Utente 144XXX
Salve,
Ho 27 anni, i primi dolori li ho accusati a circa 17 anni, ma pensavo fossero da ricondurre alla mia vita sportiva molto intensa.
Negli anni i dolori sono aumentati e così mi sono rivolta a diversi specialisti.
Nessuno riusciva a spiegarli.
Le analisi cliniche sono sempre state perfette, anche quelle specifiche reumatiche. A prima vista, tutti i medici reumatologi, neurologi, fisiatri ecc. mi dissero che ero "sana come un pesce", ma allora perchè tanti dolori?

Descrivo brevemente i sintomi: i dolori sono diffusi nelle articolazioni, i più ricorrenti ai polsi, alle dita, al tendine d'achille, alle ginocchia e alle spalle. Il dolore mi vieta di muovere fino alla massima estensione l'articolazione. Il punto spesso diventa rosso, emana calore e risulta fortemente sensibile all'acqua calda. I dolori non compaiono ad intervallo di tempo regolari e non si possono attribuire a eventi specifici e durano da 1 a 3 giorni circa. Quando i dolori sono estremamente forti, come solitamente nel caso del tendine d'achille, prendo una pillola di Airtal (antinfiammatorio) e quasi sempre passano.

Finalmente, nell'aprile scorso la risposta che a lungo ho cercato:Fibromilagia.
sono in cura da circa 9 mesi da uno specialista reumatologo.
Ancora nessun risultato.
Mi sono stati prescritti Laroxyl 40mg/ml e Lyrica (prima da 25mg e poi da 75mg).
I dosaggi sono pian piano aumentati fino a giungere a 12gocce del primo e 1 pillola da 75mg del secondo al giorno.
I risultati non sono arrivati, così ho sentito ancora il mio medico che mi ha tolto il lyrica e mi ha prescritto la paroxetina da 20mg. 1 pillola al giorno.

Detto questo, vorrei capire perchè mi è stato prescritto quest'ultimo farmaco.
Leggendo il foglio illustrativo, mi sono preoccupata. Non sono depressa e non rispecchio minimamente quello che ho letto.
La cosa che mi preoccupa maggiormente è che crea dipendenza. Io sto bene emano felicità da tutti i pori e sono una persona molto solare.
prima di cominciare con questo farmaco vorrei capire.
La cura a cui sono stata sottoposta è corretta? guarirò mai riuscendo a condurre una vita regolare (adesso non posso fare sport e non posso neanche camminare tanto senza poi avere dolori)?
in quanto tempo si guarisce da questa malattia? con questo nuovo farmaco posso assumere l'antinfiammatorio? e poi posso fare qualche tipo di sport? magari yoga?

Ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la paroxetina, nel Suo caso, Le è stata prescritta perchè in tale patologia è stata dimostrata una riduzione dei livelli di serotonina e la paroxetina, essendo un farmaco che ne aumenta la concentrazione, si è dimostrata efficace nella fibromialgia. Quindi non si preoccupi e l'assuma tranquillamente.
Ultimamente è stata pure dimostrata una riduzione della concentrazione di dopamina e gli studi che hanno saggiato la risposta a farmaci che ne aumentino la concentrazione (dopaminoagonisti) hanno dato buoni risultati, pertanto si stanno incominciando a provare tali farmaci (ropinirolo e pramipexolo).
L'assunzione concomitante dell'antinfimmatorio deve essere molto cauta, nel senso che occasionalmente potrebbe essere permesso ma in modo continuativo è da escludere (per questa associazione di farmaci comunque consulti il Suo medico). Può fare sport ed esercizi di rilassamento come lo yoga che Lei ha menzionato.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro