Utente 329XXX
Buongiorno
Vorrei gentilmente un parere su uno stato di salute che sta peggiorando rapidamente senza che io riesca a contrastare questo evolversi di dolori.
Ho 41 anni e premesso che vengo da un quadro clinico ricco di patologie le piu' significative Esofago di Barrett tenuto sotto osservazione da 2001 con ottimi risultati e spondiloartrite anchilosante sieronegativa che da tre anni mi ha cambiato la vita.Curata con punture di methotrexate, Arava fino ad arrivare ai farmaci biologici Enbrel con risultati altalenanti causa un intolleranza ai vari farmaci che andavano a compromettere il regolare funzionamento del mio intestino infatti una volta sospesi tutto tornava nella norma.
Nonostante tutto cio' in questi anni ho cercato di cambiare il mio stile di vita rendendolo il piu' regolare possibile con una regolare attivita' fisica che si intensificava in Estate quando il mio stato doloroso sembrava lasciare il posto ad un benessere temporaneo.
Tutto questo fino a settembre 2013 quando sono comparsi i primi sintomi che ad oggi mi stanno rovinando la vita in breve li elenco:
-Dolore a tutte le articolazioni piedi-ginocchia-gomiti-spalle -polsi-mani
-Dolori tendinei
-Dolori muscolari con fascicolazione
-Stanchezza muscolare
-Dolore al costato
-Stato di malessere generale con formicoli a gli arti inferiori e superiori
-punti doloranti alla digipressione
-Dolori migranti cioè spesso mi fa male piu' il costato altri giorni una mano altri una gamba e cosi via
Le analisi chimiche prescritte dal mio reumatologo sono tutte nella norma ed ad oggi ho una terapia basata solo sulla lyrica da 150mg 2 al di' con tachipirina e Contramal al bisogno.
Dopo un mese di terapia i risultati sono mediocri i sintomi sono sempre piu' evidenti rendendo la mia vita sociale quasi nulla faccio sforzi enormi per andare a lavoro (davanti al pc seduto quasi tutto il giorno)e francamente non sò piu' come gestire la situazione.
Non riesco piu' a portare la macchina causa affaticamento delle braccia oltretutto la mattina vengo aiutato a vestirmi per una carenza di forza evidente visto che la notte la patologia si evidenzia ancora di piu' i sintomi moltiplicando lo stato doloroso dei miei arti.
Le ultime risonanze magnetiche a piedi e mani da prima evidenziavano una modesta quantita' di liquido articolare tutto poi rientrato nella norma.
Esiste una strada che mi faccia uscire da questo Tunnel di uno stato doloroso generale nel quale sono entrato e che ormai da tre mesi non mi lascia neanche un minuto?
Grazie

[#1] dopo  
325037

Cancellato nel 2019
Gentile Utente,

da quanto leggo il suo problema recente non mi sembra di stretta pertinenza reumatologica pur inserendosi in un quadro presente di spondilite anchilosante.

Ha mai provato a chiedere un parere ad un neurologo?

saluti

[#2] dopo  
Utente 329XXX

Gentilissima Dr.ssa

Grazie per la sua celere risposta ma hai me la via Neurologica e' gia' stata intrapresa seguita anche da una risonanza celebrale che non ha evidenziato come confermato dal professore che mi seguiva nessuna patologia neurologica.
Grazie