Utente 447XXX
buongiorno dottore, sono un'impiegata, vita sedentaria, 8 ore sul pc e nessuna attività sportiva da quando andavo alle elementari.quando andavo alle medie mi era stata fatta fare una lastra alla schiena e dovevo fare corsi posturali, ma non li ho mai fatti, a dicembre 2006 mi sono sentita male mentre stato facendo i capelli a mia mamma, appena ho finito ho sentito un dolore forte al petto, non riuscivo a respirare bene e sono diventata bianca come un lenzuolo,mi hanno portato subito al pronto soccorso,mi hanno chiesto se anche da piccola soffrivo di reumatismi, se avevo problemi al cuore ma siccome non lo so ho detto di no.mi hanno mandato in cardiologia per un ecografia al cuore, il risultato è stato soffio al cuore, ritmo tachicardico. e mi hanno dimesso dicendo che ho preso freddo, impossibile perchè dato che ho sempre freddo sto sempre al caldo, ho sempre le mani e i piedi freddi.poi è passato tutto da solo.ma ora arriviamo a due mesi fa, hanno iniziato forti dolori al braccio sinistro, al petto, e li mi sono spaventata dato che è la parte del cuore, in quanto la dottoressa mi ha detto che ho anche delle extrasistole. come cura mi ha dato il voltfast con alanerv. poi continuavo ad avere dolori, pesantezza alle spalle e sento proprio pungere sul petto e sul seno, poi mi capita spesso di andare in bagno e mi sentivo tirare il collo davanti.allora mi ha dato del flexiban. così ha avanzato l ipotesi di fibromialgia, ma tutt ora non so cos'è, se si può curare definitivamente, da chi devo andare, se da un ortopedico o dal reumatologo, non mi ha detto niente.ho fatto una lastra alla cervicale dove c'è scritto: rettilineizzazione della lordosi, uncoartrosi. poi mi ha dato da fare un ciclo di massoterapia, che sto tutt ora facendo, però il fisioterapista mi ha fatto associare a questa massoterapia la chinesiterapia. il fisioterapista dice che sente questa fibromialgia, ma è davvero possibile sentirla???soffro anche di mal di schiena. mi può aiutare a capire se davvero c'è questa fibromialgia, a sapere cos'è e cosa comporta e come si può eliminare definitivamente????grazie mille..buona giornata.

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora Eleonora, perchè migra da un link all'altro ?
Le avevo detto cosa fare, e lei ripete la domanda, ma non ascolta i consigli.
Ma da chi vuole andare per una cervicalgia con artrosi cervicale e per una lombalgia ?
Le ho detto di rivolgersi al cardiologo per i problemi cardiologici.

Le ho scritto
Sig.ra Eleonora, se dovesse avere dei problemi quali lombalgia o lombosciatalgia, si rivolga allo Specialista proprio della colonna vertebrale, ovvero l'ortopedico,che visitandola saprà quali esmi specifici eseguire.
Se poi dovrà eseguire, come certamente è nel suo caso clinico, è bene che consulti uno Specialista Fisiatra, che è il Medico Specialista della Medicina Fisica e della Riabilitazione, che in quanto tale esegue consulto specialistico e stila una diagnosi e prescrive un trattamento riabilitativo che al 90% dei casi può eseguire il suo collaboratore tecnico, ovvero il fisioterapista, che è l'esecutore materiale del trattamento prescritto dal Fisiatra.
In ogni specialità esiste lo Specialista ed il Tecnico corrispondente che collabora con il Medico: il Medico Radiologo ed il Tecnico radiologo,il Medico Ginecologo e l'ostetrica/o , Il Chirurgo Generale ed il Tecnico di sala operatoria, l'Ortopedico ed il tecnico gessista o tecnico-ortopedico,
ecc. ecc.
Non deve aver paura signora Eleonora, deve solo affidarsi a medici Ortopedici e Fisiatri e Milano è piena in tal senso.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo//Fisiatra
Messina
scritto sabato 10 novembre

Faccia come le avevo suggerito dieci gg. addietro!!! e si curi invece di scrivere e chiedere !!!!
Cordiali saluti
Alessandro Caruso

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 447XXX

buongiorno dottore, non ho capito perchè mi ha risposto così, cmq non è vero che non ascolto i consigli, stavo semplicemente chiedendo dove devo andare per questa ipotetica fibromialgia, infatti mi pare di aver scritto allo specalista in reumatologia e il titolo era pure fibromialgia, inoltre in fondo al testo ci sono domande solo sulla fibromialgia, siccome ho fatto quasi copia e incolla del vecchio post ho lasciato tutti i sintomi che avevo così magari mi sapeva aiutare meglio un reumatologo.. la ringrazio lo stesso della risposta.

[#3] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora Eleonora, per carità, la mia era una benevola critica per spingerla a curarsi, a non perdere altro tempo a chiedere, visto che le avevo dato delle giuste indicazioni.
Vada dall'ortopedico, che è lo specialista del rachide cervicale e lei ha una uncoartrosi cervicale; se poi lo stesso dovesse valutare la necessità di altri consulti specialistici, saprà come indirizzarla.
Cordiali saluti ed auguri
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo// Fisiatra
Messina

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#4] dopo  
Utente 447XXX

Professore la ringrazio per il chiarimento, seguirò i suoi consigli, mi potrebbe spiegare nel frattempo che aspetto la visita cos'è l uncoatrosi e come si potrebbe curare??? io ho sempre questi fastidi al collo, sento tutto davanti gonfio, come delle punturine e che mi tirano i muscoli, nervi, o non so cosa sia...ho da fare l ecografia alla tiroide per controllare anche li che non ci sia niente.
Cordiali saluti,
a presto
Eleonora

[#5] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile Eleonora, veramente a 21 anni non è frequente un'uncoartrosi,come è descritto; cioè una usura o degenerazione anche minima delle articolazioni uncali del rachdide, cioè dei punti di contatto tra unità vertebrale superiore ed inferiore.
Non si preoccupi, nulla di serio o preoccupante, però questo esame radiografico è da confermare con un consulto specialistico ortopedico insieme ad un controllo clinico.
Lei è un soggeto certamnete ansioso, emotivo e ciò peggiora le cose.
Si cura bene qualsiasi problema cervicale; nel caso clinico suo, verosimilmente un percorso terapeutico di cicli di fisioterapia : massaggi, ionoforesi, delle mobilizzazioni articolari, della radarterapia e ginnastica specifica per il rachide cervicale e delle terapie farmacologiche saltuarie, dovrebbero risolvere i suoi problemi.
Pertanto, il suo iter terapeutico dovrà essere: curare, d'accordo con il suo Medico di Base, i disturbi neurovegetativi, le turbe funzionali cardiache da un cardiologo, ed il rachide cervicale da un ortopedico prima ed un Fisiatra dopo.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo// Fisiatra
Messina

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#6] dopo  
Utente 447XXX

Professore, però come mai mi prende il collo davanti e di lato pure?la dottoressa mi dice che non c'è niente da fare e che abbiamo già provato diverse cose, come posso parlarne con lei se mi dice in poche parole che me lo devo tenere questo brutto fastidio???mi sembra assurdo che a 21 anni non posso curare la cosa, per cui sono un po' demoralizzata quando vado da lei perchè per lei non si può fare niente. mi ha detto che si è verticalizzata la normale lordosi del collo e quindi mi sento tirare tutto il collo davanti e i muscoli sono duri, ma mi sembra davvero strano che non ci siano rimedi. mi sa che andrò da un ortopedico anche se lei non me lo ha mai consigliato di andare a fare una visita specialistica, anche se penso che non sono io paziente che mi devo arrangiare e inventarmi da chi andare ma è lei dottoressa che mi dovrebbe indirizzare nel modo migliore...
Lei si professore che è davvero gentile e mi spiega le cose. grazie mille!!!

[#7] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Sono capitato casualmente su questo consulto ed ho sentito una morsa allo stomaco....e la necessità di intervenire.
Cara Sig.ra Lei non ha avuto alcuna risposta al suo problema ma soltanto delle parole incollate tra di loro.
D'altro canto il suo è un problema di esclusiva pertinenza REUMATOLOGICA e finchè avrà a che fare con Ortopedici che cercano di fare i tuttologi, il suo problema si complicherà.
Mi ascolti,....lasci perdere e cerchi un buon Reumatologo nella sua zona, sarà lui a farle la GIUSTA DIAGNOSI e ad inviarla al momento giusto da un Fisiatra.
Gli Ortopedici, QUELLI VERI..., sono dei chirurghi mentre il suo è un problema CLINICO!!! SCAPPI dai tuttologi!!! I sintomi riferiti e la verticalizzazione del rachide cervicale lasciano immaginare che lei in realtà abbia una Fibromialgia. NELLE RISPOSTE PRECEDENTI Lei ringrazia per la chiarezza..... ma in realtà non le è stato spiegato NIENTE, anzi mi sembra sia stata anche sgarbatamente aggredita!!!
Se vuole realmente chiarezza sul suo problema vada al seguente link www.sindromefibromialgica.it
Cordiali saluti
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#8] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora Eleonora, lei ha scritto :

" ho fatto una lastra alla cervicale dove c'è scritto: rettilineizzazione della lordosi, uncoartrosi "
Queste sono patologie del rachide e lo specialista è l'ortopedico, ovviamente se ci fossero stati dei dati positivi per malattia reumatica , che lei mi ha detto non esistere, le avrei consigliato il reumatologo.
Ancora siamo in fase di sospetta diagnosi e di fare una diagnosi precisa, quale fibromialgia o altro .
E se fosse fibromialgia, sarei io da Specialista Fisiatra a dirle le cure specifiche da fare, come nei pazienti similari.
Verticalizzazione del rachide cervicale ed uncoartrosi, malattie specifiche del settore, quindi specificità degli specialisti ortopedici e fisiatri.le ho parlato sia da ortopedico che da specialista fisiatra, altro che tuttologi....
Saranno i due specialisti a valutare il tutto, li consulti signora a Milano, altro che scappare da loro...
Alla sua domanda del 10 novembre u.s., a cui nessuno del forum di reumatologia dove è stata postata la richiesta,ha dato risposta, vedendo trattarsi di patologia artrosica con necessità di fisiochinesiterapia, ho dato risposta che compete agli specialisti del rachide.
Con il collega reumatologo che interviene dopo 2 mesi e mezzo in maniera maldestra,sbagliando, non entro in polemica, in quanto le su frasi offensive si commentano da sole e non meritano replica alcuna, ma vanno analizzate in ben altre sedi.
Lei comprenderà da sola.
Cordiali saluti.

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#9] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Gentile Collega Caruso, mi dispiace che Tu l'abbia presa come una aggressione personale, perchè tale non era nelle mie intenzioni, anzi mi scuso se ho dato tale impressione. Il problema della mia irruenza è legato al fatto che PURTROPPO questo tipo di Pazienti, specialmente così giovani, NORMALMENTE vagano tra vari tipi di Specialisti con incertezze diagnostiche e fumosità terapeutiche, con un progressivo aggravamento della sintomatologia: mentre una consulenza CLINICA, di un Reumatologo, consente di definire la diagnosi e la terapia adeguata, IN TEMPO. Ritengo che i ruoli del CLINICO e del CHIRURGO debbano restare ben separati, seppure in stretta collaborazione, sempre nel sovrano interesse del Paziente.
Cordiali saluti e scusa ancora l'irruenza.
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#10] dopo  
Utente 447XXX

Buongiorno, ringrazio tutti e due i medici per avermi risposto.
Purtroppo la mia dottoressa continuava a insistere che non era niente, sembrava che mi stava un po passando, e devo dire che è migliorata molto la cosa da settembre, però circa 3 settimane fa mi ha ripreso ancora il collo, il braccio sinistro, e stavolta anche la gamba, sono stata con tutta la parte sinistra che mi pungeva e mi sentivo tirare i nervi e mi formicolava per 5 giorni cosi sono andata da un altro medico, e mi ha detto che secondo lei è una nevrite, il suo consiglio è stato risonanza al collo, esami del sangue, potenziali evocati sensitivi e motori, ne ho parlato con il mio medico ed esclude un infiammazione ai nervi, per cui si è rifiutata di farmi le ricette suggerite dall altro medico, così dato che mi sono state dette 6000 cose ho cambiato il medico, perchè io penso che bisogna anche saper accettare i consigli di qualcun altro dato che se dopo 4 mesi sono ancora li è perchè lei non mi ha risolto niente. magari anche questo medico nuovo non ha centrato il problema però, non posso saperlo, però quanto meno mi ha detto prima di provare con dei farmaci facciamo degli esami per essere sicuri dov'è il problema. Per adesso sto prendendo solo alanerv e quando capita muscoril. Voi cosa ne pensate??? Il nuovo medico ha scartato per il momento la fibromialgia e pensa che è un infiammazione più generale. Per il momento sento solo tirare i nervi del braccio e nella mano e ogni tanto pungere ma non come prima, molto meno, e ho sempre questo collo rigido che in determinate posizioni mim da fastidio e non riesco a stare. Sono in attesa degli esami, perchè la risonanza ce l ho a fine febbraio e i potenziali evocati devo ancora prenotarli. grazie, Buona Giornata.

[#11] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora Eleonora, chiarito cordialmente l'equivoco con il collega di Lecce,dopo le sue scuse, le rispondo.
Noto che lo specialista di Milano che la sta seguendo è orientato, come le avevo già detto io a novembre, verso una cervicobrachialgia da un' uncopatia o uncoartrosi cervicale con discopatia e/o protrusione discale.
Le ha chiesto una rmn, ma l'esame clinico funzionale del
rachide e degli arti superiori, già fanno valutare se vi è o meno un deficit neurologico periferico, per cui se si pensa ad una cervicobrachialgia su base irritativa da uncoartrosi o discopatia cervicale, non deve fare l'emg. Attenda prima la RMN, esegua solo dopo e se necessario i potenziali evocati, faccia valutare il tutto allo specialista ortopedico e si faccia prescrivere anche un'antiinfiammatorio con il gastroprotettore oltre a quanto fa attualmente, e poi deve fare intensa fisiochinesiterapia specifica e mirata della patologia di cui è affetta, come le ho già scritto a novembre scorso, per cui, d'accordo con il suo ortopedico, ribadisco quanto già detto, si rivolga anche ad un collega Fisiatra per la contemporeaneità delle cure.
Cordiali saluti

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#12] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Gentile Sig.ra la mia IRRUENZA, anche nei confronti del Collega è stata dettata proprio dal voler evitare che Lei, come la stragrande maggioranza delle persone che soffrono di problemi muscolo tensivi ed entesitici, debba VAGARE tra Specialisti vari, effettuando svariati, costosi e spesso inutili esami.
Il suo problema di verticalizzazione del rachide ha sicuramente un origine muscolare ed essendo comunque QUESTA una causa certa, bisogna chiarire se è una forma di tipo similspasmofilico, tensiva. Tutti i dati Rx, RNM ecc ecc derivati da valutazioni del rachide cervicale, saranno COMUNQUE falsati dalla mancanza di una diagnosi iniziale. FIGURIAMOCI poi già parlare di kinesi o altre terapie.
Purtroppo io visito ogni giorno molte persone che hanno vagato per mesi ed anni accumulando le diagnosi più disparate, SENZA concludere nulla: e che invece se indirizzate SUBITO ad un Reumatologo, che è il clinico più adatto, avrebbero potuto evitare angosce e ritardi INUTILI.
Purtroppo il sintomo principale è il dolore e numerose branche mediche e chirurgiche si occupano del dolore, DANDO ciascuna la propria interpretazione ( il Neurologo si orienterà su problemi radicolari, l'Ortopedico vertebrali.....) l'unico che realmente ed in modo ampio e realmente specifico si occupa delle patologie muscolari ed osteoarticolari è il Reumatologo, sinchè NON si deve valutare i dati chirurgicamente, allora subentrano altri valenti specialisti (Ortopedico, Neurochir ecc). Purtroppo i MMG dovrebbero indirizzare correttamente ma accade MOLTO DI RADO per queste patologie.
Concludendo IN MODO DEFINITIVO questa valutazione, il mio consiglio è di rivolgerVi ad un .....REUMATOLOGO, prima di effettuare altri accertamenti e se, comunque, questi sono in corso, per lo meno durante l'elettromiografia faccia eseguire il test di Kugelberg per la tetania latente ed un eco tiroidea per l'eventuale presenza di noduli o ipotiroidismo subclinico.
Cordiali saluti, anche al Collega Caruso.
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#13] dopo  
Utente 447XXX

buongiorno!!! scusate per la risposta in ritardo, non ho avuto modo di connettrmi ad internet. questo mercoledì ho l'appuntamento per un esame, si chiama velocità di conduzione nervosa sensitiva e motoria mi pare, intanto questa settimana faccio gli esami del sangue.purtroppo devo aspettare il 27 di febbraio per la risonanza al collo.
non ho mai chiesto il parere di uno specialista, perchè la dottoressa che avevo prima si rifiutava di mandarmi da uno specialista, e dato che non so da chi devo andare perchè non voleva nemmeno dirmelo non posso permettermi di andare da tutti gli specialisti per individuare il problema, penso che è il medico di base che dovrebbe indirizzarti, il medico di adesso ha richiesto il parere di un neurologo...ma solo dopo gli esami. quanto meno è un passo avanti :-)
avevo fatto l'ecografia alla tiroide ma ora non ho sotto mano il referto, appena torno a casa ve lo scrivo :-) cmq mi pare che indicava che c erano dei linfonodi un po ingrossati ma di diametro inferiore ad 1 cm.
appena so qualcosa dagli esami vi faccio sapere così mi date un parere :-)

grazie a tutti e due!!!

Buona Giornata!
A presto

[#14] dopo  
Utente 447XXX

buongiorno :-) ecco cosa c'è scritto sul foglio dell ecografia alla tiroide:

tiroide in sede nella norma per morfologia e dimensioni ad ecostruttura omogenea senza focalità a carattere patologico.
trachea in asse.
regolari le ghiandole parotidi e sottomandibolari.
non evidenti tumefazioni linfonodali patologiche in sede laterocervicale o sottomandibolare dimostrandosi piccoli linfonodi ovalari di aspetto reattivo inferiori al centimetro in sede laterocervicale in particolare a sinistra.


mentre questi sono gli esami del sangue:

EMOCROMO
leucociti 6.30
eritrociti 4.92
emoglobina 14.1
ematocrito 40.7
volume corpuscolare medio 82.7
concentraz. emoglobinica media 28.5
concentraz. emoglobina globulare media 34.5
rdw 13
piastrine 373
volume medio piastrinico 7.9
granulociti neutrofili 54.2
linfociti 38.4
monociti 6.3
granulociti eosinofili 0.7 <
granulociti basofili 0.4
eritroblasti 0.00
granulocitineutrofili 3.4
linfociti 2.4
monociti 0.4
granulociti eosinofili 0.00 <
granulociti basofili 0.00
eritroblasti 0.00
VES 11
PROTEINA C REATTIVA 0.6


vi sono stati d'aiuto???
a presto!!
buona giornata

[#15] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora, tutti gli esami negativi confermano quanto le ho semptre detto e quanto da tempo faccio e ribadisco per queste patologie, come la sua.
Curi l'uncoartrosi cervicale, curi la lombalgia con l'aiuto di un collega ortopedico e facendo degli adeguati e specifici trattamenti di fisiochinesiterapia affidandosi ad un Fisiatra.
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -