La paura di non farcela

Buongiorno, sono qui perché vorrei chiedere un consulto, un parere, per avere un punto di vista diverso dal mio.
Comincio col dire che sono una persona piuttosto ansiosa, e spesso insicura, e per questo sto vivendo una situazione che mi perseguita tutto il giorno, tutti i giorni; finite le superiori ho iniziato a lavorare per un anno, non mi piaceva quello che stavo facendo e ho deciso di andare all'università a fare quello che mi è sempre piaciuto, e visto fare: (dato che in casa ne ho due) infermieristica.
Il primo anno è andato tutto liscio, amavo quello che facevo e le ansie scomparivano ogni volta che andavo in reparto, mi sentivo appagato dal lavoro che stavo facendo, e tornavo a casa sempre con il sorriso in faccia.
Poi arrivò la pandemia, e tramite la dad non riuscivo a superare un esame e insieme ad altre problematiche personali, ho messo da parte il percorso e ho ricominciato a lavorare, nonostante tutti mi dicevano di proseguire.

È stata una scelta molto dura, e a posteriori posso dire anche impulsiva e senza senso, sta di fatto che ho ripreso a lavorare come operaio da un anno, paradossalmente è un lavoro stabile, MA ogni giorno torno a casa vuoto, sento la mente che piano piano si spegne e rimpiago la mia scelta, e da qui si origina il malessere quotidiano, sento la voglia di voler tornare a fare infermieristica (sono ancora iscritto e dovrei solo tornare in paro con le tasse), ma avendo avuto così tanti cambi di direzione, ho la pressione di cambiare di nuovo e la terribile paura di non riuscire poi a finire il percorso di studi, di lasciare un lavoro relativamente sicuro per qualcosa che non so se riuscirò, perché parlando chiaramente, non ho un vero metodo di studio ed ho spesso problemi ad assimilare informazioni, e sentirei molto anche il peso delle aspettative dei miei genitori, nonostante abbia la possibilità economica per finanziarmi gli studi da solo, avendo messo da parte soldi.
So che non potete scegliere per me e dovrei essere il solo a decidere, ma cosa ne pensate di questa situazione?
Dovrei ascoltare i pensieri che ho quotidianamente?
Perche ho paura che non riuscirò mai ad abituarmi a questa situazione, qualsiasi aiuto e consiglio è buon accetto, rigranzio in anticipo delle risposte e buona giornata.
[#1]
Dr. Roberto Spinelli Psicologo, Psicoterapeuta 7
Salve,
Nella sua vita si sta presentando una questione esistenziale importante. Qualora lo desiderasse potrebbe avviare un percorso di tipo analitico che l'aiuti ad andare a fondo di queste questioni e comprenderne le cause.
Dr Roberto Spinelli

Dr. Roberto Spinelli
328/2444598

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta dottore, in questo caso che tipologia di percorso dovrei intraprendere? Terapia cognitivo comportamentale o psicoanalisi?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio