Strano vizio sin dalla nascita

Buona sera, vi scrivo perché vorrei capire esattamente perché ho questo "vizio", se è un vizio, e come posso eliminarlo.

Premetto che è alquanto disgustoso.
Sin da quando ero piccolissima, più o meno dai 2 anni, ho sempre avuto questa sorta di vizio (ora ne ho 21) che consiste nell'odorare, spesso nell'arco della giornata, il terzo dito di tutte e due le mani.
Alcune volte capitava che me lo passassi nell'anno o nella vagina e poi l'odorassi per minuti.
Non so come spiegare ma è come se, nonostante sia un caso abbastanza disgustosa, appena lo faccio mi sento molto meglio e non mi danno per niente fastidio gli odori anzi è come se mi facessero piacere.
È ormai da un'anno che sto seguendo un persorso psicologico, ho affrontato tutte le mie paure, ansie, problemi etcc... Sono entrata a conoscenza di soffrire di ansia e depressione cronica ma fortunatamente ora riesco a gestirle bene.
Ho mio padre che soffre di Schizofrenia ma io fortunatamente non ho alcun sintomo e sono lucida, faccio ragionamenti sensati etcc... A detta del mio psicologo.
Ormai sono alla fine del percorso.
Ora questo vizio/tick cosa è?
Mi devo preoccupare?
Vorrei eliminarlo anche perché è molto poco igienico e sgradevole.
Vi ringrazio per l'attenzione.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
Gentile utente,

Come mai non ha affrontato con il Suo Psy il Suo *strano vizio fin dalla nascita*?
Lo faccia, prima di concludere il percorso.

Noi qui ci meravigliamo quando - pur avendo a disposizione uno/a Psicologo in presenza - le persone pongono a noi online quesiti di stretta pertinenza di un percorso.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve, ho già affrontato questo argomento con la mia psicologa, mi ha detto che è vizio e che per eliminarlo devo eliminare la mia a zia. Vi ho scritto perché volevo un'altra parere professionale a riguardo.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
Gentile utente,

ho forti dubbi che la Sua Psicologa abbia utilizzato la parola "vizio", perchè essa non appartiene al linguaggio psicologico, bensì morale.

Tenga conto che le parole che usiamo contengono degli impliciti giudizi, forse "vizio" sarà l'etichetta che Lei affibia a questa "abitudine".

Potrei dirLe che può decidere di smetterla quando vuole, ma forse non è così;
La Sua Psicologa sarà più esaustiva in merito.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve la ringrazio per avermi risposto. Mi scusi le ho risposto un po così ero di fretta, le spiego meglio, la mai psicologa lo ha definito come una sorta di abitudine/tick che il mio corpo utilizza per far diminuire la mia ansia, per farmi sentire al sicuro. Mi ha detto che quando la mia ansia arriverà a dei livelli normali sicuramente non avrò più questo tick. Questa sorta di tick a detta di mia madre l'ho sempre avuto sin da quando ero nell'incubatrice. Lei cosa ne pensa a riguardo? Secondo lei c'è di più. Spero di non dovermi preoccupare. La ringrazio ancora.
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
Condivido il parere della Sua Psicologa,
però le abitudini non scompaiono spontaneamente al dissolversi della causa, occorre un intervento della volontà per spezzare l’automatismo.
Quanto all’incubatrice è poco credibile, ci sono altri fori più a portata e non blindati dal pannolino, ad es la bocca ...

Ma per approfondimenti si affidi con fiducia alla Sua Psy.
Noi non La conosciamo di persona e dunque ci risulta impossibile risponderLe *su misura* come in presenza.

Cordiali saluti.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test