Doc da falsi ricordi, voglio uscirne

Buongiorno, scrivo qui perché da un paio di giorni penso di soffrire di doc aggressivo, ho paura di far del male alla mia famiglia e questo mi fa sentire tremendamente in colpa.
Ieri sera sono andata in cucina per prendere il caricabatterie e ho controllato se le chiavette del gas stavano spente.
Da lì è subentrato il pensiero ossessivo, che è il seguente: E se io avessi voluto accendere il gas per far del male alla mia famiglia?
Questo pensiero mi ronza nella testa da ieri sera e non riesco a liberarmene; io so che non è vero ma il mio sapere non mi basta.
Io amo la mia figlia e non potrei mai vivere senza di loro.
Sono consapevole che devo seguire una terapia ma purtroppo ho vergogna a parlarne con gli altri.
Non ho mai raccontato nulla a nessuno.
Da ieri inoltre ho falsi ricordi.
Penso di aver realmente acceso il gas e poi averlo spento.
So che non è così e lo so al 100 per cento ma nonostante questo continuo a pensarci.
Anche perché penso che se lo avessi fatto si sarebbe sentita la puzza di gas, anche perché 5 minuti dopo mia madre è andata in cucina per chiudere la bombola e avrebbe sentito puzza di gas.
Poi questo pensiero è subentrato dopo non subito, ma ieri.
Ma perché continuo ad avere questi pensieri brutti?
Non riesco più a vivere.
Voglio ritornare a com'ero qualche giorno fa, serena e senza questi pensieri brutti che mi fanno sentire profondamente in colpa verso la mia
[#1]
Dr. Matteo Peli Psicoterapeuta, Psicologo 2
Buongiorno.
Il doc è un disturbo subdolo e complicato. Che ci fa pensare male di noi e ci confonde.
Oltre che abbassare la qualità di vita.
Per fortuna è possibile, comprenderlo e, con pazienza, ridimensionarlo fino a farlo tacere.
Il mio unico consiglio è di fare qualche colloquio con un professionista.
Comprendere alcuni meccanismi del DOC è fondamentale e indispensabile per allontanarlo ora e, se sarà necessario, in futuro.
A volte già con alcuni colloqui è possibile abbassare i sintomi.
Buona giornata.

Dr. Matteo Peli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio per la sua risposta .
Quello che non mi fa vivere bene è il senso di colpa anche se a volte penso non è normale sentirsi in colpa per qualcosa che non abbiamo fatto ma il doc distorce tanto la realtà che mi fa credere cose non vere ; è possibile tutto questo ?

Ho sofferto anche in passato di altri tipi di doc ma sono sempre riuscita a superare tutto , cercando di non pensarci e quei pensieri miracolosamente sono scomparsi . Quello che mi chiedo è se si può uscire definitivamente da questa malattia così subdola oppure c'è sempre il rischio di ricadute .
[#3]
Dr. Matteo Peli Psicoterapeuta, Psicologo 2
Esattamente si il DOC vive sul senso di colpa senza colpa...
E' necessario trovare il giusto modo di pensare e questo nasce solo dalla conoscenza dei meccanismi che stanno al di sotto. Il non pensarci non "funziona"...
Purtroppo quando i pensieri ossessivi spariscono senza un motivo percepito spesso ritornano.
Più aumenta la conoscenza della malattia più la si riduce fino a renderla innocua o comunque riducendone i sintomi.
Una volta poi che i sintomi vengono "sufficientemente" gestiti sarebbe utile cercare di approfondire quali aspetti creano quel terreno fertile per tutelarsi maggiormente dal ripresentarsi dei pensieri ossessivi.

Dr. Matteo Peli

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio