Utente 547XXX
Salve dottore. Sono una ragazza di 19 anni, studio giurisprudenza , primo anno. Sono stata sempre una ragazza abbastanza preoccupata per delle cose, varie vicissitudini familiari, ma non ho mai avuto problemi a livello fisico . Frequentavo il terzo anno, ero particolarmente preoccupata per un’interrogazione con una prof pazza totalmente, e lì appuro che stavo avendo il mio primo attacco di panico con tutti i relativi sintomi. Da allora ho iniziato a spaventarmi sempre di più delle mie condizioni , la paura di ricaderci e riprovare una sensazione simile (orribile per chi lo vive ) e come tutti gli ipocondriaci, perché oramai mi definisco tale, ad ogni piccolo dolore associavo una preoccupazione che mi portava a cercare tutti i sintomi su internet. Aggiungo che da un po’ di tempo a questa parte durante i flussi mestruali avverto debolezze, irritazioni a livello mentale e quant’altro. Sono molto sensibile, per cui ogni minimo avvenimento o sconvolgimento negativo mi tocca , al punto tale da agitarmi e da crearmi paranoie. Alterno momenti in cui sono rilassatissima a momenti in cui , Soprattutto sotto esame, sono molto vulnerabile e irritabile.Ho fatto visite e non ho nessun problema a livello fisico se non una lieve anemia ereditaria, che curo integrando ferro via orale. Ho frequentato anche una psicologa che mi ha aiutato a risolvere i miei problemi, anche se a volte si ripresentano sporadicamente .. consigli?

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazza,

io partirei da qui: "Ho frequentato anche una psicologa che mi ha aiutato a risolvere i miei problemi, anche se a volte si ripresentano sporadicamente"

In che modo questa psicologa (era anche psicoterapeuta?) ti ha aiutata a risolvere queste problematiche?

Anche dopo un trattamento può capitare di avere alcuni sintomi che però il paziente ha già imparato a gestire.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 547XXX

Innanzitutto grazie mille per la tempestiva risposta dott.ssa. Sì, era una psicoterapeuta che in poche sedute ha risolto la mia ansia perenne. Naturalmente ho imparato a gestirla a modo mio , evitando di agitarmi e quant’altro. La cosa che ho notato è che l’ansia incrementa durante il periodo premestruale, ne soffro tantissimo e vorrei trovare una soluzione che non sia un contraccettivo