Utente 115XXX
Salve,
vorrei raccontare brevemente la mia storia per poter capire se puo' essere inquadrata tra quelle di persone affetti da sindrome fibromialgica.
L'anno scorso, poco prima dell'estate, in un periodo di leggero stress e problemi ho iniziato improvvisamente, da un momento all'altro ad avere intensi dolori e bruciori muscolari. Feci esame neurologico, compresa EMG, negativa, RM encefalo, negativa, esami del sangue compreso il CK, tutti normali. A grandi linea tutto questo duro' un paio di mesi e fu uno dei periodi peggiori della mia vita. Da allora, e per quasi 1 anno, sono stato in totale benessere, ora improvvisamente ho di nuovo gli stessi sintomi: intensi bruciori e dolori muscolari anche alla palpazione, fitte intense al rachide lombare, spesso mi sveglio in piena notte piu' volte, avverto dolori e bruciori ovunque. In particolare modo ho bruciori ai palmi delle mani e alle cosce e senzazioni di continui formicolii. Ho provato a prendere dei fans, ma non ho nessun beneficio. Son sicuro di non avere alcun problema di tipo depressivo o di natura psichiatrica, vivo una vita serena, non posso negare stressante in certi momenti. Ho letto di questa sindrome e dei suoi sintomi, a dire il vero molto vasti, e in gran parte mi ci ritrovo in toto, ma gradirei un parere da specialista, grazie.

[#1] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Salve,
la diagnosi di Fibromialgia è complessivamente una diagnosi clinica e di "esclusione". Cioè bisogna escludere una serie di patologie con sintomatologia simile.
Il mio consiglio è di valutare due fattori:
1) VES, PCR, Elettroforesi, TSH, (devono essere normali)
2) ecografia tiroidea (assenza di alterazioni)
La normalità di questi dati e la persistente sintomatologia algica polidistrettuale, possono far propendere per una diagnosi di Fibromialgia. I FANS sono poco o nulla efficaci, mentre sono utili gli antidolorifici. COMUNQUE prima della terapia è prioritario confermare la diagnosi.
Cordiali saluti
Pier Francesco Leucci
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#2] dopo  
Utente 115XXX

Innanzitutto La ringrazio per la pronta risposta.
Lo scorso anno ricordo che tra gli esami da Lei suggeritimi vi erano VES, ormoni tiroidei, non mi pare ci fosse la PCR, ed erano tutti normali. Ecografia tiroidea non l'ho mai fatta, alla palpazione la mia tiroidea risulta normale e non ho come storia familiare nessun parente che ne abbia sofferto, anche se cio' ovviamente vuol dire poco, lo so.
Il neurologo l'anno scorso alla fine di tutto quell'iter mi disse: non so in altro campi, ma di neurologico non hai niente, e se supponendo anche avessi la fibromialgia, la curi con antidolorifici e poco altro.
Posso chiederLe in tutta sincerita' se considera la fibromialgia una patologia vera e propria o se la ritiene una sorta di patologia derivante dalla non riconoscenza di altre patologie sottostanti? E infine vorrei chiederLe se reputa che sia una malattia che col tempo possa sparire da sola o se invece bisogna iniziare a conviverci.
Grazie ancora!
Distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Gentile utente,
la Fibromialgia è una vera e propria patologia. Da molti sottovalutata, spesso perchè poco conosciuta.
E' necessario effettuare una corretta diagnosi ed una corretta terapia....altrimenti difficilmente sarà eradicata.
Cordiali saluti
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -