Problemi orientamento sessuale e calo di libido

Salve, sono un ragazzo di 19 anni e non ho mai avuto particolari problemi di salute.

Sono sempre stato uno molto timido e poco sicuro di sé tant'è che sono ancora vergine e non ho mai baciato una ragazza inoltre non ho moltissimi amici.

Questo fatto della poca esperienza però non era un grandissimo peso perché pensavo che prima o poi avrei trovato la ragazza giusta e sarei stato felice.

Il mio problema è iniziato nel febbraio del 2018 quando improvvisamente ho notato un drastico calo dell'attrazione sessuale verso le ragazze, tutte le fantasie e la voglia che avevo erano improvvisamente scomparse.

Prima di allora pensavo sempre alle ragazze e al sesso e mi innamoravo spesso.

Inizialmente pensavo di essere gay poiché fin da piccolo ho fantasie omosessuali riguardanti ragazzi giovani e dotati, questo mi ha buttato molto giù e ho passato dei mesi di inferno.

Da quel momento ho iniziato a masturbarmi molto spesso sia su materiale omosessuale che etero, entrambi mi eccitavano ma quelli etero molto meno di prima e spesso dovevo sforzarmi per raggiungere l'orgasmo.

Questa situazione è durata tre anni in cui ho ritrovato una relativa serenità e mi capitava di passare settimane senza avere fantasie omosessuali, tutto questo fino allo scorso mese, quando ad un certo punto ho notato che l'attrazione verso le ragazze era completamente scomparsa e guardare un porno etero non mi faceva minimamente effetto.

Da quel momento è iniziato un periodo davvero brutto perché di nuovo mi ero convinto di essere gay.

Devo sottolineare che però non mi sono mai innamorato di maschi ma solamente di femmine e che durante il primo "blocco" del 2018 ero molto preso da una ragazza che però non mi ricambiava e io ci stavo male.

Io non riesco ad accettare di essere gay perché non riesco ad immaginarmi innamorato di un uomo ma tutte le mie certezze stanno oramai cadendo.

L'anno scorso ho iniziato a conoscermi più profondamente con una mia amica e penso che mi piaccia e penso anche di essere ricambiato, questo mi fa molto soffrire perché sento come un blocco che mi impedisce di avere attrazione sessuale per lei e ritengo questo aspetto molto importante in una relazione.

Pratico sport a livello abbastanza alto (seconda categoria) e spesso mentre ero in spogliatoio sotto la doccia coi compagni di squadra ho cercato di capire se fossi davvero attratto dai ragazzi ma non ho notato particolare attrazione verso di loro se non in alcuni rari casi dove il soggetto in causa aveva in genere un fisico che io ritenevo più bello del mio e che invidiavo.

Può darsi che il mio problema sia dovuto ad un eccessiva masturbazione o ad un effettiva omosessualità repressa?

Scusate se sono stato poco chiaro, è la prima volta che parlo con qualcuno di questo problema.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,9k 464 103
Gentile utente,

come avrà visto visitando il blog,
la tematica che Lei presenta è assai diffusa.
Per lo più afferisce all'ansia e ai pensieri ripetitivi e ingombranti.

Come ciò si produca,
lo potrà approfondire qui:
https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/790-fossi-omosessuale.html .

Però per avere una diagnosi,
quella che Lei implicitamente richiede attraverso il Suo titolo
"Problemi orientamento sessuale e calo di libido",
non è sufficiente un consulto online, occorre una consulenza di persona presso uno Psicologo, meglio se Psicoterapeuta.

Sono ormai quasi due anni che Lei soffre a causa di questo dubbio;
perchè non affrontarlo in presenza? gli Psy esercitano anche in fase rosso-Covid. Se ne parla con il Suo medico di base, potrà chiedere di essere inviato all'Unità di Psicologia dell'Azienda sanitaria della Sua città (solo ticket).

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Molte grazie per la risposta, nei prossimi giorni andrò dal mio medico di base per farmi dare le informazioni necessarie per intraprendere questo percorso perché purtroppo non sono mai stato dallo psicologo e sono poco informato in questo ambito.
Inoltre non ho molti contatti con il mio medico di base e le poche volte in cui ci sono stato (problemi dovuti allo sport) non mi è sembrato molto affidabile ma penso che potrò fare questo sforzo poiché la situazione sta diventando davvero insostenibile.
Grazie ancora e buona serata.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test