Utente 528XXX
Salve dottori,

soffro d'ansia ormai da mesi, sono in cura con xanax e samyr da meno di un mese e la tachicardia che era presente 24h/24h sembra essersi calmata, ma è qualche giorno che mi manca spesso il respiro e sento una sensazione sgradevole che mi porta sonnolenza, tipo una sensazione di svenimento. queste sensazioni sono arrivate appena la mia pancia si è gonfiata, è così da giorni e mi chiedo; anche questo è associato all'ansia o sono problemi in disparte? associo tutti i miei sintomi all'ansia e sento di andare fuori di testa perché vorrei solamente guarire da tutto ciò. ieri sono andata in guardia medica per la mancanza respiratoria e dopo avermi visitato mi hanno accertata che il mio corpo ce l'ha l'ossigeno necessario, e allora perché continuo a sentire l'aria mancare? ho sempre paura di non uscirne più.. sono io a farne una tragedia o c'è veramente qualcosa che non va? e in questi giorni dovrebbe arrivare anche il ciclo. È possibile che la mia mente sviluppi una mancanza di ossigeno, uno stato di allarme, che in realtà non c'è? Tra poco sarò diciannovenne e non mi va di continuare a vivere nella paura a quest'età, paura di morire o essere stroncata da chissà che cosa. Sto alimentando un disturbo ossessivo pazzesco e vorrei con tutto il cuore fermare tutto ciò prima che sia troppo tardi

[#1]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Carissima,

l'ansia può provocare molti sintomi, fra i quali quelli che lei sta riferendo.
Legga questo articolo al riguardo:
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Le suggerisco anche questa lettura circa la sua paura di morire per l'ansia:
https://www.serviziodipsicologia.it/si-puo-morire-per-un-attacco-di-panico/

Al momento sta semplicemente assumendo un ansiolitico e non sta lavorando su di sè per risolvere il problema: il fatto che i sintomi si siano attenutati con l'intervento farmacologico non è sufficiente e procedere in questo modo non le permette di intervenire su ciò che causa l'ansia, cioè su quegli aspetti psicologici che sono probabilmente rimasti invariati perchè non sono modificabili semplicemente assumendo un ansiolitico.

Le consiglio quindi di rivolgersi ad uno psicologo per agire al meglio in questo momento difficile e trovare una vera soluzione.

Le faccio tanti auguri,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Grazie mille per la risposta dottore.

Oggi ci sono alternati altri sintomi: ronzii alle orecchie e giramenti di testa, anche questi sintomi fanno parte dell'ansia? e aggiungo anche che da ieri sto facendo uso di Sinex aloe perché sento il naso che mi priva di respirare (ho passato settimane con il raffreddore) non so più che fare, oggi sono stata tutta la giornata con i giramenti di testa e tutto ciò che ho fatto è stato riposare. Dovrei effettuare qualche visita in particolare?

E grazie per il consiglio, provvederò a riguardo

[#3]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
In linea teorica sì, ma occorre sempre un consulto medico per stabilire se si tratti o meno di sintomi di natura non organica e quindi psicologica.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it