Ex lasciata

Salve,
Ho frequentato una ragazza per 2 mesi, avevo l'impressione che lei volesse una storia seria mentre io non ero convinto.
Ho pertanto chiuso la relazione non volendo farle perdere tempo.
Appena chiusa la relazione però ha iniziato a mancarmi, ho cambiato idea e l'ho ricontattata dopo circa 2 settimane per vedere se ci fosse possibilità di ricominciare.
Lei purtroppo stava già frequentando un altro.
Mi diceva di essere felice con questo ragazzo e che voleva fare di tutto per fare funzionare la storia, in un'altra occasione mi ha detto invece che era già stufa, mi ha inoltre detto che lui non è fisicamente attraente e che non la stimola mentalmente.
A questo punto non so se pensare se la sua storia sia importante o no, temo nonostante tutto di sì perché lei come indole non ha mai avuto storie brevi ed anche quando aveva capito che io la stavo per lasciare ha cercato di fare continuare la storia.
Io sono disperato, dopo avere rotto mi sono reso conto di quanto lei mi piacesse ed ho anche cambiato idea sull'eventualità di una storia seria, anzi adesso vorrei veramente creare qualcosa di stabile con lei.
Sono stato depresso per circa un mese, ho perso 10 chili.
Dopo la rottura ci siamo rivisti una volta, lei frequentava già il nuovo tizio, è stata molto gentile e calda con me, mi ha baciato più volte sulla bocca e stava per baciarmi in maniera completa, ma io ho rifiutato.
Dopo questo incontro è cambiata, è stata molto scortese con me, mi dice di dimenticarla e che non c'è speranza di tornare assieme.
Da notare che lei viene da un divorzio dopo matrimonio di 8 anni in cui il marito l'ha lasciata e lei (per sua stessa ammissione) è molto sensibile all'essere scaricata, per cui è molto arrabbiata con me, anche per il.modo in cui ho chiuso la storia.
Dopo circa 20 giorni di non contatto le.ho.scritto una lunga ed onesta lettera spiegandole il perché del mio comportamento, lei mi ha risposto dicendo ancora che non c'è possibilità che lei torni indietro, però alla fine di ha detto che forse, tra un paio di mesi, ci possiamo vedere per un drink.
Io non so cosa pensare, se questa possibilità di vederci possa darmi una speranza o meno (lei frequenta ancora quel ragazzo, adesso sono 2 mesi)
se la sua storia di adesso è seria e soprattutto non so come comportarmi.
Qualsiasi opinione è apprezzata, sono molto addolorato e.vorrei veramente che lei fosse la donna della mia.vita, non riesco ad accettare di averla persa anche perché il tempo che siamo stati insieme lei sembrava veramente che volesse una storia seria, mi ha anche chiesto, in maniera velata, se.volessi andare a convivere.
Mi chiedo se l'averla scaricata in malo modo come ho fatto io possa aver permanentemente cambiato i sentimenti che lei aveva per me.

Grazie
Carlo
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

tutta questa Sua produzione di ipotesi e di pensieri
sembra sproporzionata alla Vostra frequentazione
della durata di soli due mesi,
tra persone non più adolescenti
bensì negli ... xxanta.

Come si sarà accorto nel corso degli anni,
si fanno delle "prove d'amore"
che poi non funzionano.
Serve rimuginare?

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Attivo dal 2019 al 2019
Ex utente
Grazie per la risposta.
Non so se serva rimuginare e probabilmente lei ha ragione quando dice che è tutto sproporzionato alla durata.
Però per qualche ragione io sono coinvolto in questa storia come mai sono stato prima e, mi creda, mi è capitato di lasciare altre ragazze e non mi è mai importato nulla se vedevano altre persone.
Mi piacerebbe sapere se qualcuno ha idea del perché.
Grazie
Carlo
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
"..Mi piacerebbe sapere del perché..."

Noi siamo Psicoterapeuti,
e non viaggiamo sul registro del "se qualcuno ha idea.."
Esso vale per le chiacchiere tra amici.

Noi indichiamo dei perchè e delle soluzioni.
Ma la Sua domanda non ha risposta,
solo generiche fantasiose ipotesi,
e dunque non adatte a noi Professionisti.

Un percorso di persona La potrebbe aiutare ,
ma non per riflettere sull'altra,
bensì su di sè, l'unica persona di cui disponiamo veramente.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Attivo dal 2019 al 2019
Ex utente
Gentile dottoressa.

Io sono come un paziente che va dal dottore dicendo di stare male.
Lei si è comportata come il dottore che visita il paziente ed alla della visita dice "sì, effettivamente lei sta male" e null'altro.

In più lei mi ha giudicato sulla base della mia età, onestamente non so quale psicologo si sognerebbe mai di dire ad un paziente una cosa del genere, questi sono i motivi dei miei commenti, incongrui secondo lei, moderati secondo me.

Saluti
Carlo
[#5]
Caro utente,

ci pare che lei abbia già tutte le risposte alle sue domande, per cui questo servizio non le offre alcun valore aggiunto.

Lasciamo spazio a chi invece ha veramente bisogno.

Il suo account viene cancellato ed il consulto viene chiuso.

Cordiali saluti
staff@medicitalia.it


Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio