Utente 864XXX
Buongiorno. Ho già avuto modo di avere consigli da Voi medici di Medicitalia l’anno scorso. I problemi riguardavano mio figlio affetto da Sindrome di Asperger e me paziente oncologica. Ho subito intervento al seno (dicembre 2007) con eliminazione di tutto il tessuto mammario per la presenza di carcinoma, chemio, e comparsa immediata (luglio 2008-in seguito a TAC total body) di metastasi ossea in L4, trattata con radioterapia mirata ad alto dosaggio e Zometa, che ho smesso di somministrare (assieme all’Herceptin) solo alcuni mesi fa; continuo la terapia con Enantone e Arimidex in quanto il tumore era positivo anche per estrogeni e progestinici.
Ora chiedo un parere al reumatologo, in quanto da fine dell’anno 2009, ho iniziato ad avere dei sintomi particolari, che sembrava non fossero legati al problema oncologico, ma non lo poteva nemmeno escludere per la terapia medica ancora in corso. Sospesa la terapia con Zometa ed Herceptin la sintomatologia si è aggravata.
Si tratta di dolori in tutto il corpo, diffusi, migranti, somiglianti a volte a fastidiose parestesie, a volte a dolori urenti, a livello del rachide lombare e della colonna, ginocchia, polsi, mani, piante dei piedi, volto, un po’ dappertutto; si verificano episodi di sciatalgia; crampi notturni, insonnia, alterazioni della termoregolazione (ho sempre freddo!),mal di testa, nausea, momenti di ansia; ho la “testa vuota”, non ricordo bene le cose, e sono sempre molto stanca; un’altra cosa che mi crea problemi è la tachicardia e l’ipotensione: da un controllo cardiologico però non si rilevano segni di sofferenza cardiaca (PA 100/50, frequenza circa 80-90 battiti/min.). A cicli ricorrenti ogni circa 3-4 settimane compare l’episodio acuto con i sintomi sopra descritti che si accentuano in maniera notevole e febbre che dura per 1-2 gg, a 38-40°. Sono stata ricoverata nel reparto di oncologia dove sono seguita; sospettando un problema reumatologico hanno richiesto tutta la batteria di esami del caso (devo dire in partenza che non ho i dati precisi! sono in cartella!), ma risulta che gli esami siano nella norma tranne la VES, la PCR, le alfa2 aumentate, di tanto, come ad indicare una forma di infiammazione aspecifica.
Tutto farebbe sembrare che ci si trovi di fronte a una fibromialgia.
Volevo chiedere: ma la VES, la PCR, le alfa2 e la febbre alta come nel mio caso, sono compatibili con una fibromialgia?
Vedrò il reumatologo a settembre ma mi piacerebbe sapere qualcosa da adesso.
Come terapia farmacologia assumo Rivotril 2mg, 1 vv/die (prescrittomi in neuropsicofarmacologia, in seguito a episodi di ansia e depressione), Lyrica 75mg, 1 vv/die e cerotto di Transtec 35 microgr. ogni 3 gg (prescritti dalla medicina del dolore), e i farmaci per la menopausa indotta. Il medico del dolore ha confermato pochi ff fa la terapia che sto assumendo, ma aspetta il consulto reumatologico.
Secondo Voi potrebbe essere la fibromialgia la causa dei miei problemi? Vi ringrazio anticipatamente. Lucia

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

in realtà perché dice che i segni infiammatori "fanno pensare ad una fibromialgia ?". Lei ha dei veri episodi febbrili. Ha anche eseguito le cpk ?

In terapia ha rivotril, che è sì un farmaco utilizzato nei disturbi d'ansia, però di solito non è la prima scelta. Il Lyrica è un farmaco contro il dolore neuropatico, è stato prescritto per verificare il tipo di risposta del dolore o per una diagnosi diversa ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 864XXX

Buonasera Dottore
per essere sincera non so rispondere alla domanda sulla creatinfosfochinasi... ero in regime di ricovero quando hanno pensato di ampliare la visione del problema, non rimanendo al fattore oncologico, ma spaziando un attimino verso altri campi...
le farò sapere non appena avrò la possibilità di parlare con gli oncologi.

per quanto riguarda gli episodi febbrili si sono presentati, dal gg. in cui ho scritto, un'altra volta sempre accompagnati da dolore e astenia severi.

il Rivotril mi fu somministrato tempo fa e riconferamto alcuni mesi or sono in neuropsicofarmacologia, dove paraltro mi devo recare per un controllo il 27 di questo mese (tra alcuni gg.).
il Lyrica è stato prescritto assieme alla morfina durante la radioterapia alla colonna con scopo antidolorifico.

le farò sapere in questa sede appena avrò novità e la ringrazio.
Lucia

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Direi di sentire l'opinione reumatologica se è già in contatto con i reumatologi. Quindi di fibromialgia su queste basi non ha parlato nessuno, era un suo pensiero.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 864XXX

direi che io mio pensiero è stato "rinforzato" da mezze frasi, dette e non dette in reparto e negli ambulatori che le ho scritto.
dimenticavo di scrivere nella mia domanda iniziale, che circa 25 anni fa, durante gli anni di Università, ebbi gli stessi sintomi.
ero studente interno in un reparto di Reumatologia e sospettarono un Les... analisi negative... solo dopo il ripresentarsi dei sintomi in maniera molto severa, prima alcuni medici mi dissero che i dolori me li inventavo visto che non c'era nulla di obiettivo, altri mi dissero che magari si trattava di fibromilagie da ndd.
parlo di tanti anni fa e non ricordo i miei valori di allora, anche se sono sicura che non c'era la febbre, ma solo tanto dolore e senso di spossatezza notevole,
le mie amiche allora colleghe e ora tutte medici, ricordano alla perfezione la situazione e anche loro aspettano con ansia il parere del reumatologo, come me del resto.
le farò sapere. grazie
Lucia