Utente 616XXX
Buongiorno ho 32 anni dal febbraio 2006 dopo vari esami mi è stata diagnostica l’artite reumatoide.
I primi sintomi sono esorditi dopo la mia prima gravidanza (gennaio 2004) , ora a seguito di una fase di stasi di comune accordo con il mio reumatologo ho sospeso il metotrexate (preso da febbraio 2006 a dicembre 2007 7.5 mg la settimana), l’intenzione è di realizzare una nuova gravidanza. Da un mese ho sospeso pillola anticoncezionale, quindi il programma sarebbe quello di stare 6 mesi senza metotrexate e di avere due cicli mestruali senza pillola e poi da giugno iniziare a provare.
La mia domanda è se ci possono essere delle complicazioni per il bambino e per me ed eventualmente quali accorgimenti tenere durante la gravidanza e dopo.
Potrebbe esserci un miglioramento dopo la gravidanza? Il mio reumatologo mi ha detto che al termine della gravidanza dovrò quasi sicuramente riprendere la cura a vita, la letteratura medica cosa dice in merito?
Per conoscenza tengo a precisare che gli esordi della malattia sono nati in concomitanza con un periodo di stess e insoddisfazione lavorativa molto forti, ora sistematasi con un nuovo lavoro.

Grazie in anticipo per la risposta.
Debora

[#1] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Il forte stress può modificare la risposta del nostro sistema immunitario dando scompensi e malattie auto-immunitarie, adesso pensi a portare a termine questo bellissimo periodo della sua vita ci penserà dopo alle terapie e le loro complicanze.
Auguri per il felice evento!