Disturbo bipolare

Mi trovo davanti un bivio e volevo confrontare con degli psicologi allora per quanto riguarda una terapia psicologica uno psicologo dice che devo andare tanti anni in terapia psicologo privato, un altro dice che una terapia lunga crea una dipendenza ed è piu efficace una terapia breve tipo 16_20 incontri psicologo dell asl..cosa ne pensate voi? Vorrei prendere una decisione e volevo confrontarmi con dei professionisti.
[#1]
Dr.ssa Rosalba Anfosso Boscolo Psicologo, Psicoterapeuta 38 4 2
Buongiorno Utente 468473
La durata della terapia psicologica è in relazione al disagio/disturbo/sintomo. Se parliamo di eliminare il "sintomo" trascurandone le "cause" pochi colloqui possono essere sufficienti, (normalmente è il tipo d'intervento delle strutture pubbliche che non possono permettersi di impegnare tanto tempo con un unico paziente). Se l'obiettivo è arrivare alla radice del problema la psicoterapia è la scelta più appropriata, in quanto a valutarne i tempi purtroppo è difficile, le variabili in gioco sono molte, ciò che però è certo è che non crea dipendenza, anzi, l'obiettivo è il raggiungimento di una consapevole, autonoma conoscenza di se'.
La decisione spetta solo a lei!

Dr.ssa ROSALBA  ANFOSSO BOSCOLO

[#2]
Utente
Utente
Ok la ringrazio del suo consul5o mi piacerebbe sentire qualche altro parere se qualcunaltro vuole intervenire
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 18k 586 67
Gentile utente,

chi le ha fatto l diagnosi di disturbo bipolare?
Assume anche farmaci? se sì, quali e coin quale risultato?

Saluti cordiali.
Carla Maria Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#4]
Utente
Utente
Diagnosi di disturbo bipolare fatta dal csm nel 2013 assumo zyprexa 10mg venlafaxina 75mg benzodiazepine 5mg e tolep 600 mg dice la psichiatra che ho tratti borderline e narcisisti
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 18k 586 67
Gentile utente,

la domanda la può porre anche alla Sua Psichiatra,
che la conosce di persona.

Il relazione alle Sua caratteristiche psichiche
rispondo che riterrei preferibile una psicoterapia con obiettivi precisi ma di media durata (non breve),
considerati i tratti border che portano colui che soffre di questo disturbo al bisogno di “abituarsi” alle persone con cui crea un legame.
E che necessitano da parte dello/a Psicologo/a di competenze ed esperienza: dunque necessariamente anche Psicoterapeuta!

Saluti cordiali.
Carla Maria Brunialti
Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto