Utente 144XXX
Salve,
scrivo per un consiglio.
Sono una ragazza di 25 anni.
E' da un mese e mezzo che ho dei problemi.
Tutto è iniziato in corrispondenza di un esame all'università, dopo un periodo stressante.
La notte prima tremavo e avevo le gambe debolissime.
Sono andata a fare l'esame con la sensazione di non reggermi sulle gambe.
Di esami ne ho fatti tantissimi, non era il primo...
La notte dopo avevo dolori in tutto il corpo, se mi toccavo in un punto mi corrispondeva nella gambe.mi sono spaventata a morte.
Il tutto era aggravato da un blocco alla mano:e non riuscivo a stringerla e nemmeno a tenere la forchetta.
Il giorno dopo sono stata da un neurologo che mi disse che avevo il nervo del gomito infiammato e il resto era ansia.
Sono andata dall'ortopedico che mi ha detto la stessa cosa.
E' da un mese e mezzo che avverto questi sintomi tutti nella parte sinistra del mio corpo:
-fastidio nervoso a spalla , braccio e gamba sinistri. In particolare quando poggio il piede sinistro è come se avesse meno forza del destro o come se la gamba fosse + corta e un "disturbo nervoso " che mi corrisponde nella spalla e viceversa.
A volte è lo stesso fastidio nel braccio e nella spalla che mi corrisponde nella gamba.
-Prurito diffuso nel corpo, non al livello della pelle ma interno fortunatamente non sempre altrimenti impazzirei
-formicolio ai piedi o testa e a volte ho come delle scosse "a livello del sangue", circolatorio insomma
-ho la mandibola a sinistra che scatta in modo molto forte e la sento tesa soprattutto al risveglio
-ho la parte tra collo e spalla tesissima ed è un fastidio stancante.
-anche se dormo mi sveglio verso le 4 col batticuore e a volte mi tremano le gambe. dopo di che non riesco più a riposare e mi sento male, esausta e stanca. la mancanza di riposo mi amplifica il tutto.
-fischio all'orecchio non sempre.
-La parte del seno sinistro sul lato esterno mi fa male , non sempre. Con il ciclo si amplifica e a volte anche in giorni normali mi dà fastidio al tatto.
-questo si accompagna a ansia, crisi di pianto dovute alla paura che questa sensazione non passi mai e nervosismo perchè tutti mi dicono che è ansia.
Ma io questi disturbi li sento davvero non li immagino.
Sto prendendo in accordo col neurologo xanax e stavo anche per andare da una psicologa pur di star bene.
Ma non vorrei fermarmi, vorrei sapere cos'è questo fastidio nervoso che mi fa sentire tutta la parte sinistra del corpo tesa, mai rilassata.
Ho visto il disegno con i tender points della fibromialgia e i punti evidenziati sul davanti a sinistra sono tutti i punti in cui avverto tensione.
Ora vi chiedo che devo fare?
E' ansia o puo' essere effettivamente qualcosa?
Vorrei ritornare dal neurologo a giorni ma prima chiedo a voi: Che tipo di medico mi puo' aiutare? Neurologo? Posturologo? Maxillo-facciale? Fisiatra? Reumatologo? Psicologo???
Da chi devo andare ???
Grazie a chi vorrà aiutarmi

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

secondo me la prima cosa da fare è una visita neurologica. Una volta esclusi problemi organici, ci si potrebbe orientare per una sindrome fibromialgica o per somatizzazioni ansiose. Entrambe queste due ultime forme si curano con gli antidepressivi (per la fibromialgia oltre gli antidepressivi si possono utilizzare anche altri farmaci).
Inizi con la visita neurologica e cerchi di stare serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro