Utente 542XXX
Salve, sono una ragazza di vent’anni e sto con il mio ragazzo da pochi anni. Il mio problema riguarda la sfera sessuale: ho difficoltà a praticargli del sesso orale. Sono molto combattuta con me stessa riguardo questo, sia perché vedo lui che ci soffre sia perché anche io vorrei essere più attiva nel nostro rapporto. Le cause di questo problema presumo siano principalmente due: gli eventi passati, poiché ho avuto una breve relazione in cui ero praticamente costretta a praticarlo; e gli odori, poiché sono una persona particolarmente schiva e nonostante lui abbia un’igiene intima regolare possono capitare dei momenti in cui gli odori ci sono e credo sia inevitabile, e anche questo un po’ mi blocca. Ho provato tante volte a varcare questa specie di muro che a volte mi sembra insormontabile, e alcune volte ci sono riuscita, però passati quei momenti torno punto e a capo e riinizio a evitare la cosa. Lui cerca di non farci caso, però ci sono alcuni momenti in cui inevitabilmente scoppia e questo problema risalta fuori, poiché lui nei miei confronti non ha alcun tipo di problema a praticarlo. Non so veramente che fare e come comportarmi nei confronti di questo problema, grazie a chi mi aiuterà.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

scrive: "Le cause di questo problema presumo siano principalmente due: gli eventi passati, poiché ho avuto una breve relazione in cui ero praticamente costretta a praticarlo; e gli odori..."

Mi dispiace per la costrizione subita, ma nella relazione attuale credo ci siano degli aspetti molto simili, tipo questo: "...ci sono alcuni momenti in cui inevitabilmente scoppia e questo problema risalta fuori...".

Nell'esprimere la sessualità, ciascuno fa ciò che vuole e non ci trovo un obbligo, se da parte Sua (di Lei che scrive) in questo momento (o anche in futuro) non vuole praticare il sesso orale.

Per Lei è un problema o lo è il fatto che il Suo ragazzo dopo un certo tempo "scoppia" e tira fuori il problema?

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica