Utente 372XXX
Buongiorno, non scrivo per me ma per mio marito, che sospetto abbia un qualche tipo di disturbo.
Sapete meglio di me quanto sia difficile per queste persone prendere consapevolezza dei propri disturbi e farsi valutare personalmente , per cui chiedo a voi nella speranza che possiate darmi indicazioni.

In breve noto oggettivamente degli sbalzi di umore notevoli anche nell'arco di una stessa giornata e spesso per nessun evento esterno degno di nota.
Si può passare da episodi che si avvicinano al delirio (illimitata fiducia nelle sue capacità, diventerò ricco , ho avuto un'idea milionaria), con un'ideazione pressoché ininterrotta di idee e progetti che poi puntualmente non riesce a portare a termine ma che una volta iniziati alimentano a dismisura il suo stress perché non riesce a starci dietro.
Lamenta infatti spesso confusione mentale che in certi casi determina insonnia e crisi acute di ansia.
Durante le crisi di ansia vi è una fortissima ipocondria. Qualsiasi piccolo dolore lo associa a una qualche malattia mortale, oppure ha paura di impazzire (testuali parole) o di smettere di respirare addormentandosi.
Il tutto esacerbato dal fatto che lui una malattia seria l'ha avuta, qualche anno fa. Un tumore da cui è guarito ma che forse ha lasciato dei traumi.

Le fasi di insonnia durano qualche giorno.
Il suo carattere "normale" è invece caratterizzato da estrema irrequietezza con atteggiamento ipercritico e perfezionista .
Mi accusa di non fare nulla. Io faccio quel che posso (abbiamo una bambina di un anno che mi impegna tutto il giorno).
Ho l'impressione che mi accusi di non star dietro od avere il suo flusso disordinato di pensieri e progetti, che a me sembra francamente patologico.
In caso di litigio non riesce a gestire i problemi, può arrivare anche allo schiaffo, salvo poi sminuire il gesto.
Vi sono poi momenti in cui è estremamente felice, dolce e giocoso, mostrando un altro sé stesso. Quasi euforico. Mi fa complimenti, mi coccola, mi esalta. In contrapposizione netta a momenti in cui sbaglio tutto, sono una Incapace. Lo stesso atteggiamento lo ha anche nei confronti di sé stesso.
Tutto questo che ho scritto può avvenire anche nell'arco di una settimana.

Non noto la fase depressiva tipica dei bipolari.
Sembra più oscillare fra stati di estrema ansia e irrequietezza a fasi di gioia estrema e grande fiducia.
L'ideazione frenetica è invece praticamente costante. Il suo cervello sembra non riposarsi mai.
So bene che sarebbe opportuno che andasse lui a fare un consulto, ma in mancanza di depressione è ancora più improbabile.
Che ne pensate? Cosa potrebbe avere e come posso aiutarlo?

[#1] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

ci chiede:
"..Che ne pensate? Cosa potrebbe avere
e
come posso aiutarlo?.."


Alla prima domanda, rispondo:
E' impossibile capirci qualcosa da sintomi
descritti da una terza persona (e dunque già "selezionati")
e forse già influenzati da letture varie in Internet (sembrerebbe dalle modalità espositive).
Inoltre una diagnosi è possibile solo di persona.

Alla seconda parte rispondo:
può aiutarlo stimolandolo a rivolgersi al uno Psicologo psicoterapeuta,
oppure rivolgendosi Lei e invitandolo poi in seduta.

Saluti cordiali.
Carla Maria Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicologa europea, Psicoterapeuta, perfez. in Sessuologia Clinica - Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#2] dopo  
Utente 372XXX

Come faccio a portare dallo psicologo qualcuno che pensa di non avere nessun problema?
Lungi da me il voler fare una diagnosi, non ne ho le competenze.
Però ho anche descritto con precisione cosa gli succede quando ha forte ansia.
Questo è un dato oggettivo e non manipolabile dalla mia opinione.
Nessuno può dirmi almeno come inquadrare la fenomenologia?

[#3] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
"..Nessuno può dirmi almeno come inquadrare la fenomenologia?.."

Purtroppo nessuno di noi Psicologi online
di un sito scientificamente serio

tanto più riguardante una terza persona,
che neppure sa che ci stiamo scrivendo.

In sintesi:
Diagnosi: tecnicamente impossibile online
alle spalle dell'interessato: tecnicamente e deontologicamente impossibile anche di persona.


Saluti cordiali.
Carla Maria Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicologa europea, Psicoterapeuta, perfez. in Sessuologia Clinica - Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia