Utente 546XXX
Salve, sono una ragazza di 20 anni. Stavo con il mio ragazzo da 6 anni, abbiamo vissuto un meraviglioso rapporto fino a che qualche giorno fa ha deciso di prendersi una pausa per riflettere perché diceva di essersi invaghito di un'altra persona. Ho sofferto molto per questa notizia. Nei giorni seguenti ci siamo incontrati, mi aveva chiesto di rimanergli amica ma quando ci siamo visti siamo tornati al rapporto affettuoso di prima (baci, carezze ecc). Comprendo il discorso di voler provare nuove esperienze dopo anni insieme, ma il punto è che non vuole perdermi (cerca in me un'amicizia profonda un po strana perché costituita da tutto ciò che facevo prima anche in senso intimo, mentre io ricerco in lui l'amore di prima). Mi ha persino detto di voler tradire la nuova persona con me, e quindi passare in un certo senso da fidanzati ad amanti confermandomi che tutto ciò non lo fa per semplice abitudine nei miei confronti ma perché sta bene e gli va di farlo. Quando siamo insieme, sento che per me prova ancora qualcosa anche se non lo ammette a cuore aperto. Ho deciso di non sentirlo per un po, aspettando che il tempo possa rimettere le cose al posto. Mi rendo conto di alcuni problemi che nella nostra relazione hanno potuto allontanarlo un po, ma ci tengo e vorrei tornassimo insieme. La cosa che mi turba, però, è questa sua voglia di avermi come amante dicendo che non lo fa per abitudine ma perché con me sente di farlo. E allora perché non tornare insieme e riprendere le cose nel migliore dei modi? Vorrei un parere da esperto. Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
ASTI (AT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
"tutto ciò non lo fa per semplice abitudine nei miei confronti ma perché sta bene e gli va di farlo"

Gentile Ragazza,
il punto di vista del suo (ex)compagno è chiaro, ma il suo è altrettanto importante: nonostante il suo turbamento, sarebbe disposta ad accettare tale proposta a queste condizioni?

Se fosse la sua migliore amica a raccontarle ciò e a domandarle un consiglio, cosa le direbbe?

Saluti cordiali.
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
https://www.psicologi-italia.it/psicol