Utente 714XXX
Chiar.mo Prof.
sono una paziente di 53anni;
da 3-4 anni sono affetta da dolori articolari diffusi, da parestesie agli arti e da forti dolori alla nuca e alla base del cranio.
Dopo molte visite e un day hospital LA DIAGNOSI E' LA SEGUENTE:
connettivite(les possibile)
sacroileite
polientesopatia periferica
fibromialgia
ernia discale L4-L5
spondilodiscartrosi
gliosi cerebrale,bassa posizione delle tonsille cerebellari, al limite della squama dell'occipite.
ESAMI DI LABORATORIO ALTERATI
ANA 1/320
C3 83,5
TERAPIA CONSIGLIATA
Plaquenil 200 una cpr die per 3 mesi
Salozopyrin EN 500 due cpr die per 3 mesi.
Le scrivo per dirle che ultimamente i formicolii sono aumentati e si sono estesi anche alla faccia e alla gola, cosa posso fare?
La ringrazio anticipatamente sperando in un suo cortese aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003




Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Utente 714XXX

EGREGIO DOTTORE LA RINGRAZIO PER LA SUA RISPOSTA,MA NON SONO RIUSCITA A VISUALIZZARLA.
NEL FRATTEMPO HO RICEVUTO ANCHE L'ESITO DEGLI ESAMI CHE LA DOTT.SA MI HA FATTO RIPETERE
Ab ANTI NUCLEO (IFA)-ANA sono presenti (1:80)
Ab anti nucleo estraibili sono presenti (4.75 U. A.)

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Sembra l'elenco dei capitoli di un libro di reumatologia.
Leggendo la sua sotria la cosa che più di tutte emerge è la sindrome fibromialgica. Quanto alla diagnosi di connettivite avrei dei dubbi,tuttavia non conoscendo la sua sotria clinica completa tutto è possibile. Circa la diagnosi di sacroileite, anche quì mi trovo in difficoltà e devo affidarmi a quanto dice lei. Mi piacerebbe sapere i sintomi però. Per altro l'associazione connettivite-sacroileite, seppure descritta in letteratura è infrequente.
Circa la terapia non la condivido pienamente. Per altro a cosa si riferisce quando dice di doverla assumere per 3 mesi?
Consiglio: si faccia vedere presso un centro di reumatologia.
Giuseppe Germanò

[#4] dopo  
Utente 714XXX

Buongiorno,
Il day ospital è stato eseguito in un reparto di reumatologia,circa un paio di mesi fa, e l'elenco da me riportato è stato copiato direttamente dalla cartella clinica di dimissione.
La sacroileite è stata diagnosticata in seguito all'esame TC SPIRALE BACINO, eseguito propio a causa dei forti dolori presenti al bacino, alla schiena e molte volte anche agli arti inferiori.
Mi è stato detto di prendere sia il plaquelin sia il salazopyrin per tre mesi e poi di ritornare a visita.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Allora va bene che lei prosegua le cure e si faccia seguire li dov'è già. Direi a questo punto che la diagnosi principale sia proprio la sacroileite nell'ambito di una possibile spondiloartite.
Giuseppe Germanò

[#6] dopo  
Utente 714XXX

Visto che è stato così gentile nel rispondermi, vorrei chiederle di spiegarmi in parole povere cos'è questa sacroileite con possibile spondiloartite, e se è proprio lei la causa di tutti i miei dolori, delle parestesie(specialmente agli arti)e anche della mia fotosensibilità( infatti mi è stata vietata l'esposizione al sole causa uscita eritema).
Caro dottore mi sento molto demmotivata anche perchè ogni qualvolta cerco di chiedere spiegazioni sulla mia malattia le risposte sono molto blande.
Le auguro una serena giornata.

[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
la spondilo artrite è una malattia infiammatoria cronica che colpisce le zone di inserzione dei dei legamenti e dei tendini sull'osso la cui causa precisa ancora non è del tutto nota. la sacroilete è data dall'infiammazione della regione appunto detta sacro-iliaca, molto spesso presente in questo tipo di malattia. Da quanto leggo i suoi problemi sintomatici sono tanti e complessi. La fotosensibilità si correla effettivamente alle connettiviti, ma anche a specifici farmaci. Come detto prima è possibile, per quanto infrequente avere due malattie di tipo "autoimmunitario" come nel suo caso (connettivite e spondiloartrite). Le consiglio però di confrontarsi soprattutto con i colleghi reumatologi che la seguono, in quanto come vede le mie interpretazioni virtuali possono essere errate e fonte di ulteriore disagio per lei.
Giuseppe Germanò

[#8] dopo  
Utente 714XXX

Caro dottore,
volevo dirle che non sono le sue interpretazioni virtuali a crearmi disagio, bensì le risposte evasive che mi vengono fornite dai suoi colleghi ogni qualvolta chiedo dei chiarimenti sulla mia malattia.
Purtroppo quasi tutte le terapie provate finora(anche cortisoniche)
non hanno dato dei buoni risultati. Ci sono delle giornate in cui i dolori sono sopportabili, altre invece in cui li sento dappertutto:
collo, spalle, gomiti,polsi,dita, bacino,ginocchia,caviglie e persino ai piedi. Cerco di tenermi sempre impegnata, ma a volte le forze maancano e il nervosismo aumenta.
Cordiali saluti.

[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
A questo punto non posso esserle molto d'aiuto. Ribadisco la necessità di confrontarsi e valutare il problema clinico e l'eventuale inefficacia dei farmaci con i colleghi che la seguono, propio per aiutarli a migliorare la qualità della sua vita.
Giuseppe Germanò