Utente 141XXX
Salve, vi chiedo aiuto in quanto è ormai da luglio che mi trovo in questa situazione.
Premetto che ho sempre giocato a calcio, finita la stagione giocando una partita a calciotto, nella corsa ho sentito una fittarella nella zona tra quadricipide ed inguine della coscia dx.
Sono stato a riposo 10 giorni,poi rigiocando non ho sentito nulla.
Dopo qualche giorno sono andato a correre e sentivo ad altezza inguinale un calore che mi impediva la corsa.
Da li' è iniziato il mio calvario...fisioterapia con 6-7 sedute di tecar, senza esiti positivi, poi visita ortopedica(esito pubalgia) visita osteopatica (possibile ernia inguinale con consiglio di ecografia) fatta l'ecografia con esito di alterazione e infiammazione dell'otturatore interno.
Tutti con patologie diverse !!!
Un mese e mezzo fa' ho iniziato dei trattamenti posturali con un ragazzo e secondo lui si tratta di fibromialgia...
I sintomi che sento tutt'oggi sono come una corda sfibrata all'inserzione tra zona pubica e anca che è incordata.
Premetto che ho interrotto l'attivita' fisica e che non so piu' che fare per guarire.
Aspetto fiducioso Vs consigli,grazie.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Perchè scomodare sempre la povera fibromialgia anche quando la diagnosi è addirittura scritta in un referto ecografico?
La sintomatologia da lei riferita è secondaria ad un risentimento traumatico a carico dell'otturatore interno dx. Con tutto il rispetto del "ragazzo" che le sta facendo fare la ginnastica posturale e le ha diagnosticato la fibromialgia mostri ad un collega fisiatra la risposta dell'ecografia e si affidi alle sue cure. Cordiali saluti.
Mauro Granata
Mauro Granata