una erezione spontanea anche ad un funerale

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio