Fobia cambio casa

Buonasera,
ho 30 anni e ho deciso di andare a convivere (è stata una decisione molto complicata e sofferta perchè non molto incline a lasciare la mia unica casa natale).
Nel momento del mio imminente trasferimento e nelle settimane precedenti ho iniziato a sentire una paura immensa crescente fino a sfogare in attachi di panico, pensieri intrusivi, sentimenti di disprezzo verso me stessa per la scelta commessa.
Ora mi ritrovo in una situazione scomoda con il giudizio di tutti addosso e il mio.
Purtroppo non mi è mai capitato di sbagliare sopratutto in una maniera così grossa.
Ora non so come rimediare vorrei cancellare tutto con un colpo di spugna, ma indietro non si può tornare!
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile Utente,

va premesso che può anche capitare di sbagliare nella vita, ma mi pare di capire che la Sua grande difficoltà sia proprio quella di accettare una scelta sbagliata e di temere il giudizio, Suo e di altri.

Posso chiederLe come mai pensa di aver sbagliato?
Riguardo chi e che cosa?

E nel caso avesse pure sbagliato, come mai dice che indietro non si può tornare?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottoressa,
penso d'aver sbagliato perchè in questo momento provo solo cattive emozioni che mi fanno stare troppo male e mi sembra di essere stata una persona immatura ad aver cercato di superare le mie paure troppo grosse. Avrei dovuto aspettare il momento giusto, senza sforzarmi. Troppo traumatico! Temo il giudizio delle mia famiglia e quella del mio compagno. La mia famiglia già mi vede come una vergogna, premetto che fino ad ora sono stata la figlia perfetta di cui non si sono mai dovuti preoccupare.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa